football atletico acquaviva
football atletico acquaviva
Calcio

Violenza nel calcio dilettantistico, il derby di Coppa Puglia finisce a botte

La Football Acquaviva ha ritirato la squadra durante la partita contro l'Atletico Acquaviva: «Dagli avversari pugni e gomitate». La risposta: «Vittimismo»

Un nuovo caso di violenza nel calcio dilettantistico. Volano pungi e gomitate nel derby di Coppa Puglia fra Football Acquaviva e Atletico Acquaviva, con la Football che al 65' ha ritirato la squadra, sostenendo che l'incolumità dei propri giocatori fosse in pericolo, quando si era sul risultato di 0-0.

«La decisione, presa unanimemente da tutti i dirigenti della società, è stata determinata dal reiterato comportamento scorretto, antisportivo e violento posto in essere dai calciatori della squadra avversaria che, in più di un episodio, tanto nel primo tempo quanto nel secondo a gioco fermo e con la palla lontana, colpivano con pugni e gomitate, al volto e al corpo, gli atleti della Football Acquaviva tanto da rendere necessari e ripetuti gli interventi in campo da parte dello staff sanitario - scrive la Football in un comunicato molto duro. Il perpetuarsi di tali episodi, che ha messo gravemente e gratuitamente a repentaglio l'incolumità dei propri tesserati, ha indotto la società a ritirare la squadra dal campo, anteponendo alla ricerca del risultato sportivo la tutela della salute dei giovani calciatori (in campo erano al momento presenti tra le fila della Football due calciatori non ancora diciassettenni, un calciatore di diciotto anni e tre atleti diciannovenni)».

Dall'altra parte l'Atletico risponde con un contro-comunicato e pubblicando le immagini integrali della partita sulla propria pagina Facebook. «Considerato l'enorme clamore creato a dovere da chi non ha etica sportiva, rispetto della verità, considerate le tendenze persecutorie frammiste a punte di vittimismo, tra le più squallide, strumentalizzando anche la giovane età di alcuni atleti, considerata la spiccata attitudine all' auto commiserazione, all' auto beatificazione realizzate attraverso la demonizzazione dell'avversario, questa società ritiene opportuno pubblicare la registrazione dell'intera partita di Coppa disputatasi e conclusasi con una censurabilissima "esibizione da circo", al fine di consentire, con la massima trasparenza, a ciascuno, di valutare e trarre conclusioni oggettive ed imparziali».

«Non potevamo permettere che i nostri valori e il nostro impegno venissero sminuiti da questi comportamenti antisportivi - continua il comunicato della Football Acquaviva. Abbiamo voluto dare un segnale forte ma soprattutto un segnale diverso da quello che il campo stava restituendo. Quelli che noi consideriamo figli della nostra Città, i nostri atleti – la maggior parte provenienti dal nostro settore giovanile – erano lì per giocare un derby che sentivano loro, per il quale stavano mettendo tutto l'impegno possibile, al massimo del proprio agonismo, per raggiungere il loro obiettivo: divertirsi e vincere. Questo purtroppo non è stato possibile perché di calcio se n'è visto poco».

Dall'Asd Atletico rincarano la dose, ricordando che un dirigente della Football è stato inibito a seguito del ritiro della squadra, e aggiungendo che «Al momento della sospensione della gara il bilancio dei cartellini gialli era di 5 per Asd Football e di 2 per Asd Atletico Acquaviva, con il loro allenatore sugli spalti, o meglio, alle spalle delle panchine a dirigere la squadra, su una tribuna non omologata sulla quale non dovrebbe esserci nessuno, squalificato per oltre un mese, reo di non aver diffuso l'insegnamento dei valori della sua società al mondo intero di come ci si comporta durante una gara agonistica».
  • Violenza
  • Calcio
Altri contenuti a tema
Rissa in piazza Risorgimento, Leonetti: «Chiesto un presidio di sicurezza» Rissa in piazza Risorgimento, Leonetti: «Chiesto un presidio di sicurezza» Ieri sera il ferimento di due giovanissimi. Il presidente risponde alle richieste di cittadini e commercianti
Da undici anni picchia moglie e figlie, 48enne raggiunto dall'obbligo di allontanamento Da undici anni picchia moglie e figlie, 48enne raggiunto dall'obbligo di allontanamento La donna ha avuto il coraggio di denunciare lo scorso aprile dopo una violenta lite in famiglia, l'ennesima a partire dal 2009
Monopoli, deruba e maltratta un anziano per organizzare "droga party" in casa. Arrestato finto badante Monopoli, deruba e maltratta un anziano per organizzare "droga party" in casa. Arrestato finto badante In manette un 49enne residente a Polignano. L'uomo, con precedenti, si era fatto consegnare dal suo assistito la carta di credito
Violenza domestica, episodi tra Monopoli e Alberobello Violenza domestica, episodi tra Monopoli e Alberobello La polizia è intervenuta in due casi di stalking e in altri due per divieto di avvicinamento
Picchiò la compagna in strada a Bari, scatta l'arresto Picchiò la compagna in strada a Bari, scatta l'arresto Nonostante la 23enne non avesse voluto fare denuncia, l'uomo è stato portato in carcere su disposizione della procura
Picchia la convivente per strada, identificato grazie a un video social Picchia la convivente per strada, identificato grazie a un video social La donna, rintracciata dalla polizia, non ha voluto denunciare il 45enne, che è stato deferito all'autorità giudiziaria in base al Codice Rosso
Spaccio, violenza, furti e violazione del decreto Coronavirus: due arresti e sette denunce a Bari Spaccio, violenza, furti e violazione del decreto Coronavirus: due arresti e sette denunce a Bari Si intensificano i controlli della polizia in città. A quasi tutti è stata contestata la mancata osservanza del Dpcm 9 marzo
Continue percosse alla moglie, arrestato 45enne in provincia di Bari Continue percosse alla moglie, arrestato 45enne in provincia di Bari La donna dopo l'ennesima aggressione ha chiamato il 112, l'uomo è ora accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.