un ulivo malato
un ulivo malato
Cronaca

Addio al professor Martelli uno degli scopritori della Xylella

Il virologo di fama internazionale era docente emerito all'Università di Bari

È scomparso oggi Giovanni Martelli, professore e virologo di fama internazionale.
Professore emerito dell'Università di Bari, nella sua carriera ha isolato e descritto oltre una trentina di nuovi virus e di numerosi altri ha effettuato la caratterizzazione biologica, fisico-chimica, sierologica, ultrastrutturale e, più di recente, molecolare. Ha studiato anche la Xylella fastidiosa quando in America veniva considerata ancora un virus e non un batterio. Tanti i riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. "Si è particolarmente impegnato – ricorda Coldiretti Puglia - nello studio dei rapporti virus-ospite a livello delle strutture fini, conducendo una lunga serie di ricerche sulla citopatologia delle infezioni virali, sui corpi d'inclusione, sui siti di sintesi degli acidi nucleici e delle proteine virali, e sui siti di accumulo intracellulari delle particelle virali. Ha compiuto missioni di studio per conto della FAO, UNDP, CNR, Ministero degli Affari Esteri o per invito di Autorità locali in Africa del Nord (Marocco, Algeria, Tunisia, Libia, Egitto), Medio Oriente (Cipro, Israele, Libano, Giordania, Siria, Turchia, Emirati Arabi, Yemen, Afghanistan), Estremo oriente (Cina, Giappone), Australia, Nuova Zelanda ed ha effettuato ripetute visite nella maggioranza dei Paesi dell'Est europeo, stabilendo rapporti di collaborazione scientifica con varie Istituzioni".
  • Xylella
Altri contenuti a tema
Xyella, Coldiretti Puglia: "Dodici nuovi ulivi infetti in provincia di Bari" Xyella, Coldiretti Puglia: "Dodici nuovi ulivi infetti in provincia di Bari" L'associazione: "Monitoraggi col contagocce, solo 15 squadre impegnate rispetto alle 90 dell'anno scorso"
Xylella, lo studio del Politecnico di Bari per curare la malattia Xylella, lo studio del Politecnico di Bari per curare la malattia Un percorso dedito alla diagnosi precoce per una più facile cura della patologia
Xylella, dalla Regione Puglia nuovi indennizzi per gli agricoltori danneggiati dal batterio Xylella, dalla Regione Puglia nuovi indennizzi per gli agricoltori danneggiati dal batterio Emiliano e Pentassuglia: «Misura che si aggiunge a quella dell’erogazione in favore dei Comuni più colpiti di 68 milioni»
Xylella, dalla Regione Puglia 67 milioni di indennizzi a 108 comuni Xylella, dalla Regione Puglia 67 milioni di indennizzi a 108 comuni Emiliano: «Diamo attuazione a un importante pezzo del piano di rigenerazione olivicola». Sono 3.155 le aziende interessate
La Xylella minaccia Monopoli, via agli espianti dei primi ulivi infetti La Xylella minaccia Monopoli, via agli espianti dei primi ulivi infetti Dopo l'espianto già effettuato di due alberi da lunedì Arif procederà all'abbattimento di alcuni esemplari malati
Xylella nella Piana degli ulivi monumentali. Coldiretti Puglia: «Distrutto un terzo degli alberi» Xylella nella Piana degli ulivi monumentali. Coldiretti Puglia: «Distrutto un terzo degli alberi» L'associazione di categoria: «Italia privata di un patrimonio di valore inestimabile. Malattia estesa per 8mila chilometri quadrati»
Focolaio Xylella a Monopoli, Arif Puglia: «Una cinquantina gli ulivi infetti» Focolaio Xylella a Monopoli, Arif Puglia: «Una cinquantina gli ulivi infetti» Prima volta nella zona cuscinetto. Il direttore Ferraro: «Presto l'abbattimento degli alberi malati»
Focolaio Xylella in agro di Monopoli, Regione Puglia: «Subito eradicazioni delle piante infette» Focolaio Xylella in agro di Monopoli, Regione Puglia: «Subito eradicazioni delle piante infette» Emiliano e l’Osservatorio fitosanitario: «Ispezioni tempestive per isolare la zona». Coldiretti: «Notizia grave ma non inaspettata»
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.