sede anps altamura dedicata ad alessandro fui
sede anps altamura dedicata ad alessandro fui
Vita di città

Altamura, la sede dell'associazione polizia dedicata ad Alessandro Fui

L'agente scelto fu ucciso nel 1986 a Vicenza da una banda di rapinatori

Elezioni Regionali 2020
Una sezione della sede dell'associazione polizia di Stato di Altamura prende il nome di Alessandro Fui, vittima del dovere, caduto il 13 febbraio 1986 in un conflitto a fuoco mentre espletava servizio di controllo del territorio.

Alla cerimonia del 18 novembre, cui ha partecipato anche il 1uestore di Bari, Giuseppe Bisogno - che ha sottolineato l'importanza del valore della memoria e del ricordo di chi ha sacrificato la vita per la difesa della legalità e dello Stato - erano presenti il presidente nazionale dell'Anps Michele Paternoster, i familiari della vittima e le massime autorità istituzionali locali, civili e militari. Scoperta dal figlio Andrea la targa di intitolazione posta all'esterno della sede.

Alessandro Fui, 27 anni, venne ucciso da una banda di rapinatori il 13 febbraio del 1986 in provincia di Vicenza. La sera precedente, 5 rapinatori si introdussero in una fabbrica orafa di Sandrigo (VI) e presero in ostaggio il custode della ditta ed i suoi familiari; attesero il rientro del proprietario per tutta la notte ed al mattino, al suo arrivo, lo costrinsero ad aprire le casseforti da cui prelevarono oro, per un valore di oltre due miliardi di vecchie Lire. Messi in fuga dall'arrivo del fratello del proprietario che contattò il 113, aprirono il fuoco contro l'equipaggio di una prima Volante, giunta tempestivamente sul posto; gli agenti, in considerazione della presenza in strada di molti bambini che si stavano recando a scuola, decisero di non sparare ed i rapinatori riuscirono a guadagnare la fuga; intercettati da una seconda Volante, nei pressi di un casello autostradale, aprirono nuovamente il fuoco sparando all'impazzata. L'Agente Scelto Alessandro Fui, sposato e padre di un bambino di tre anni, venne colpito da un proiettile alla testa e morì sul colpo.
  • Polizia di Stato
Altri contenuti a tema
Ricettazione e riciclaggio di auto, arresti a Bari, Taranto, Lecce e Napoli Ricettazione e riciclaggio di auto, arresti a Bari, Taranto, Lecce e Napoli L'organizzazione per delinquere immatricolava le vetture con documenti esteri contraffatti
Droga, due arresti ieri a Bari Droga, due arresti ieri a Bari La polizia ha intercettato due pregiudicati al casello di Poggiofranco
Libertà, spacciatore 17enne tenta la fuga dai poliziotti. Fermato e denunciato Libertà, spacciatore 17enne tenta la fuga dai poliziotti. Fermato e denunciato Il minorenne aveva con sé marijuana e una somma in contanti frutto dell'attività di spaccio. Nei guai anche per guida senza patente
Scoperto senza patente alla guida dà false generalità ai poliziotti, denunciato Scoperto senza patente alla guida dà false generalità ai poliziotti, denunciato Nella giornata di ieri altri due provvedimenti nei confronti di altrettante persone inadempienti agli avvisi del questore
Sorpresa a rubare in un appartamento del centro di Bari, arrestata Sorpresa a rubare in un appartamento del centro di Bari, arrestata La donna, con numerosi precedenti per furto, è stata scoperta il flagranza di reato dai poliziotti
Indossa abiti a "cipolla" per rubarli, arrestata 29enne a Bari Indossa abiti a "cipolla" per rubarli, arrestata 29enne a Bari In piazza Moro gli agenti della polizia di Stato hanno invece rintracciato un minore pluripregiudicato
Scappa alla vista della polizia, denunciato 36enne a Bari Scappa alla vista della polizia, denunciato 36enne a Bari L'uomo aveva nello zaino profumi e cosmetici di cui non ha saputo indicare la provenienza
Fugge alla vista della polizia, 39enne fermato dopo un inseguimento al San Paolo Fugge alla vista della polizia, 39enne fermato dopo un inseguimento al San Paolo Nella giornata di ieri gli agenti hanno dovuto anche sedare una lite condominiale in cui due donne si sono colpite con un'arma da taglio
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.