Il presidio
Il presidio
Cronaca

Sindacalista ucciso a Novara, presidio di solidarietà a Bari

A metterlo in atto la Camera del lavoro Autorganizzata - Cobas Bari davanti al Lidl nei pressi del Ponte Adriatico

Nella giornata di ieri, 19 giugno 2021 una manifestazione per urlare a gran voce la propria rabbia per l'omicidio del sindacalista Adil Belakhdim si è svolta davanti alla Lidl di Bari, nelle vicinanze del Ponte Adriatico.

Ricordiamo che il sindacalista, lavoratore e coordinatore provinciale del sindacato del Sì Cobas, è stato investito e ucciso mentre era in presidio in provincia di Novara, fuori dai cancelli della logistica della LIDL, travolto da un camion assieme a due suoi compagni.

«Una volta dichiarato a tutti e tutte la nostra solidarietà militante alla famiglia di Abdil e i suoi compagni di lotta - scrivono in una nota da Camera del lavoro Autorganizzata - Cobas Bari - abbiamo spiegato quali erano le ragioni della manifestazione in cui è stato ucciso: la lotta contro lo sblocco dei licenziamenti, l'opposizione ai contratti padronali firmati da CGIL-CISL-UIL, la denuncia delle condizioni di lavoro terribili a cui sono sottoposti milioni di lavoratori e l'opposizione irriducibile al Governo di Confindustria targato Draghi. Poi ci si è spostati fuori del supermercato per restare in presidio e proporre interventi, nonché per parlare e volantinare con le persone che andavano a fare la spesa. È stato fortemente e convintamente ribadito l'invito al boicottaggio della catena e della sua grande distribuzione, nella sua interezza, alla luce delle manifeste e note dinamiche di sfruttamento dei lavoratori coinvolti nel comparto della logistica e non solo. Con pari forza, è stata ribadita la vicinanza alla famiglia di Adil e la denuncia del tentativo di depistaggio di giornali, Governo e Confederali che fin da subito hanno annacquato l'omicidio di un lavoratore, di cui emerge sempre la matrice politica e padronale».
  • Sindacati
  • grande distribuzione
Altri contenuti a tema
I sindacati contro il Governo sulla scuola: «Non si riapre per decreto» I sindacati contro il Governo sulla scuola: «Non si riapre per decreto» Ad un mese dall'inizio dell'anno scolastico sembrano ancora tanti i nodi da sciogliere per tornare in presenza
Sindacati in piazza a Bari contro il Decreto Sostegni Sindacati in piazza a Bari contro il Decreto Sostegni "L’obiettivo primario è conquistare la proroga della moratoria sui licenziamenti almeno fino al 31 ottobre"
Carenza di organico nell'istituto penitenziario di Bari, sit-in di protesta Carenza di organico nell'istituto penitenziario di Bari, sit-in di protesta Domani mattina manifestazione davanti al provveditorato regionale in via De Gasperi
Disney chiude tutti i negozi in Italia, Bari ha fatto da apripista Disney chiude tutti i negozi in Italia, Bari ha fatto da apripista Qualche mese fa abbassata definitivamente la saracinesca in via Sparano, ora tremano 230 dipendenti
Puglia, i lavoratori dei servizi museali a rischio licenziamento Puglia, i lavoratori dei servizi museali a rischio licenziamento Proclamato lo stato di agitazione, nei prossimi giorni si terranno dei sit-in dinanzi ai siti museali e archeologici
BRSI srl di Bitritto (Bari), 100 lavoratori a rischio BRSI srl di Bitritto (Bari), 100 lavoratori a rischio L'azienda ha denunciato in commissione di garanzia le segreterie provinciali di Fiom e Uilm per lo sciopero indetto il 12 maggio
Non solo Bari, Eataly chiude anche a Forlì Non solo Bari, Eataly chiude anche a Forlì Sono 85 in totale i dipendenti che rischiano il posto di lavoro
#RiapriAmoBari, la campagna social dei dipendenti Eataly contro la chiusura #RiapriAmoBari, la campagna social dei dipendenti Eataly contro la chiusura Sono 40 i lavoratori a tempo pieno a cui si aggiungono altri 14 part-time, tutti rischiano di restare senza lavoro
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.