sversamenti in mare
sversamenti in mare
Territorio

Sversamenti di liquami nel mare di Bari, niente bagni a Torre Quetta

Firmata l'ordinanza sul lungomare Di Cagno Abbrescia dopo le analisi di Arpa. Decaro: «Problema delle fogne non può essere rimandato»

Le analisi di Arpa Puglia danno esito positivo, scatta l'ordinanza che istituisce il divieto di balneazione sul lungomare Di Cagno Abbrescia di Bari, nella zona di Torre Carnosa. Il divieto è valido lungo la costa dall'argine sud del Torrente Valenzano, comprendente la spiaggia di Torre Quetta, interamente interessata dal divieto, e giunge fino a 300 metri circa prima del Lido Il Trullo (che invece non è compreso nel divieto).

Il provvedimento si è reso necessario a seguito delle nuove attività di sversamento in mare di liquami, effettuate da Acquedotto Pugliese e dovute ad alcuni lavori urgenti per la messa in sicurezza dell'impianto di sollevamento di Torre del Diavolo nella zona di Japigia, all'altezza del Sacrario dei Caduti di oltremare. Questa mattina gli esiti dei prelievi effettuati da ARPA Puglia hanno dato esito positivo rispetto alla qualità dell'acqua nella zona interessata. «Ho appena firmato un'ordinanza che mai avrei pensato di dover emanare da sindaco della nostra città: di divieto di balneazione della spiaggia cittadina di Torre Quetta - commenta il sindaco Antonio Decaro. Purtroppo il provvedimento si è reso obbligatorio, a seguito dei risultati che ARPA ci ha comunicato circa l'esito delle analisi condotte nello specchio d'acqua limitrofo alla zona di Torre Carnosa, dopo gli ultimi sversamenti a Mare di Acquedotto Pugliese. Vietare la balneazione a Torre Quetta significa riportare questa città indietro di tanti anni, a quando c'era l'amianto, significa allontanare di nuovo i baresi dal loro mare e cancellare i sacrifici e il lavoro fatto fino a oggi. Non intendo drammatizzare la situazione, ma i problemi della rete fognaria a Bari non sono più rimandabili, né tantomeno lo sono gli interventi necessari. Ho chiesto ad Aqp di fare tutto quanto è possibile per impedire ulteriori sversamenti dall'impianto di Torre del Diavolo e contemporaneamente di accelerare il progetto da 29 milioni di euro per i lavori sulla rete a monte della condotta Matteotti che mette in crisi l'altra spiaggia cittadina, Pane e Pomodoro. La città di Bari sta giocando una partita importante, sta investendo sul mare e sulle sue risorse, dando prova di aver voglia di crescere e di migliorare. È però difficile chiedere ai cittadini di credere nella nostra città se le istituzioni e le aziende pubbliche non lavoreranno insieme e soprattutto in fretta per risolvere problemi che si sono trascinati per molto, troppo tempo».
  • Antonio Decaro
  • Acquedotto Pugliese
  • Torre Quetta
  • Aqp
Altri contenuti a tema
Alloggi Erp di Bari, Decaro: «A breve consegnate 123 case a Sant'Anna» Alloggi Erp di Bari, Decaro: «A breve consegnate 123 case a Sant'Anna» Stamattina l'incontro in Regione. Il sindaco: «A Mungivacca pronta la conversione a edilizia residenziale se Adisu confermerà di non avere interesse»
Pronta la stazione del Villaggio del Lavoratore, il 17 dicembre l'inaugurazione Pronta la stazione del Villaggio del Lavoratore, il 17 dicembre l'inaugurazione Decaro: «Permetterà il collegamento fra il quartiere e il centro cittadino in pochi minuti»
Bari premia le sue eccellenze, consegnato il "Nicolino d'oro" 2019 Bari premia le sue eccellenze, consegnato il "Nicolino d'oro" 2019 Il riconoscimento va a persone fisiche e giuridiche che si sono distinte in ambito sociale, culturale e nell'imprenditoria
A Bari il primo festival dell'architettura, appuntamento a maggio 2020 A Bari il primo festival dell'architettura, appuntamento a maggio 2020 Il progetto del Comune ottiene un finanziamento di 80mila euro dal Mibact. Decaro: «Primi su 49 proposte»
Percorsi di luce, mercatini e i concerti di Sergio Caputo e Paipers. A Bari un mese di eventi natalizi Percorsi di luce, mercatini e i concerti di Sergio Caputo e Paipers. A Bari un mese di eventi natalizi Le celebrazioni s'intersecheranno con l'inaugurazione del Piccinni. Decaro: «Protagoniste le famiglie». Marzulli: «Un milione di utili di Amgas restituiti ai cittadini»
Bari, 39 anni fa l'omicidio dell'appuntato Giuseppe Filippo Bari, 39 anni fa l'omicidio dell'appuntato Giuseppe Filippo Oggi giornata di commemorazione della vittima di terrorismo. Decaro: "Custodire la memoria è il modo migliore per tenere alta la guardia"
Bari ricorda Benedetto Petrone, ucciso 42 anni fa in un agguato fascista Bari ricorda Benedetto Petrone, ucciso 42 anni fa in un agguato fascista Stamattina la cerimonia nella città vecchia in occasione dell'anniversario della morte del giovane comunista. Decaro: «Una storia di lotta per la libertà»
Bari si prepara al Natale, in piazza Ferrarese arriva il grande albero Bari si prepara al Natale, in piazza Ferrarese arriva il grande albero Decaro: «Parte il vero conto alla rovescia per dare il via alle nostre feste»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.