lungomare di bari
lungomare di bari
Cronaca

Aggressione omofoba nel centro di Bari, colpi di pietra contro tre ragazzi

La denuncia delle vittime affidata alle pagine del Bari pride: «Nessuno è intervenuto»

Un episodio di violenza a carattere omofobo si è verificato ieri sera nel pieno centro di Bari, all'altezza del lungomare monumentale. L'episodio è stato denunciato dalle tre vittime, affidandosi alle pagine social del Bari pride che hanno riportato il messaggio. Da parte delle vittime sono in corso valutazioni sulla possibilità di sporgere anche denuncia formale alle forze dell'ordine.

Sui social di Bari pride si legge: «Eravamo in tre e a partire dalla pizzeria Piccinni 28, siamo stati aggrediti da dei ragazzini in gruppo che ci hanno cominciato a lanciare delle pietre addosso. Nonostante le urla, con l'intento di attirare l'attenzione di qualcuno in cerca di aiuto, il personale della pizzeria uscito dal locale, nonostante avesse piena visuale della scena è rimasto completamente indifferente, limitandosi a guardare. Tanto che l'aggressione è proseguita per tutto il nostro tragitto fino al lungomare, in un tentativo di seminarli in qualche modo. Ovviamente tutto ciò, anche a danno di veicoli in sosta che venivano colpiti a loro volta».

La ricostruzione prosegue: «Arrivati a largo Eroi del mare, nonostante la presenza di famiglie, adulti e vari passanti nessuno ha fatto nulla, nemmeno una parola. Nonostante sia stato proprio qui che alla mia domanda "posso chiedervi perché lo state facendo?" è stata urlata in risposta da uno di questi ragazzini "perché siete ric*hioni". Siamo tremendamente amareggiati oltre che dalla violenza di questo gruppo di ragazzi, soprattutto dalla indifferenza delle diverse persone che hanno assistito all'accaduto e si sono limitate semplicemente a guardare, nonostante fosse palese il nostro bisogno di aiuto».

Poi l'amaro commento delle tre vittime: «Episodi come questo sono all'ordine del giorno e il modo in cui quei ragazzini si sentissero completamente autorizzati a continuare nonostante la gente senza paura ne è la prova agghiacciante. Il messaggio che vuole passare è pertanto quello di non restare indifferenti davanti a situazioni analoghe a questa, che siano di violenza anche solo verbale, che anche qui non è mancata. Nel 2023 in una città metropolitana come quella di Bari episodi del genere non dovrebbero esistere e non esisterebbero se ci fosse una coscienza collettiva o per lo meno maggiori controlli da parte delle autorità. Infatti in tutto il tragitto, eravamo alla disperata ricerca di una pattuglia che potesse intervenire. Ma ovviamente non è stato possibile».
  • Violenza
  • Omofobia
  • aggressione
Altri contenuti a tema
Lavoratrice aggredita al Cara di Bari, ospite le lancia contro un bagnoschiuma e un secchio d'acqua Lavoratrice aggredita al Cara di Bari, ospite le lancia contro un bagnoschiuma e un secchio d'acqua I sindacati: «Chiediamo interventi fattivi ed efficaci, non più rinviabili considerata la grave situazione in cui versa la struttura»
Aggredisce una donna con un martello: fermato 78enne a Grumo Appula Aggredisce una donna con un martello: fermato 78enne a Grumo Appula All'origine del gesto potrebbe esservi un rifiuto ad un approccio sessuale
Aggressione di un infermiere a Bari, il messaggio del direttore del Policlinico Aggressione di un infermiere a Bari, il messaggio del direttore del Policlinico L'episodio è avvenuto stamattina all'ospedale pediatrico Giovanni XXIII
Feriti e rapinati, coppia di 70enni Rom finisce in ospedale Feriti e rapinati, coppia di 70enni Rom finisce in ospedale I fatti questa mattina presto sul ponte di via Caldarola, colpiti con il calcio di una pistola
Lite tra ragazzi al Liceo Fermi, uno finisce in ospedale Lite tra ragazzi al Liceo Fermi, uno finisce in ospedale Nelle prime ore di oggi si era parlato di aggressione, ma dalla scuola ridimensionano l'accaduto
Follia in centro tra la folla in festa, rissa e aggressione ai danni della polizia locale Follia in centro tra la folla in festa, rissa e aggressione ai danni della polizia locale Alcune delle persone coinvolte, almeno due, sarebbero già state fermate. Indagini in corso per risalire agli altri
Oggi uno "sportello rosa" negli URP delle sedi Inps della Regione Puglia Oggi uno "sportello rosa" negli URP delle sedi Inps della Regione Puglia Simbolicamente è stata esposta  la locandina "Posto occupato", sedia idealmente destinata a una  delle numerose vittime di violenza
Volantini sui "diritti che gli uomini non hanno", ragazza li toglie e viene aggredita - INTERVISTA Volantini sui "diritti che gli uomini non hanno", ragazza li toglie e viene aggredita - INTERVISTA La vittima non ha sporto denuncia: "L'attacco a me non è un attacco personale, ma è un attacco di natura politica"
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.