bari castrovillari. <span>Foto SSC Bari</span>
bari castrovillari. Foto SSC Bari
Calcio

Una vittoria di nervi, il Bari vicino al traguardo. Partito il count down promozione

Il successo di rabbia e sofferenza contro il Castrovillari lancia i biancorossi verso il traguardo della C. Cornacchini: «Restiamo sereni»

Una vittoria per far partire la volata promozione. Il Bari se l'è dovuta sudare, ma alla fine arrivano 3 punti di platino per accelerare i tempi verso una Serie C che ormai sembra solo questione di matematica. Eppure per avere ragione del coriaceo Castrovillari i ragazzi di Cornacchini hanno dovuto faticare, e non poco. Il 3-1 finale racconta una storia leggermente diversa da quella che ha espresso il campo: più di una difficoltà i biancorossi hanno accusato al cospetto della squadra ordinata e gagliarda messa in campo da mister Marra. Difesa nei limiti dell'indispensabile e un'attitudine offensiva che ha disorientato il Bari soprattutto nella ripresa, quando il risultato di 1-1 dava ragione alla prova dei calabresi.

I galletti hanno avuto il merito di sbloccarla a metà del primo tempo con il jolly pescato da Hamlili dalla media distanza per abbattere il forte dei Lupi del Pollino; poi ha iniziato a salire in cattedra l'arbitro Scarpa e la partita ha preso una piega diversa. Il rigore concesso al Castrovillari per l'intervento di Hamlili su Puntoriere (realizzato poi dallo stesso attaccante) è apparso piuttosto generoso, esattamente come quello concesso al Bari per l'atterramento di Simeri da parte del portiere Galluzzo. Una gestione dei cartellini opinabile e l'errore di Simeri dal dischetto hanno fatto il resto: una ripresa troppo nervosa da parte del Bari a partire dal suo centravanti (entrato in condizioni fisiche precarie come ha ricordato Cornacchini nel post gara) che ha tolto il pallone al capitano Brienza e ha calciato un rigore da censura.

Poi, però, la buona sorte ha fatto la sua parte: la deviazione fortuita di Liguori sul tiro cross calciato da Di Cesare, la palla che va in rete, una vittoria che sembrava stregata e che all'ultimo secondo trova il suggello con Iadaresta, servito da un Simeri stavolta ineccepibile. "La fortuna aiuta gli audaci", recita un vecchio adagio di saggezza popolare. E Cornacchini di audacia ne ha avuta, e non poca: la scelta di passare a un ultra offensivo 4-2-4 nel finale, con Iadaresta e Simeri di punta, Neglia e Liguori larghi e Brienza in mediana al fianco di Bolzoni, presuppone coraggio e incoscienza in dosi uguali.

«Dobbiamo stare più sereni, il goal può arrivare anche al 90'», il mantra che ripete Cornacchini da inizio stagione. Facile a dirsi, un po' meno a farsi. Le pressioni ci sono, è inutile negarlo. Ora ancora di più in vista di un traguardo che non è un semplice traguardo, ma una vera e propria liberazione per tutto un popolo, sceso nell'inferno del calcio dilettantistico insieme alla sua squadra. Undici punti di vantaggio a sette giornate dalla fine sono una bella ipoteca; di fatto mancano soli altri 11 punti, posto che la Turris dietro non faccia altri passi falsi. Il conto alla rovescia è iniziato: bisogna stare sereni, poi sarà - finalmente - festa.
  • ssc bari
Altri contenuti a tema
SSC Bari, il 17 luglio amichevole con la Fiorentina a Moena SSC Bari, il 17 luglio amichevole con la Fiorentina a Moena Ufficializzato il primo appuntamento con una squadra di Serie A durante il ritiro estivo a Bedollo che partirà il 12 luglio
Bari for Special, la squadra biancorossa a Coverciano per le finali del torneo di "Quarta categoria" Bari for Special, la squadra biancorossa a Coverciano per le finali del torneo di "Quarta categoria" Dal 21 al 23 giugno sui campi del centro federale la sfida di calcio a 7 fra le formazioni di ragazzi con disabilità. Prima partita contro la Juventus
La SSC Bari diventa società per azioni. Luigi De Laurentiis amministratore unico La SSC Bari diventa società per azioni. Luigi De Laurentiis amministratore unico Depositati i rogiti notarili nella sede di Filmauro come disposto dalla Figc con il passaggio al professionismo
SSC Bari, nasce la Scuola calcio ufficiale. De Laurentiis: «Tassello importante» SSC Bari, nasce la Scuola calcio ufficiale. De Laurentiis: «Tassello importante» La cantera biancorossa al via grazie alla collaborazione con l'Intesa sport club. Il presidente: «Ricostruiamo rapporto col territorio»
Settore giovanile SSC Bari, il 3 e 5 giugno i raduni selettivi Settore giovanile SSC Bari, il 3 e 5 giugno i raduni selettivi Appuntamento al campo Capocasale per i calciatori nati fra il 2002 e il 2005
SSC Bari, la stagione si chiude ad Avellino. Il pagellone dei biancorossi SSC Bari, la stagione si chiude ad Avellino. Il pagellone dei biancorossi La sconfitta in casa degli irpini mette fine alla poule scudetto della squadra di Cornacchini. Tutti promossi, o quasi
Avellino-Bari 1-0, Cornacchini: «C'è rammarico, non meritavamo di perdere» Avellino-Bari 1-0, Cornacchini: «C'è rammarico, non meritavamo di perdere» Il tecnico nel post-gara: «Preso un goal evitabile, c'era una rete regolare». Hamlili: «Stagione molto positiva»
La poule scudetto del Bari finisce qui. Sconfitta 1-0 ad Avellino: i biancorossi sono fuori La poule scudetto del Bari finisce qui. Sconfitta 1-0 ad Avellino: i biancorossi sono fuori Decide la rete di De Vena a inizio ripresa. Tre goal annullati alla squadra di Cornacchini per fuorigioco, dopo una prestazione di buon livello
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.