Computer
Computer
Scuola e Lavoro

A Bari aumentano gli occupati, nonostante il Coronavirus

La percentuale si attesta al 53,3%, mentre i disoccupati sono il 9,3%. Ma non è tutto oro

Nel 2020 a Bari il tasso di occupazione è del 53,3%, il più alto tra le grandi città del Sud e in leggera crescita rispetto al 2019, a fronte di un calo a livello nazionale dell'1,8%. Parallelamente il tasso di disoccupazione si attesta al 9,3%, diminuendo di quasi un punto percentuale rispetto all'anno precedente: nell'anno della pandemia, in questo senso, si registra il dato migliore degli ultimi 15 anni, paragonabile solo a quello del 2008, prima della crisi finanziaria, in cui era del 9,7%. A certificarlo sono i dati Istat sull'occupazione IV trimestre 2020. Dati che però, secondo il segretario generale della UIL di Puglia, Franco Busto: «Vanno presi con le pinze, perché ci sono tanti fattori in gioco, a conseguenza dell'emergenza pandemica, che potrebbero aver influito sulle tendenze numeriche».

«È indubbio – spiega Busto – che misure, fortemente volute dal sindacato, come il blocco dei licenziamenti o la proroga degli ammortizzatori sociali, abbiamo giocato un ruolo fondamentale. Senza il blocco dei licenziamenti, infatti, probabilmente la situazione sarebbe stata ben diversa, considerando la profonda crisi economica che l'emergenza Covid ha causato. Inoltre, bisogna considerare che tanti lavoratori che hanno comunque perso il proprio posto di lavoro non si sono ancora iscritti alle liste di collocamento, a causa delle restrizioni, magari solo per timore di raggiungere gli uffici preposti o per le complicanze dovute allo svolgimento di tante attività di servizio pubblico in smart working e online».

«Certo è – conclude Busto – che ora bisogna attivarsi affinché chi il posto di lavoro ancora ce l'ha, almeno sulla carta o grazie al supporto della cassa integrazione possa conservarlo nel prossimo futuro, quando l'emergenza sarà passata e, quindi, le misure di contenimento verranno meno. Così come bisogna affrontare la questione dei nuovi lavori che la pandemia per forza di cose imporrà al mercato economico e produttivo. In tal senso, gli investimenti delle risorse europee disponibili nel programma Next Generation saranno fondamentali».
  • lavoro
Altri contenuti a tema
Infortuni sul lavoro, siglato protocollo tra Asl Bari, Inail e Procura Infortuni sul lavoro, siglato protocollo tra Asl Bari, Inail e Procura Longo (Spesal): "Obiettivo dare priorità alle modalità di conduzione delle indagini e migliorare i flussi informativi"
Lavoro, McDonald's cerca 118 dipendenti per i ristoranti di Bari e Casamassima Lavoro, McDonald's cerca 118 dipendenti per i ristoranti di Bari e Casamassima C'è tempo fino al 3 ottobre per partecipare alle selezioni online per entrare a far parte del team McDonald's
Il rosa domina in Asset Puglia, è donna il 58,3% dei dipendenti Il rosa domina in Asset Puglia, è donna il 58,3% dei dipendenti Una percentuale che anticipa l’introduzione del gender responsive public procurement
Imprese in Puglia, i giovani le bocciano e cercano lavoro fuori Imprese in Puglia, i giovani le bocciano e cercano lavoro fuori È quanto emerge da un sondaggio avviato dall'Osservatorio “Mass Media, Società e Mercato” che andrà avanti fino ad ottobre
Il nuovo assegno per il nucleo familiare in vigore dal primo luglio Il nuovo assegno per il nucleo familiare in vigore dal primo luglio I chiarimenti dell'esperto Giovanni Assi su un tema che in queste ore sta interessando milioni di italiani
Regione Puglia, entro luglio via al concorso per oltre mille posti Regione Puglia, entro luglio via al concorso per oltre mille posti Il piano, già predisposto dall’Assessore al Personale Gianni Stea, sarà presentato nei prossimi giorni
Primo Maggio a Bari, Decaro: «Negozi aperti festeggiano il lavoro ritrovato» Primo Maggio a Bari, Decaro: «Negozi aperti festeggiano il lavoro ritrovato» Gigia Bucci (Cgil): «Necessario ripartire dal lavoro, ma anche dalle condizioni di sicurezza e tutela dei lavoratori»
Regione Puglia, raggiunto l'accordo ci saranno 1.021 assunzioni Regione Puglia, raggiunto l'accordo ci saranno 1.021 assunzioni L'assessore Stea: "Adesso spetta al Formez, la piattaforma utilizzata per i concorsi, accelerare le procedure"
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.