La manifestazione alla Del Prete
La manifestazione alla Del Prete
Scuola e Lavoro

"Salviamo la scuola Carlo Del Prete", giovedì assemblea pubblica a Bari

La raccolta firme intanto ha raggiunto le mille sottoscrizioni, tra i quali Nicola Laforgia, Maria Chironna e Corrado Petrocelli

Continua la mobilitazione per cercare di evitare la chiusura della scuola "Carlo Del Prete" di Bari. Giovedì 15 luglio alle 17.30 si svolgerà una assemblea pubblica cittadina per definire le azioni necessarie al fine di presidiare e tutelare l'esclusiva funzione educativa della Scuola "Carlo Del Prete". Parteciperanno tutte le associazioni, i comitati, le famiglie, i cittadini che aderiscono al coordinamento "Salviamo la Scuola Carlo Del Prete".

Il comitato nei giorni scorsi ha lanciato un appello pubblico perché la scuola resti tale. E la raccolta firme messa in campo sia fisicamente che online è arrivata a circa mille firme. Fra i tanti ad aver sottoscritto la petizione ci sono ex allievi, genitori di allievi, e maestri da diverse città italiane, e dal Canada, Spagna, Paesi Bassi, New York, Tirana, Svizzera e perfino da Tripoli. Fra le tante, anche quelle di Silvia Godelli, Nicola Laforgia, Maria Chironna, Corrado Petrocelli, Pasquale Bellini, Tiziana Schiavarelli, Giuseppe Scelsi. Con loro, anche commercianti e residenti del quartiere, fermamente intenzionati a mantenere quel presidio di cultura e aggregazione sociale così prezioso in tempi di società liquida e senza più riferimenti stabili.

Un comune proponimento di mantenere la scuola Del Prete quale Istituzione scolastica centrale nella vita del quartiere e della città, l'auspicio per un impegno dell'amministrazione comunale per un suo rilancio ad esclusivo beneficio dei bambini e delle bambine, delle ragazze e dei ragazzi e dell'intera comunità scolastica cittadina e metropolitana.

Il comitato ha inoltre invitato, al fine di favorire un dialogo trasparente e fecondo con le Istituzioni, all'assemblea il sindaco Decaro, l'assessora Romano e il presidente Smaldone.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Monitoraggio Covid a scuola, a Bari si parte con i test salivari Monitoraggio Covid a scuola, a Bari si parte con i test salivari «Strumento utile a monitorare la circolazione del virus tra bambini e adolescenti tornati a seguire le lezioni in presenza»
No alla DaD e alle classi pollaio. Scuola in protesta a Bari No alla DaD e alle classi pollaio. Scuola in protesta a Bari «Non accetteremo un altro anno “a singhiozzo” , vogliamo garanzie di presenza e continuità»
Scuola in protesta a Bari, i sindacati: «No al doppio turno» Scuola in protesta a Bari, i sindacati: «No al doppio turno» Nonostante le rassicurazioni del prefetto giunte dalla riunione di ieri si lotta contro gli ingressi scaglionati
Scuola, incontro tra presidi e Prefetto a Bari. Previsto monitoraggio sui doppi turni ad ottobre Scuola, incontro tra presidi e Prefetto a Bari. Previsto monitoraggio sui doppi turni ad ottobre I dirigenti hanno chiesto la possibilità di avere maggiore autonomia rispetto alle misure indicate
I dirigenti scolastici di Bari contro il doppio turno, in 56 scrivono al Prefetto I dirigenti scolastici di Bari contro il doppio turno, in 56 scrivono al Prefetto «Lo scaglionamento degli orari di ingresso e di uscita produce seri problemi nella gestione del personale docente e non docente»
Il biliardo come strumento di apprendimento, via al progetto della Fibis a Bari e in Puglia Il biliardo come strumento di apprendimento, via al progetto della Fibis a Bari e in Puglia Famiglietti: «Obiettivo dare la possibilità agli alunni di poter apprendere le materie in maniera più leggera, ma allo stesso tempo molto efficace»
Ritorno a scuola a settembre, a Bari arriva il "Banco dei Desideri" Ritorno a scuola a settembre, a Bari arriva il "Banco dei Desideri" Sarà possibile acquistare materiale scolastico per i propri figli o nipoti e, contemporaneamente, comprare libri, giochi educativi e vari prodotti di cartoleria da donare
La scuola a Bari riparte col doppio turno, il 25% degli studenti entrerà alle 9.40 La scuola a Bari riparte col doppio turno, il 25% degli studenti entrerà alle 9.40 Verrà elaborato un "documento operativo" che preveda la possibilità di una differenziazione di inizio lezioni
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.