Nuovi accessi al Moi
Nuovi accessi al Moi
Scuola e Lavoro

Bari, nuovi accessi automatizzati al mercato ortofrutticolo. Dal 1 aprile le card prepagate

Palumbo: «Obiettivo eliminare il pagamento in contanti e gli abusivi». Palone: «Trasferimento? Individuata nuova sede, partito il bando»

Addio a soldi spiccioli, abusivi e ingressi confusionari: al mercato ortofrutticolo all'ingrosso di Bari, in via Caracciolo, arrivano gli accessi automatizzati che saranno in funzione dal 1 aprile. L'ingresso nell'area mercatale avverrà con l'esibizione di una apposita card prepagata, con tanto di fotografia del possessore, che verrà rilasciata agli aventi diritto a partire dal 27 marzo. A ogni accesso verrà scalato 1 euro dal conto prepagato, che consentirà la permanenza per tutto l'arco della giornata lavorativa all'interno del Moi. Le ricariche potranno essere effettuate sul conto corrente del mercato ortofrutticolo all'ingrosso oppure utilizzando i pos presenti all'interno della stessa area mercatale.

«Per garantire l'accesso alle persone autorizzate ed estromettere gli abusivi abbiamo realizzato con la Soget, la società che gestisce i parcheggi, dei varchi automatizzati all'ingresso di via Caracciolo e di via San Francesco alla Rena - spiega il comandante della Polizia locale Michele Palumbo. Le barriere che si apriranno solo all'atto dell'inserimento di card prepagate con fotografia del soggetto autorizzato all'accesso. L'importo è di 1 euro come tariffa giornaliera per agli autocarri fino a 3,5 tonnellate, e 1,5 Euro per veicoli di peso superiori. Le card hanno tre bande colorate: quella azzurra consente l'accesso dalle 4 alle 19 ai dipendenti. La rossa è per produttori e dipendenti e consente l'accesso dalle 4 alle 19. Quella gialla è riservata ad acquirenti e dipendenti dalle 5 alle 19. L'obiettivo è eliminare il contante dalla transazione, che fino a ora ha comportato anche ritardi nell'accesso al Moi. La fase iniziale che darà qualche problema, ma una volta entrato a regime il sistema permetterà l'ingresso in maniera più veloce e ordinata».

Un intervento, come spiega il maggiore Franco D'Ingeo, incaricato della Polizia locale per la sicurezza nell'area, che si è reso necessario «Per alleggerire il compito del personale di Pl impiegato nel Moi e per congiurare l'intrusione di malviventi». L'assessore cittadino allo Sviluppo economico Carla Palone continua: «Abbiamo aspettato fin troppo, ma c'erano da sbrigare degli atti amministrativi. Partiamo in modo serio dal 1 aprile grazie al coinvolgimento diretto di operatori e associazioni di categoria che ci hanno accompagnato in questo processo nuovo per la città di Bari. Le novità spaventano, ma il nostro obiettivo è dare dignità agli operatori del mercato generale e di tutti gli altri mercati».

Il prossimo passo per il Moi sarà il cambio di sede, previsto per il 2020 o al più tardi per il 2021. «Abbiamo già individuato la nuova sede e fatto partire il bando - continua Palone. Vogliamo dare una casa nuova a una delle aziende più grandi che abbiamo in città, che conta un indotto di 1.700 operatori per un totale di 54 imprese. Siamo al lavoro per loro e per chi frequenta i mercati».
  • Carla Palone
  • michele palumbo
Altri contenuti a tema
Un "taxi collettivo" per raggiungere Bari vecchia: c'è il protocollo fra Comune, autisti e ristoratori Un "taxi collettivo" per raggiungere Bari vecchia: c'è il protocollo fra Comune, autisti e ristoratori Parte la sperimentazione. Palone: «Benefici economici e sociali. Il sabato sera meno auto nel borgo murattiano e più sicurezza per chi beve»
La storia della Ducati in mostra a Bari. Fino al 27 aprile alla Camera di commercio La storia della Ducati in mostra a Bari. Fino al 27 aprile alla Camera di commercio Inaugurata questo pomeriggio l'esposizione dedicata alla rossa su due ruote. A tagliare il nastro il collaudatore Michele Pirro
Bari ricorda le vittime dell'eccidio delle Fosse Ardeatine Bari ricorda le vittime dell'eccidio delle Fosse Ardeatine Questa mattina la cerimonia al Sacrario militare di Japigia. Palone: «Una delle pagine più brutte della nostra storia»
Bari, la vicenda del Maab a una svolta? Palone: «Potremmo aprirlo nel 2019» Bari, la vicenda del Maab a una svolta? Palone: «Potremmo aprirlo nel 2019» L'assessore: «Acquisite aree per viabilità, da risolvere ultime questioni burocratiche. Via Amendola? Completate 46 assegnazioni su 48»
Bari, sette commercianti si mettono in regola. Al via il corso per la licenza di ambulante Bari, sette commercianti si mettono in regola. Al via il corso per la licenza di ambulante L'iniziativa di Confcommercio. Palone: «Negli ultimi anni decine di persone hanno scelto di stare dalla parte delle regole»
A Bari torna la festa del cioccolato. Una 3 giorni con i maestri da tutta Italia A Bari torna la festa del cioccolato. Una 3 giorni con i maestri da tutta Italia Dal 1 al 3 marzo in corso Vittorio Emanuele l'appuntamento con la fiera più golosa dell'anno. Palone: "Nostra città attrae manifestazioni di respiro nazionale"
Mercati cittadini, dal Comune 1 milione in 4 anni per la manutenzione degli impianti tecnologici Mercati cittadini, dal Comune 1 milione in 4 anni per la manutenzione degli impianti tecnologici Galasso: «Più sicurezza per persone e cose». Palone: «Sistema che ci permette interventi tempestivi»
Festa di San Nicola 2019, pubblicato bando per concessione dei posteggi agli ambulanti Festa di San Nicola 2019, pubblicato bando per concessione dei posteggi agli ambulanti Palone: «In questi anni ridati lavoro e dignità a circa 30 nuovi operatori»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.