Figli
Figli
Cronaca

Bari, figlio di due donne, continua la battaglia legale per il riconoscimento

Dopo la prima bocciatura del tribunale contro il Ministero che aveva detto di no, si torna in aula il 12 novembre

"Trascrivere l'atto di nascita di un minore che non ha legami di sangue con un italiano, come cittadino italiano, è contraria ai principi primari costituzionalmente garantiti". Lo mette nero su bianco il Ministero con un ricorso che di fatto ha impugnato in appello il decreto con il quale il Tribunale di Bari, il 21 maggio, aveva respinto la prima opposizione del ministero contro la trascrizione dell'atto di nascita di un bambino figlio di due donne, una inglese e una italiana, fatta dal Comune di Bari nel 2017.

Il Tribunale aveva dichiarato il ministero non legittimato ad opporsi alla trascrizione dell'atto di nascita. Il procedimento di secondo grado è fissato per il 12 novembre dinanzi alla prima sezione civile della Corte di Appello di Bari. Per il ministero, che si ritiene invece «legittimato ad agire in quanto titolare della competenza in materia di tenuta dei registri dello stato civile», «la situazione di fatto è quella di un bambino nato all'estero da una cittadina di nazionalità britannica al quale è stato attribuito lo status di figlio di una cittadina italiana, con la prima unita civilmente, ma con la quale egli non ha alcun rapporto biologico».
«L'insussistenza di un rapporto biologico con il genitore" italiano «impedisce - si legge nel ricorso - la trascrizione nei registri di stato civile italiani dell'atto di nascita che attribuisce al minore lo status filiationis fondamentale per avere accesso alla cittadinanza italiana». «Consentendo tale trascrizione - aggiunge - si finisce per attribuire al minore la cittadinanza italiana propria della madre intenzionale, pur non risultando esistere con quest'ultima alcun legame biologico e genetico».
  • Giudiziaria
Altri contenuti a tema
Bari, si pente il numero due del boss Palermiti. Mise una taglia sul capoclan rivale Bari, si pente il numero due del boss Palermiti. Mise una taglia sul capoclan rivale L'uomo, 39enne, è accusato di essere proprietario di un arsenale ritrovato a Japigia nel 2017
Strisciuglio su Dellino: "Gli voglio bene ma dovrò ucciderlo per evitare che parli" Strisciuglio su Dellino: "Gli voglio bene ma dovrò ucciderlo per evitare che parli" Il giovane fu sparato nel 2007 ma i suoi resti furono recuperati da un pozzo nel 2013
Bari, "O paghi o ti distruggiamo le luminarie" Bari, "O paghi o ti distruggiamo le luminarie" A processo I due imputati che avevano tentato di estorcere denaro a Carbonara per la festa di San Michele
Rolex falsi venduti in una gioielleria di Bari Rolex falsi venduti in una gioielleria di Bari L'indagine di Brindisi si conclude con 9 indagati per riciclaggio e ricettazione
Truffò risparmiatori, condannata a 3 anni ex docente di Giurisprudenza di Bari Truffò risparmiatori, condannata a 3 anni ex docente di Giurisprudenza di Bari Lo ha deciso la Corte d'Appello. Per lei anche il risarcimento per 32 parti civili
Spy story nella Asl Pugliese, chiuso il processo di appello per Lea Cosentino Spy story nella Asl Pugliese, chiuso il processo di appello per Lea Cosentino Lady Asl era stata già condannata per aver ordinato la bonifica degli uffici della direzione sanitaria da microspie
Processo a Berlusconi sul caso escort, Bari sede idonea Processo a Berlusconi sul caso escort, Bari sede idonea Rigettata la richiesta della difesa dell'ex premier. Tarantini averebbe infatti mentito nel corso del primo interrogatorio che si è tenuto proprio nel capoluogo
Ucciso per errore a Carbonara, processo da rifare Ucciso per errore a Carbonara, processo da rifare L'omicio Mizzi fu commesso nel 2011, dopo la condanna del colpevole si cerca di capire se ci fu premeditazione
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.