rapina al money transfer
rapina al money transfer
Cronaca

Rapina al money transfer, preso georgiano

Stava compiendo un altro colpo ma è stato bloccato dalla polizia locale

Dopo alcuni appostamenti e controllo, la Polizia Locale di Bari, ieri sera ha arrestato in flagranza di reato un georgiano già autore della rapina a mano armata compiuta il giorno di Pasqua al "money transfer" di Piazza Moro vicino hotel Leon D'Oro, nella quale rimase ferito il cassiere ed una dipendente della stessa Agenzia.

L'uomo era già ricercato dalle Forze di Polizia perché dopo i fatti e le indagini immediate eseguite dalla stessa Polizia Locale era già stato identificato.
Lo stesso individuo ieri sera era in procinto di eseguire un' altra rapina ad un altro centro "transfer" di via Crisanzio angolo Sagarriga Visconti. Le inequivocabili intenzioni criminose del soggetto (indossava fazzoletto e cappellino per essere travisato) non sono sfuggite agli Agenti della Polizia Locale appostati nella zona che lo hanno bloccato e tratto in arresto in flagranza di reato sulla soglia di ingresso al locale. Il malvivente era armato di pistola Beretta con matricola abrasa e caricatore con 5 proiettili inseriti. Dagli accertamenti è emerso che trattasi dell'uomo già identificato lo scorso primo aprile e soggetto pericoloso con numerosi precedenti penali per rapina a mano armata e lesioni. Dichiarato in stato di arresto per tentata rapina, porto abusivo di arma clandestina con matricola abrasa, resistenza a pubblici ufficiali ed inosservanza del Decreto di espulsione del 24 marzo 2018 del Questore di Foggia, oggi e stato rinchiuso nel carcere di Bari.
  • Money transfer
Altri contenuti a tema
Assalto al money transfer di piazza Moro, fuggiti i rapinatori Assalto al money transfer di piazza Moro, fuggiti i rapinatori La polizia sta controllando le immagini di videosorveglianza
© 2001-2018 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.