Aula del tribunale
Aula del tribunale
Cronaca

Bari, omicidio Sciannimanico, condanna definitiva a 30 anni per il killer

L'agente immobiliare ucciso nel 2015 a Japigia, risarcimenti confermati per le parti civili

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione nei confronti di Luigi Di Gioia, accusato dell'omicidio dell' agente immobiliare barese Giuseppe Sciannimanico, ucciso il 26 ottobre 2015. Confermato il risarcimento danni alle parti civili, i genitori, il fratello e la fidanzata della vittima.

L'omicidio, secondo quanto stabilito dai giudici, sarebbe maturato per contrasti lavorativi, il mandante infatti avrebbe temuto la concorrenza del giovane collega.
  • Omicidio
  • Condanna
Altri contenuti a tema
Altamura, la Cassazione conferma le condanne per l'omicidio Martimucci Altamura, la Cassazione conferma le condanne per l'omicidio Martimucci La sindaca Melodia: «La giustizia ha fatto il suo corso. Altamura non ti dimenticherà mai, Domi»
Bari, 46enne trovato morto a Carbonara: arrestato il presunto killer Bari, 46enne trovato morto a Carbonara: arrestato il presunto killer Gli agenti hanno fermato Busuioc Gheorhe, romeno di 44 anni. Ancora da chiarire il movente del delitto
Carbonara di Bari, cadavere trovato in un casolare Carbonara di Bari, cadavere trovato in un casolare L'uomo, un romeno classe '75, aveva ferite da arma da taglio e da corpo contundente
Processo ex CCR, assolti definitivamente l'ex manager Biallo e Savino Parisi Processo ex CCR, assolti definitivamente l'ex manager Biallo e Savino Parisi Rigettata la richiesta di ricorso contro l'assoluzione, ora si apre la possibilità di revisione per Cicci Cavallari
Omicidio Labriola a Bari, condannati ex Dg ed ex funzionario Asl Bari Omicidio Labriola a Bari, condannati ex Dg ed ex funzionario Asl Bari La psichiatra venne uccisa da un paziente il 4 settembre del 2013 in un centro di salute mentale al Libertà
Bari, aggressione a giornalista al Libertà. Condannata la moglie del boss Caldarola Bari, aggressione a giornalista al Libertà. Condannata la moglie del boss Caldarola Un anno e 4 mesi alla donna con rito abbreviato, riconosciuta l'aggravante mafiosa
Omicidio al Libertà di Bari, potrebbe essersi trattato di "eccesso di legittima difesa" Omicidio al Libertà di Bari, potrebbe essersi trattato di "eccesso di legittima difesa" Stando al racconto della 17enne che ha confessato il delitto sarebbe intervenuta in difesa della madre e sarebbe stata colpita per prima dalla vittima
Omicidio al Libertà di Bari, confessa una 17enne Omicidio al Libertà di Bari, confessa una 17enne Due donne sono state ascoltate in Questura nel pomeriggio, la lite nata in seguito ad una diatriba per una eredità
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.