Arif
Arif
Scuola e Lavoro

Stabilizzazione dei dipendenti Arif, revocato lo sciopero del 31 gennaio a Bari

Sindacati soddisfatti dopo l'incontro nella sede della Regione Puglia: «Continueremo a lavorare per abolizione del precariato»

Passo indietro dei lavoratori dell'agenzia regionale Arif, che avevano indetto uno sciopero per il 31 gennaio davanti alla sede della presidenza della Regione Puglia, sul lungomare di Bari. A comunicare la decisione sono le sigle sindacali Fai, Flai e Uila, che in una nota spiegano di aver considerato «Proficuo l'incontro alla presenza del consigliere del presidente Emiliano, Domenico De Santis, del commissario straordinario Ranieri e sub commissario Damiani. Un incontro teso a chiarire la posizione dell'Ente sulle stabilizzazioni del personale impiegatizio a tempo determinato (ex Sma) e sulla natura del contratto di lavoro da applicarsi al personale dell'agenzia».

Secondo le tre sigle confederali, «Viene confermata la volontà, come prevista dalle leggi regionali, che i rapporti di lavoro in essere, così come quelli della somministrazione, continuino ad essere regolati dal contratto collettivo di lavoro idraulico forestale. Proprio per tutelare i 900 lavoratori interessati, ai quali viene applicata tale tipologia contrattuale, i sindacati hanno condiviso con la presidenza e l'ente l'avvio del negoziato per il rinnovo del contratto integrativo regionale, successivamente all'espletamento delle procedure concorsuali».

«La necessità di cercare un incontro interlocutorio con i vertici regionali era tesa a definire le procedure di stabilizzazione del personale impiegatizio, in conformità a quanto previsto dal D.Lgs. 75/2017, art. 20. Le organizzazioni continueranno a lavorare per l'applicazione piena della legge Madìa per il superamento del precariato e per elevare sempre più il valore del contratto integrativo di settore. Attendono, quindi, la convocazione per la presentazione del piano dei fabbisogni prevista per il 3 febbraio al fine di verificare nei fatti gli impegni assunti nell'incontro odierno e respingono ogni forma di pseudo-sindacato teso ad avvelenare i rapporti istituzionali e di buona concertazione che da sempre distinguono il sindacato confederale».
  • Sindacati
  • Sciopero
  • Arif
Altri contenuti a tema
Apertura festiva dei negozi anche nella Pasqua col Coronavirus, è protesta Apertura festiva dei negozi anche nella Pasqua col Coronavirus, è protesta Sciopero indetto oggi da Filcams Cgil, che lancia anche la campagna #IoStoConChiSciopera
Negozi di alimentari aperti di domenica in Puglia, via allo sciopero Negozi di alimentari aperti di domenica in Puglia, via allo sciopero Filcams Cgil: «In questi giorni, anche i lavoratori del comparto del commercio sono rimasti colpiti dal COVID-19. Necessaria omogeneità»
Bari, da oggi c'è silenzio nella zona industriale, ferme tutte le grandi aziende Bari, da oggi c'è silenzio nella zona industriale, ferme tutte le grandi aziende Falcetta (Uilm): «Resta il nodo legato a tante e piccole medie imprese del territorio provinciale»
Bari, supermercati chiusi la domenica, Lidl non si adegua. Lavoratori in sciopero Bari, supermercati chiusi la domenica, Lidl non si adegua. Lavoratori in sciopero Barbara Neglia (Filcams Cgil): «Siamo veramente sconcertati da come questa azienda non abbia avuto alcuna sensibilità»
Accordo Regione Puglia-parti sociali, cassa integrazione per tutti i lavoratori dipendenti Accordo Regione Puglia-parti sociali, cassa integrazione per tutti i lavoratori dipendenti In arrivo i primi 106 milioni. A beneficiarne saranno gli impiegati privati, di pesca, agricoltura e terzo settore
Servizio pulizia nelle scuole, in Puglia in 200 restano senza lavoro Servizio pulizia nelle scuole, in Puglia in 200 restano senza lavoro Fuori dalla stabilizzazione in tutta Italia 4 mila dipendenti, sindacati sul piede di guerra: «Scelta precisa del Miur e del Governo»
Conad mette in cassa integrazione 9 mila dipendenti, futuro nero anche in Puglia Conad mette in cassa integrazione 9 mila dipendenti, futuro nero anche in Puglia La comunicazione ai sindacati da Margherita Distribuzione, domani incontro a Roma per la procedura di mobilità delle sedi precedentemente aperta dall'impresa
Popolare di Bari, First Cisl vuole rimuovere i manager ma Fisac Cgil non ci sta Popolare di Bari, First Cisl vuole rimuovere i manager ma Fisac Cgil non ci sta Scontro anche tra i sindacati sulla vicenda che coinvolge l'istituto barese, entro fine marzo il piano dei commissari su esuberi e assetto delle filiali
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.