Elezioni amministrative
Elezioni amministrative
Cronaca

"Ogni voto che gli porterai, papà ti pagherà", le intercettazioni contro De Giosa

Il consigliere del Municipio I è al centro dell'indagine dei carabinieri e della procura sulla compravendita di voti alle scorse amministrative

«Devi venire qui da lui e devi parlare con lui.... ogni voto che tu gli darai o gli porterai, papà ti pagherà. Tipo due voti sono già 50 euro, quattro voti sono già 100; cioè per dirti.. non c'è un limite, ti può pagare quanto c**** lui vuole, ma ovviamente tu gli devi portare voti.....».

Questo il messaggio WhatsApp nel corso della quale una voce femminile, poi identificata come Valentina De Giosa (all'anagrafe Donata), 20enne figlia di Carlo De Giosa, candidato alla carica di consigliere del "Municipio I" al Comune di Bari (lista civica "Sud al Centro" - elezioni amministrative del 26 maggio 2019) da cui è partita l'indagine per voto di scambio a Bari, in seguito alla denuncia presentata dall'uomo che lo ha ricevuto ai carabinieri.

Oltre al messaggio sono stati rinvenuti, in seguito a perquisizioni: copie fotostatiche di documenti d'identità relativi a soggetti residenti nel territorio di competenza dei "l Municipio"; diverse "schede elettorali dei medesimi soggetti; la somma cantante di euro quattromilaquattrocento euro; appunti manoscritti con indicazioni e nominativi del tipo: "buoni pasto", "persone che aggiungono", "persone che sono venute a parlare", "TESSERA ELETTORALE"; una serie di frammenti di carta, rinvenuti all'interno della busta dei rifiuti dell'umido, riconducibili a fogli differenti, su cui erano riportati appunti manoscritti relativi a numeri di telefono, nominativi, cifre, la scritta "OK", la scritta "voti".

Si è inoltre provveduto alla laboriosa analisi del contenuto del materiale hardware sequestrato, potendo così rilevare e tracciare le modalità di consumazione del reato di "corruzione elettorale", lumeggiando come i meccanismi di creazione del consenso e dei rapporti tra eletto ed elettori fossero stati sistematicamente esplicitati non solo attraverso la promessa di denaro o altra utilità in cambio del voto, ma anche grazie all'accettazione e materiale ricezione dell'offerta ad opera di molteplici elettori coinvolti, andando così pacificamente ad interferire nella libera manifestazione del voto, tanto quanto sul regolare svolgimento ed esito della campagna elettorale.

Sia a Carlo De Giosa, che a sua figlia Donata, è stato notificato "Avviso all'indagato della conclusione delle indagini preliminari e contestuale informazione di garanzia e sul diritto di difesa". Si contesta a entrambi l'ipotesi di reato di concorso in corruzione elettorale.
  • Carabinieri
  • elezioni
  • Voto di scambio
Altri contenuti a tema
Auto rubata a maggio, arrestati due uomini a Bari Auto rubata a maggio, arrestati due uomini a Bari Entrambi del quartiere Libertà erano stati sorpresi a rovistare uno zaino la notte dell'evento
Tentò di uccidere due affiliati a un clan rivale: arrestato 33enne Tentò di uccidere due affiliati a un clan rivale: arrestato 33enne L'episodio risale al 2015. L'uomo esplose colpi di pistola durante una festa privata in una villa ad Altamura
Furti di energia elettrica, un arresto e una denuncia nel quartiere San Pasquale Furti di energia elettrica, un arresto e una denuncia nel quartiere San Pasquale I militari hanno trovato 12 dosi di cocaina nell'abitazione del 61enne arrestato
Nascondeva piante di cannabis nel ripostiglio, arrestato 26enne Nascondeva piante di cannabis nel ripostiglio, arrestato 26enne Il giovane aveva adibito una vera e propria serra all'interno della sua abitazione
Tentano di rubare un furgone: un arresto, due complici in fuga Tentano di rubare un furgone: un arresto, due complici in fuga L'uomo è stato fermato sul ciglio della strada provinciale che collega a Sannicandro. In auto nascondeva una tronchese e un cacciavite
Aggredisce titolare di un'attività e tenta di farsi consegnare un monopattino: in manette un 33enne Aggredisce titolare di un'attività e tenta di farsi consegnare un monopattino: in manette un 33enne L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, dovrà difendersi dall’accusa di tentata estorsione e lesioni aggravate
Nascondeva otto chili di droga in un box auto: arrestato 69enne Nascondeva otto chili di droga in un box auto: arrestato 69enne I carabinieri hanno scoperto l'uomo mentre si dirigeva verso una palazzina di nuova costruzione a bordo di un motociclo
Risolto l'omicidio del maggio scorso a Carbonara, in carcere un 44enne Risolto l'omicidio del maggio scorso a Carbonara, in carcere un 44enne L'uomo era stato arrestato e poi scarcerato in seguito alla ritrattazione della moglie della vittima
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.