Mensa scolastica
Mensa scolastica
Attualità

Nuove mense per la "Principessa di Piemonte" e la "San Giovanni Bosco", grazie al Pnrr

Ottenuti due finanziamenti di, rispettivamente, 163mila e 306mila euro

Ad esito dell'avviso del PNRR Missione 4 - Istruzione e Ricerca - Componente 1 - Potenziamento dell'offerta dei servizi di istruzione: dagli asili nido alle Università - Investimento 1.2 "Piano di estensione del tempo pieno e mense", finanziato dall'Unione europea con Next Generation EU, risultano finanziati due progetti di riqualificazione degli spazi destinati al servizio di refezione scolastica in altrettante scuole comunali del quartiere Libertà.
Si tratta delle mense delle scuole d'infanzia e primarie "Principessa di Piemonte", in via Fieramosca 110, per un importo di 163.000 euro, e "San Giovanni Bosco", in via don Giovanni Bosco 2, per un importo pari a 306.000 euro.
Gli interventi consentiranno di ristrutturare gli ambienti già destinati alla funzione di refezione al fine di migliorare la protezione igienico-sanitaria dell'area interessata dalla refezione e di rendere più funzionale ed efficiente la struttura a beneficio degli alunni.
Obiettivo dell'amministrazione comunale è finanziare l'estensione del tempo pieno scolastico per ampliare l'offerta formativa delle scuole e rendere gli istituti sempre più aperti al territorio, anche oltre l'orario scolastico, in modo da accogliere l'esigenza delle famiglie di conciliare vita personale e lavorativa.
"Agli avvisi di febbraio abbiamo candidato un piano composto dall'abbattimento e la conseguente ricostruzione di un edificio scolastico, nove asili nuovi e mense - commenta l'assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano - e per noi è motivo di grande soddisfazione sapere che tutti i progetti risultano finanziati. Per quanto riguarda la refezione, i Comuni avevano la possibilità di individuare due edifici da candidare e così abbiamo scelto due luoghi in cui quotidianamente pranzano tanti bambini e dove, al tempo stesso, esistono altri spazi in cui spostare la mensa senza dover sospendere il servizio.
La mensa rappresenta non solo un servizio scolastico di primaria importanza ma soprattutto uno spazio di socializzazione in cui i bambini condividono con i propri compagni un momento dedicato all'educazione alimentare e al confronto. In questi anni abbiamo lavorato per garantire la qualità e la sostenibilità del servizio. Adesso, grazie ai fondi del Pnrr, potremo rendere gli ambienti per la refezione più adeguati, confortevoli e rispondenti a standard sempre più elevati di igiene, sicurezza e comfort".
"Continuano gli interventi di riqualificazione, efficientamento e valorizzazione del patrimonio immobiliare scolastico comunale - prosegue l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - che, specie nel caso dei numerosi edifici storici, mirano ad adeguare gli immobili esistenti per rispondere alle attuali esigenze, quali l'orario prolungato, la refezione e il tempo pieno, rendendoli più funzionali, sicuri e moderni. I plessi scolastici Don Bosco e Principessa di Piemonte, tra i più antichi della città, con questi nuovi interventi vedranno risolvere alcuni importanti problemi correlati al servizio di refezione scolastica".
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola, a Bari manca il personale Ata. Sit-in di protesta in piazza Prefettura Scuola, a Bari manca il personale Ata. Sit-in di protesta in piazza Prefettura Ad oggi non ci sono 714 unità. La manifestazione il prossimo 30 settembre
Caro libri, 150 euro di rimborso per i lavoratori di aziende dell'Ente Bilaterale del Terziario di Bari e della Bat Caro libri, 150 euro di rimborso per i lavoratori di aziende dell'Ente Bilaterale del Terziario di Bari e della Bat Ecco le modalità di accesso, chi può fare domanda e tutte le scadenze
Sistema scuola a pezzi, quando superare un concorso non vale neanche un posto precario Sistema scuola a pezzi, quando superare un concorso non vale neanche un posto precario Domani inizia il nuovo anno scolastico, con il solito caos supplenze e l’incertezza totale di migliaia di docenti
Avvio anno scolastico, a Bari quasi 4mila supplenti per coprire cattedre vuote Avvio anno scolastico, a Bari quasi 4mila supplenti per coprire cattedre vuote Verga (Uil Scuola Puglia): "Politica miope che considera la scuola come fanalino di coda di questo Paese”
Scuola, in arrivo nuova stangata per le famiglie: corredo costa il 7% in più Scuola, in arrivo nuova stangata per le famiglie: corredo costa il 7% in più Per l’occorrente (libri esclusi) si arriva a spendere fino a 588 euro. Caro di energia e materie prime fa impennare prezzi
Scuola, in provincia di Bari sono 17 gli istituti senza preside Scuola, in provincia di Bari sono 17 gli istituti senza preside All'appello in tutta la Puglia mancano 56 dirigenti. La Uil: «L'eredità del governo Draghi»
A Bari arriva l'Hub San Paolo, il progetto 0-6 di Save the Children A Bari arriva l'Hub San Paolo, il progetto 0-6 di Save the Children Sarà avviato presso la scuola dell’infanzia “Don Milani”
Davide Santostasi, a 29 anni tra le eccellenze Steam in Italia Davide Santostasi, a 29 anni tra le eccellenze Steam in Italia Diventerà ambasciatore dell'innovazione e di un nuovo modo di fare didattica
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.