Palazzo Del Prete
Palazzo Del Prete
Cronaca

Sesso e soldi per superare gli esami, la Procura di Bari chiede il processo per il professore

I fatti contestati al docente di Giurisprudenza risalgono al quadriennio 2011-2015. Fra i reati ipotizzati anche la concussione

La Procura di Bari chiede il rinvio a giudizio per il docente universitario di Giurisprudenza Fabrizio Volpe, 46enne barese. Concussione, tentata concussione, violenza sessuale aggravata e tentata violenza sessuale nei confronti di due studentesse i reati ipotizzati dall'accusa.

I fatti contestati al professore risalgono al quadriennio 2011-2015. Secondo le ricostruzioni della Procura di Bari, il professore dell'Università di Bari avrebbe chiesto, minacciando le presunte vittime, prestazioni sessuali e, ad una delle due, anche denaro per superare gli esami.

Stando alle indagini condotte dal pm Marco D'Agostino il professor Volpe, docente ordinario di Diritto civile del dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Bari, avrebbe costretto, in più di una circostanza tra maggio 2014 e gennaio 2015 una studentessa di 23 anni a subire atti sessuali nel suo studio professionale privato e poi, dopo averle chiesto «Espressamente di avere rapporti sessuali altrimenti non avrebbe di fatto potuto continuare gli studi», e aver ottenuto il diniego della ragazza, si sarebbe fatto promettere la somma di 500 euro ad esame, come sostiene la Procura.
  • Procura di Bari
Altri contenuti a tema
Indagine su Emiliano, la Procura di Bari chiede una proroga di sei mesi Indagine su Emiliano, la Procura di Bari chiede una proroga di sei mesi Il governatore è attenzionato dalla magistratura per presunte irregolarità nella campagna elettorale per le primarie Pd del 2017
Campagna elettorale primarie Pd del 2017, indagato Emiliano Campagna elettorale primarie Pd del 2017, indagato Emiliano Sospetti su una fattura di 65mila euro versata da due imprenditori all'agenzia di comunicazione che seguiva il governatore. La difesa: «Violato segreto istruttorio»
Caso Efe Murat, il comandante indagato dalla Procura di Bari Caso Efe Murat, il comandante indagato dalla Procura di Bari L'accusa è di naufragio colposo. Le dichiarazioni rese alla Polizia saranno verificate in un incidente probatorio
Da produttori di energia pulita a deposito di sostanze cancerogene. Sigilli a un'azienda di Gioia del Colle Da produttori di energia pulita a deposito di sostanze cancerogene. Sigilli a un'azienda di Gioia del Colle Lo stabilimento, nelle intenzioni, si occupava di trasformare i rifiuti in fonti di sostentamento "green". Sequestro da 4 milioni
Università di Bari, avances alla studentessa. Chiuse indagini sul docente di Giurisprudenza Università di Bari, avances alla studentessa. Chiuse indagini sul docente di Giurisprudenza Il professor Volpe venne accusato da una studentessa che non superò l'esame, poi da altre ragazze
Gestione illecita di 18mila tonnellate di rifiuti. Sequestro da 2 milioni a una società di Mola di Bari Gestione illecita di 18mila tonnellate di rifiuti. Sequestro da 2 milioni a una società di Mola di Bari Si è conclusa oggi l'operazione "Dirty Mirror" della Guardia costiera dopo un'indagine di quasi due anni
Abusi su bimbi autistici a Noicattaro, le educatrici: «Solo tecniche di contenimento» Abusi su bimbi autistici a Noicattaro, le educatrici: «Solo tecniche di contenimento» In tre hanno risposto alle domande del Pm, la quarta è rimasta in silenzio
L'ombra del clan sul porto di Bari, Procura chiede 28 anni per Filippo Capriati L'ombra del clan sul porto di Bari, Procura chiede 28 anni per Filippo Capriati Il nipote del boss andrà a processo con altri 24 imputati. L'Autorità portuale pretende risarcimento
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.