avellino-bari. <span>Foto ssc bari</span>
avellino-bari. Foto ssc bari
Calcio

L’Avellino passa di rigore, il Bari è fuori dalla coppa Italia di serie C

Di Paolantonio a inizio ripresa condanna i biancorossi dal dischetto: 1-0. Troppe occasioni sprecate dai galletti

Finisce al gironcino preliminare l'avventura in coppa Italia di serie C per il Bari: i biancorossi cadono 1-0 al Partenio-Lombardi contro l'Avellino e sono fuori dalla coppa nazionale di categoria. A decidere la partita è un rigore di Alessandro Di Paolantonio a inizio ripresa, dopo un primo tempo costellato di occasioni non convertite dai biancorossi di mister Cornacchini. Parentesi subito da archiviare; domenica prossima si parte col campionato, e nel mirino c'è da mettere la trasferta sul campo della Sicula Leonzio.

Simeri più Antenucci, c'è Schiavone – Sorprese nel 4-4-2 predisposto da Cornacchini: se la scelta di schierare dal 1' Simeri al fianco di Antenucci in avanti era già stata annunciata, novità piovono a centrocampo. Panchina per Hamlili e Folorunsho, in mezzo ci sono Scavone e Schiavone, all'esordio in biancorosso; larghi Kupisz e Terrani. In difesa riposa Costa, c'è Corsinelli a sinistra; Berra a destra, Perrotta e Sabbione al centro, Frattali (ex di turno) in porta. Ignoffo risponde schierando il suo Avellino con il 3-5-2: Abibi in porta, Zullo, Morero e Laezza in difesa. Celjak e Micovschi esterni, Palmisano, Di Paolantonio, Rossetti al centro. Alfageme e l'ex Albadoro in avanti.

Tante emozioni, zero reti - È subito il Bari a rendersi pericoloso: al 5' Simeri va in rete, ma sul lancio profondo di Terrani scatta in offside e l'arbitro Costanza annulla. Al 7' è ancora Simeri a farsi vedere scattando alle spalle della difesa, ma il portiere Abibi in uscita disperata fa opposizione. Al 15' altra super possibilità per il Bari, con Perrotta che da zero metri spara alto un comodo tap-in da azione di corner. Il difensore pugliese si fa perdonare 2' più tardi chiudendo la strada a Micovschi nell'area ospite. È comunque il Bari che in avvio fa vedere le cose migliori, con Schiavone che riesce a mettere ordine e geometrie in mezzo al campo. A metà frazione si rivede l'Avellino, che con il passare dei minuti prende coraggio: al 24' il tiro di Di Paolantonio da fuori è disinnescato da Frattali. Al 32' ancora Bari pericoloso: Terrani da sinistra rientra sul destro ma centra Zullo, che si salva in corner. Al 35' è l'altro centrale del Bari ad avere l'occasione buona: cross da calcio piazzato sulla destra di Schiavone, Sabbione stacca ma mette di poco a lato. Passa 1' e dai 20 metri è Scavone col mancino ad andare vicino al goal, ma la palla è di poco alta. Al 39' si rivede l'Avellino ancora con Di Paolantonio, ma il suo destro al volo dal limite finisce in curva. A chiudere la giostra delle emozioni nel primo tempo è ancora il Bari: punizione dal limite di Schiavone deviata dalla barriera che per poco non inganna Abibi. Nel finale di frazione solo il doppio giallo a Terrani e Morero.

Lupi di rigore - Nella ripresa Cornacchini lascia negli spogliatoi Berra per far posto a Costa; Ignoffo sostituisce Morero con Njie. Al 51' è proprio in neo entrato Njie a creare l'occasione buona per l'Avellino, mandando la palla sul braccio di Perrotta in area: è rigore. Di Paolantonio spiazza Frattali per il vantaggio irpino al 52'. La girandola dei cambi inizia con le sostituzioni di Palmisano e Albadoro per Silvestri e Parisi nei padroni di casa, e con il doppio cambio Floriano-Neglia al posto di Terrani e Corsinelli, con Kupisz che si sposta in difesa. Al 72' è proprio Floriano a farsi vivo, ma la sua battuta al volo di destro dal limite si perde fuori. A 18' dalla fine Cornacchini toglie uno spento Antenucci per far posto al dinamismo di Florunsho, ed è proprio il mediano ex Lazio al 77' al colpire di testa su cross da fermo di Costa, ma fuori misura. Al 79' l'ultima, disperata, mossa di Cornacchini, che fa esordire il centravanti Ferrari richiamando Scavone. All'81' altra grande occasione per il Bari con Simeri, che di tacco converte in goal il cross di Kupisz, ma era in offside. Minuti finali concitati, con Laezza che si azzuffa con Costa; Costanza ammonisce entrambi. Giallo anche per Sabbione, autore di un brutto fallo a centrocampo. Al 91' giallo in area Avellino, con Celjak che centra con il braccio un cross di Floriano, ma per l'arbitro è tutto regolare. Passa un giro di lancette e Neglia, servito da Simeri, si fa bloccare il suo destro dal limite dell'area piccola prima da Laezza, poi da Abibi. Non succede di fatto più nulla: dopo 5' di recupero l'Avellino la chiude 1-0, il Bari è fuori dalla coppa Italia serie C.
  • ssc bari
Altri contenuti a tema
Paganese-Bari, Vivarini ne porta ventiquattro. Torna Scavone Paganese-Bari, Vivarini ne porta ventiquattro. Torna Scavone Dalla lista dei convocati resta fuori solo D'Ursi, il cui rientro è previsto per la prossima settimana
Verso Paganese-Bari, Vivarini: «Sarà 4-3-1-2. Mie frasi sulla Reggina male interpretate» Verso Paganese-Bari, Vivarini: «Sarà 4-3-1-2. Mie frasi sulla Reggina male interpretate» Il mister smorza le polemiche della settimana: «Estrapolate poche parole da un discorso più ampio. Adesso dobbiamo lavorare e avere continuità»
SSC Bari, il giovane portiere Turi convocato in nazionale per il torneo under15 SSC Bari, il giovane portiere Turi convocato in nazionale per il torneo under15 Il promettente prodotto del settore giovanile biancorosso sarà l'unico calciatore proveniente dalla Lega pro a volare in Portogallo
SSC Bari, parla Bianco: «Nuovo modulo? Il tempo ci dirà se è la strada giusta» SSC Bari, parla Bianco: «Nuovo modulo? Il tempo ci dirà se è la strada giusta» Il centrocampista biancorosso: «Domenica a Pagani altra trasferta difficile. Dobbiamo puntare a essere padroni del campo»
Paganese-Bari, arbitra Andrea Colombo di Como Paganese-Bari, arbitra Andrea Colombo di Como Il fischietto lombardo sarà coadiuvato da Santi Francesco di Prato e Pragliola Federico di Terni.
Di Cesare fa 100 presenze con il Bari: «Grande soddisfazione. Con Paparesta il momento più duro» Di Cesare fa 100 presenze con il Bari: «Grande soddisfazione. Con Paparesta il momento più duro» Il capitano: «A inizio stagione ce l'avevo con la stampa, le critiche erano esagerate. Salire in B per me sarebbe vincere una scommessa»
Un derby per ritrovare il successo esterno. Il Bari cambia volto e torna a convincere Un derby per ritrovare il successo esterno. Il Bari cambia volto e torna a convincere Decisivi il passaggio al 4-3-1-2 operato da Vivarini e la mentalità propositiva mostrata dalla squadra contro il Bisceglie
Bisceglie-Bari 0-3, Vivarini: «Bravi a mostrare nostre qualità». Antenucci: «Goal? Conta anche altro» Bisceglie-Bari 0-3, Vivarini: «Bravi a mostrare nostre qualità». Antenucci: «Goal? Conta anche altro» Il mister: «Abbiamo lavorato molto sul 4-3-1-2. Una vittoria importante». Il bomber: «Tre reti a partita non le fa neanche Ronaldo»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.