Palazzo di città Bari
Palazzo di città Bari
Servizi sociali

Bari, povertà e disagio minorile nelle periferie si combattono con i soldi del 5x1000

Pubblicato l’avviso rivolto alle realtà del terzo settore. Bottalico: “Col contributo dei cittadini contrastiamo bullismo e dipendenze nelle periferie”

I soldi del 5x1000 dei cittadini baresi impiegati per contrastare i fenomeni di disagio e povertà nelle periferie cittadine. È pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Bari l'avviso per partecipare alla realizzazione degli interventi di contrasto alle povertà per minori e adulti residenti nel territorio comunale, finanziati con il contributo del 5x1000 dei cittadini baresi (dichiarazione dei redditi 2016 - anno d'imposta 2015).

L'avviso intende promuovere attività finalizzate al benessere e alla crescita armonica di minori e adulti, con particolare attenzione verso quelli a rischio devianza, in situazione di vulnerabilità (economico, sociale, culturale) o che vivono in contesti familiari particolarmente svantaggiati.

Le attività, in programma da luglio a novembre, dovranno sviluppare e rafforzare l'alleanza, le competenze e la capacità di innovazione delle realtà sociali e prevenire precocemente varie forme di disagio (dalla dispersione e abbandono scolastico al bullismo).

Ciascun progetto dovrà proporre interventi e azioni che supportino le famiglie nelle attività di assistenza e creino spazi di socializzazione/integrazione con obiettivi educativi tesi a sviluppare la cultura dell'inclusione e delle pari opportunità.

L'attività progettuale potrà riguardare una sola area tra queste: contrasto al bullismo e cyberbullismo; promozione della legalità e contrasto alle baby gang e alle violenze tra coetanei; contrasto alle dipendenze da sostanze e non; contrasto al disagio socio-psicologico adolescenziale; prevenzione socio-sanitaria (disagi alimentari, diffusione malattie sessualmente trasmissibili).

"Siamo particolarmente contenti per la fiducia riposta nei nostri confronti dai cittadini - ha commentato l'assessora al Welfare Francesca Bottalico - soprattutto perché queste risorse saranno reinvestite a beneficio del territorio attraverso il lavoro di cooperative sociali, del mondo del volontariato e associazioni che lavorano quotidianamente a sostegno delle fasce più fragili della popolazione. Quest'anno abbiamo scelto di promuovere un bando rivolto alle realtà impegnate nel contrasto ai fenomeni di bullismo, alle dipendenze e al disagio sociale del mondo giovanile, temi che nell'ambito dei Piani di zona sono stati segnalati proprio dalle associazioni, parrocchie ed enti ecclesiastici come priorità da affrontare con impegno, anche alla luce dei ripetuti episodi che vedono protagonisti in negativo molti ragazzi. Ringrazio ancora una volta tutti i cittadini che hanno scelto di destinare il 5x1000 alle attività sociali attivate dall'assessorato al Welfare, il che ci consente di figurare tra le amministrazioni comunali che hanno raccolto più fondi e di continuare a portare avanti iniziative concrete in modo più efficace. Molte delle famiglie che hanno partecipato lo scorso anno alle attività realizzate dalla rete del Welfare nelle aree periferiche, hanno deciso di devolvere il 5x1000 in favore dei nostri progetti sociali. Anche per questo auspichiamo di riuscire a coinvolgere un numero ancora maggiore delle 700 persone registrate nell'edizione 2017".

Al bandi possono partecipare, purché operanti nel Comune di Bari, le organizzazioni di volontariato, gli enti di promozione sociale, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale, gli enti ecclesiastici cattolici e altri enti di confessioni religiose diverse da quella cattolica.

I progetti dovranno prevedere l'organizzazione, a luglio e agosto, di laboratori ed eventi itineranti nei cinque Municipi con il coinvolgimento di minori e adulti seguiti dalla rete dei servizi del Welfare e di campagne e laboratori da realizzare settembre, ottobre e novembre presso almeno due istituti scolastici tra quelli che verranno individuati dall'assessorato al Welfare entro metà settembre.

La disponibilità finanziaria complessiva a copertura delle spese è pari a € 46.284,78, mentre ogni singolo progetto potrà beneficiare di un contributo massimo di € 9.256,55.

Le proposte progettuali dovranno essere presentate, per posta o a mano, entro il prossimo 18 giugno all'Ufficio POS Attuazione Politiche Sociali Minori e Famiglie del Comune di Bari, in largo I. Chiurlia 27, secondo le modalità indicate nell'avviso, disponibile a questo link.
  • Francesca Bottalico
Altri contenuti a tema
Contrasto alla marginalità adulta, la giunta comunale di Bari approva gli interventi per il 2020 Contrasto alla marginalità adulta, la giunta comunale di Bari approva gli interventi per il 2020 Fondi per oltre 1 milione Bottalico: «Strategia che prende in considerazione non il bisogno immediato ma la presa in carico collettiva»
La Befana solidale all’ospedale pediatrico e al carcere minorile di Bari La Befana solidale all’ospedale pediatrico e al carcere minorile di Bari Raccolti doni e dolciumi per i piccoli pazienti e tute sportive per i giovani detenuti
Bari, il bilancio della attività welfare nel mese di dicembre Bari, il bilancio della attività welfare nel mese di dicembre Mense, docce e assistenza ai bisognosi. Bottalico: «Grazie alla rete siamo gestiamo tutte le situazioni di emergenza»
Lotta alla devianza minorile, dal Comune di Bari arrivano 74mila euro per il Municipio III Lotta alla devianza minorile, dal Comune di Bari arrivano 74mila euro per il Municipio III Pubblicata la graduatoria. Bottalico: «Prevenzione è il modo migliore per prenderci cura dei nostri ragazzi»
Bari, il pranzo di Natale della comunità di Sant'Egidio per i meno fortunati Bari, il pranzo di Natale della comunità di Sant'Egidio per i meno fortunati L'iniziativa al Villaggio del fanciullo. Bottalico: «In questi occhi scopro solitudini ma anche rinascite»
Cinema, teatro e letture animate per bambini: torna Bari social Christmas Cinema, teatro e letture animate per bambini: torna Bari social Christmas Prologo dell'iniziativa promossa dall'assessorato al Welfare la visione di Frozen 2 per oltre 300 giovanissimi dei centri per le famiglie
Bari, i tessuti di scarto del Piccinni diventano prodotti di sartoria Bari, i tessuti di scarto del Piccinni diventano prodotti di sartoria L'iniziativa dello stilista Antonio Marras con la partecipazione di 15 donne dai centri di servizio alle famiglie della città
Inizia una nuova vita per venti donne vittime di violenza, ora studiano e cercano lavoro Inizia una nuova vita per venti donne vittime di violenza, ora studiano e cercano lavoro Le attività di cohousing e inserimento professionale sono finanziate da Regione Puglia e Comune di Bari. Bottalico: «Progetto che risponde ai bisogni in modo innovativo»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.