tribunale
tribunale
Cronaca

Accusato di violenza sessuale sulla dottoressa, il Tribunale di Bari lo assolve: «Denuncia in ritardo»

I fatti contestati a un 52enne di Acquaviva risalgono al 2017, e sono relativi a presunte molestie in una guardia medica

Il gup del Tribunale di Bari ha assolto Maurizio Zecca, 52enne di Acquaviva delle Fonti, accusato di violenza sessuale su una dottoressa in una guardia medica della provincia di Bari. La decisione del Tribunale arriva perché la denuncia da parte della presunta vittima era arrivata in ritardo, oltre i sei mesi dal fatto previsti dalla legge allora in vigore (il nuovo "Codice rosso" estende il periodo a un anno).

I fatti contestati a Zecca risalgono al 2017. Il caso era già stato valutato dal Tribunale del Riesame di Bari, che aveva sottoposto Zecca agli arresti domiciliari solo per il reato di stalking; la Procura di Bari impugnò la decisione e ottenne dalla Cassazione l'annullamento del provvedimento di scarcerazione e il rinvio della valutazione relativa al caso. La palla passò così di nuovo al Riesame, che decise per l'obbligo di dimora e il divieto di avvicinamento alla vittima per il reato di stalking, facendo così cadere l'accusa di violenza sessuale.

Per l'accusa di stalking Zecca è stato condannato a sei mesi di carcere, in attesa che si pronunci la Corte d'Appello. Secondo gli inquirenti, l'uomo avrebbe tormentato la dottoressa con minacce di morte e telefonate notturne, tanto che la vittima fu costretta a chiedere tre cambi di sedi lavorative in pochi mesi.
  • Stalking
  • Violenza sessuale
  • tribunale di bari
Altri contenuti a tema
Prevenzione Coronavirus, al Tribunale di Bari udienze a porte chiuse Prevenzione Coronavirus, al Tribunale di Bari udienze a porte chiuse Testimoni, avvocati e parti residenti nelle "zone rosse" di Lombardia e Veneto devono dichiararlo
Processo escort, Procura di Bari chiede conferma della condanna per Tarantini Processo escort, Procura di Bari chiede conferma della condanna per Tarantini Stessa misura anche proposta per "l'ape regina" Sabina Began e per il pr milanese Peter Faraone
Crac Popolare di Bari, in tribunale l'udienza Jacobini. Protestano i risparmiatori Crac Popolare di Bari, in tribunale l'udienza Jacobini. Protestano i risparmiatori Il comitato ha organizzato un sit in all'esterno del palazzo di giustizia. Si discute il rilascio dei due ex amministratori della banca
Neonata morta in spiaggia a Monopoli, pena ridotta a 11 anni per la mamma Neonata morta in spiaggia a Monopoli, pena ridotta a 11 anni per la mamma La giovane aveva abbandonato la piccola nata sana subito dopo il parto, riconosciuta la seminfermità mentale della donna al momento del fatto
Maltrattamenti nell'asilo a Capurso, chiesta condanna a due anni per la maestra Maltrattamenti nell'asilo a Capurso, chiesta condanna a due anni per la maestra Secondo l'accusa la donna avrebbe vessato i bambini con schiaffi, spintoni e altri atti di violenza
Affari illeciti dei Capriati nel porto di Bari, 24 condanne Affari illeciti dei Capriati nel porto di Bari, 24 condanne Il clan gestiva il servizio di logistica e assistenza nello scalo cittadino e imponeva ai commercianti l'acquisto loro prodotti
Gestivano un traffico di droga in provincia di Bari, dieci condanne Gestivano un traffico di droga in provincia di Bari, dieci condanne Pene dai 15 ai 6 anni. Al comando dell'organizzazione con base a Capurso ci sarebbe stata una giovane coppia
Nuovo polo della giustizia di Bari, il 20 gennaio via al tavolo tecnico Nuovo polo della giustizia di Bari, il 20 gennaio via al tavolo tecnico L'incontro è stato convocato nella sede del Ministero. A luglio lo stanziamento di 94 milioni per costruire la struttura
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.