Prof Ettore Cicinelli
Prof Ettore Cicinelli
Attualità

Trattamenti all’avanguardia al Policlinico di Bari per la conservazione della fertilità in donne con tumore all’utero

Nel 2022 sono stati effettuati 30 interventi in giovani pazienti con carcinoma cervicale in stadi iniziali che potranno affrontare future gravidanze

Una gravidanza è possibile anche dopo un tumore all'utero. La preoccupazione di non riuscire ad avere figli dopo il trattamento rimane una delle paure primarie nelle donne con diagnosi sotto i 40-45 anni, perché il trattamento dei tumori ginecologici tradizionale può implicare sterilità permanente. La fertility-sparing surgery è invece una tecnica chirurgica volta a preservare la fertilità nelle pazienti con carcinoma cervicale in stadi iniziali che viene eseguita regolarmente al Policlinico di Bari.

"Nell'ultimo anno abbiamo fatto ricorso in oltre 30 casi alla fertility-sparing surgery", spiega il prof. Ettore Cicinelli direttore dell'unità operativa di ostetricia e ginecologia dell'azienda ospedaliero universitaria barese.

"L'indicazione a una chirurgia conservativa – aggiunge – per ogni singola paziente viene valutata da un team multisciplinare composto da ginecologo, oncologo, anatomo-patologo, radiologo attraverso la valutazione degli esami diagnostici insieme ai risultati della diagnostica per immagini".

Nel dettaglio spiega il prof. Cicinelli: "Abbiamo effettuato 30 interventi di trachelectomia semplice, una procedura che lascia in sede l'utero asportando solo la cervice, e un caso di trachelectomia radicale con linfoadenctomia laproscopica, ovvero la rimozione dei linfonodi sentinella, in donne giovani con carcinoma cervicale in stadi iniziali. Le pazienti hanno avuto un trattamento esaustivo da un appunto di vista oncologico e sono attualmente in follow up con conservazione in tutti i casi della loro fertilità".

Questo tipo di trattamento conservativo richiede particolare expertise diagnostica e strumentazioni all'avanguardia per colposcopia, biopsia mirata anche con ausilio di anse diatermiche e anche l'impiego del laser disponibile presso gli ambulatori di colposcopia e di strumentazioni per accesso mini invasivo laparoscopico presenti al Policlinico di Bari.
  • Sanità
  • Donne
  • Policlinico
Altri contenuti a tema
Protesi del polso: primo impianto nel sud Italia al Policlinico di Bari Protesi del polso: primo impianto nel sud Italia al Policlinico di Bari Il paziente, un uomo di 57 anni, riesce a muovere l'arto e non ha più alcuna limitazione nella sua attività lavorativa
Riapre il centro vaccinazioni del quartiere San Paolo Riapre il centro vaccinazioni del quartiere San Paolo Domani, alle ore 12, un incontro tra il direttore generale ASL e il personale del Dipartimento di prevenzione
Un team barese nella scoperta internazionale dei marcatori di malattie renali Un team barese nella scoperta internazionale dei marcatori di malattie renali Gesualdo: "I risultati rappresentano un passo avanti significativo nella comprensione e nel trattamento delle podocitopatie"
Donazione dei Lions alla neonatologia del Policlinico di Bari Donazione dei Lions alla neonatologia del Policlinico di Bari Donato uno scalda biberon elettronico ospedaliero dai Lions Club Bari Città Metropolitana
Oncologia, installata a Bari la campana della vittoria per segnare la fine di un ciclo di terapia Oncologia, installata a Bari la campana della vittoria per segnare la fine di un ciclo di terapia Secondo la tradizione britannica, si suona per celebrare il ritorno a casa dei pazienti
Riunione maggioranza su sanità, le dichiarazioni di Emiliano Riunione maggioranza su sanità, le dichiarazioni di Emiliano «Non c’è bisogno di un nuovo assessore, abbiamo deciso di gestire la delega alla sanità con tutto il Consiglio regionale»
Un hub materno infantile pediatrico integrato tra Policlinico, Giovanni XXIII e Asl Bari Un hub materno infantile pediatrico integrato tra Policlinico, Giovanni XXIII e Asl Bari L'obiettivo è offrire percorsi semplificati per le famiglie
Premio “Laudato Medico 2024” all’oncologa Stefania Stucci del Policlinico di Bari Premio “Laudato Medico 2024” all’oncologa Stefania Stucci del Policlinico di Bari La dottoressa fa parte della Breast care unit che Agenas ha certificato essere il primo centro in Puglia per la senologia interventistica nel 2022
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.