Ospedale Di Venere
Ospedale Di Venere
Cronaca

Bari, in coma per due mesi, si risveglia e ringrazia i medici

È successo al Di Venere dove un 53enne era stato ricoverato a seguito di una caduta

E' stato in coma per oltre due mesi dopo una caduta ma grazie all'amore della sua famiglia e ai medici del Di venere che l'avevano in cura ha potuto risvegliarsi e tornare a vivere.
Franco, 53 anni di Bitonto lo scorso 29 gennaio ha subito un brutto incidente per il quale è piombato in uno stato d'incoscienza lasciando nello sconforto le persone a lui vicine. Giorni di preoccupazione e ansia, poi grazie alle cure del personale del reparto di Rianimazione dell'Ospedale "Di Venere" di Bari, settimana dopo settimana l'uomo ha iniziato a mostrare segni di miglioramento, dando ancora maggiore coraggio ai suoi cari che lo hanno costantemente sostenuto. Fino a pochi giorni fa quando Franco ha finalmente riaperto gli occhi e ha potuto riabbracciare tutti.
Il figlio Maurizio ha voluto pubblicamente ringraziare i medici: "Voglio segnalare le immense qualità professionali e umane di tutto il personale del reparto di Unità di terapia intensiva del Di Venere, a Bari, dove mio padre è stato ricoverato fino al 27 marzo. In tutti questi giorni è stato curato meravigliosamente da tutti i medici e gli infermieri. Noi figli e mia madre siamo stati costantemente informati, ma quello che ancora di più ci ha stupito è che ci siamo sentiti veramente sostenuti anche a livello emotivo. Efficienza, altissima professionalità e umanità sono le caratteristiche che meglio sintetizzano le qualità di tutti gli operatori di questo reparto. Un grazie veramente di cuore da tutti noi in particolare al dottor Loris Cristofoli, agli infermieri, di cui purtroppo non ricordo tutti i nomi ma che hanno accudito costantemente e amorevolmente mio padre". Ora Franco sta facendo riabilitazione presso una struttura specializzata di Cassano. "Vorrei che tanta gente sappia che c'è anche una sanità che funziona - conclude il figlio – e grazie a parenti e amici che ci sono stati molto vicini in questo brutto periodo della nostra vita".
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Crescono i tumori in Puglia: più 8 percento nel 2018 Crescono i tumori in Puglia: più 8 percento nel 2018 I più comuni sono: mammella, polmone, prostata utero e colon
Lavoratori precari Sanitaservice del Policlinico di Bari, in arrivo la stabilizzazione Lavoratori precari Sanitaservice del Policlinico di Bari, in arrivo la stabilizzazione Buon notizie anche per gli impiegati delle Asl della Bat e di Brindisi. La task force regionale ha trovato la soluzione per i dipendenti
Sanità pugliese senza infermieri dopo "Quota 100", l'allarme di Opi Bari Sanità pugliese senza infermieri dopo "Quota 100", l'allarme di Opi Bari Il presidente dell'ordine delle professione infermieristiche, insieme ai colleghi di Bat e Brindisi, lancia un appello ad Emiliano
Malato di sclerosi multipla suicida, Conca: «È assurdo che per avere attenzione si debba pagare» Malato di sclerosi multipla suicida, Conca: «È assurdo che per avere attenzione si debba pagare» L'uomo, residente a Catino, si sentiva abbandonato dalle istituzioni e aveva denunciato la sua storia a diversi media
Salute in Puglia, arrivano altri 57 milioni di euro Salute in Puglia, arrivano altri 57 milioni di euro Emiliano: "Risultati premiano i nostri sforzi". Marmo (Fi): "Aumento del fondo solo dovuto all'invecchiamento della popolazione"
Associazione a delinquere nella sanità pugliese, reato prescritto per Tedesco Associazione a delinquere nella sanità pugliese, reato prescritto per Tedesco La Procura di Bari non potrà più procedere contro l'ex assessore alla Salute perché passati più di 10 anni
Triggiano, il Fallacara diventa Centro Risvegli Triggiano, il Fallacara diventa Centro Risvegli Si distribuirà su 2700 metri quadrati e avrà 50 posti letto con diversi tipi di riabilitazione
Lotta ai tumori, la Puglia punta alla 'protonterapia' Lotta ai tumori, la Puglia punta alla 'protonterapia' Si tratta di una tecnica diversa per curare quelli inoperabili
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.