Il sindaco di Monopoli
Il sindaco di Monopoli
Cronaca

Monopoli, il sindaco sporge denuncia contro ignoti: "Dette cose raccapriccianti contro la signora contagiata"

Annese sottolinea che la donna, ora al Policlinico, non è stata in contatto con nessun figlio fuorisede e nessun parente del Nord

Il Comune di Monopoli non lotta solo contro il coronavirus ma anche contro le 'dicerie' di paese sul contagio di una donna da ieri trasferita al Policlinico di Bari. "Ieri sera - spiega il sindaco Angelo Annese - la paziente è stata trasferita al Policlinico di Bari e sta ricevendo le cure del caso e i contatti stretti sono stati messi in quarantena. A loro non è stato fatto il tampone perché, così come riferitomi, il protocollo ASL non lo prevede. In merito a questa situazione, devo smentire, pur comprendendo le paure di tutti noi, la voce che si è fatta spazio in città alimentando odi e rancori di tanti leoni da tastiera o forse meglio definiti "leoni da audio whatsapp". La signora non è stata contagiata da nessuna figlia studentessa fuorisede scesa da Milano e nè tantomeno da altri parenti provenienti dal nord. Sono stato costretto a esporre denuncia contro ignoti in quanto mi hanno girato un messaggio whatsapp di 2'22'' dai contenuti raccapriccianti. Spero che si riesca a risalire al mittente e che venga punito".

Poi il sindaco o parla del nuovo decreto: "I contenuti sono certo che un po' tutti li conosciate. Il governo ha deciso di rallentare le produzioni di alcuni settori non necessari lasciando aperte quelle attività produttive e commerciali di servizi essenziali e quelle ad esse connesse. Il mio invito strettamente personale a chi può restare aperto ma ritiene di volersi fermare è libero di farlo. Inoltre voglio ricordare a tutti che se non per lavoro, salute o necessità inderogabile da oggi è vietato uscire dal proprio comune. In termini di flussi, le autorità di controllo mi evidenziano che, il rallentamento di movimenti già iniziato nella scorsa settimana nella nostra città, oggi sembra essere aumentato e hanno registrato perciò minori movimenti in giro. A voi tutti va il mio grazie perché oggi rimanere a casa è la soluzione e in tanti la stiamo adottando. I casi stanno aumentando, probabilmente aumenteranno ancora ma lo stare in casa può darci la serenità che stiamo tenendo l'unico comportamento che può salvare noi e quelli che amiamo.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus, a Noicattaro scatta l'obbligo di indossare le mascherina Coronavirus, a Noicattaro scatta l'obbligo di indossare le mascherina Il sindaco Raimondo Innamorato ha firmato un'apposita ordinanza che sarà valida al momento fino al 13 aprile
Coronavirus, ad Acquaviva si esce per la spesa in ordine alfabetico Coronavirus, ad Acquaviva si esce per la spesa in ordine alfabetico Il sindaco Davide Carlucci ha firmato un'ordinanza che entra in vigore oggi
Coronavirus, Decaro: «Anche sulle spiagge in estate non si potrà stare vicini» Coronavirus, Decaro: «Anche sulle spiagge in estate non si potrà stare vicini» Il sindaco parla della ripresa dopo la pandemia. Intanto un lido di Bari si attrezza con ombrelloni a distanza di sicurezza
Coronavirus, in Puglia arrivano 60mila mascherine chirurgiche Coronavirus, in Puglia arrivano 60mila mascherine chirurgiche Nuovi rifornimenti anche di ffp2 e bende monovelo grazie a un volo dell'Esercito
Bari, anonimo dona mascherine artigianali al centro diurno Area 51 Bari, anonimo dona mascherine artigianali al centro diurno Area 51 Il gesto di solidarietà è stato compiuto da un ragazzo che ha consegnato il pacco ed è andato via
Coronavirus, in calo l'incremento dei positivi in Puglia: 77 i nuovi casi Coronavirus, in calo l'incremento dei positivi in Puglia: 77 i nuovi casi I decessi della giornata odierna sono 9, nella regione salgono a 113 i pazienti guariti dal COVID-19
Supporto per la didattica a distanza, a Bari arrivano 517mila euro Supporto per la didattica a distanza, a Bari arrivano 517mila euro I fondi stanziati dal Governo serviranno per aiutare le famiglie prive di strumenti digitali e per la formazione del personale
Apertura festiva dei negozi anche nella Pasqua col Coronavirus, è protesta Apertura festiva dei negozi anche nella Pasqua col Coronavirus, è protesta Sciopero indetto oggi da Filcams Cgil, che lancia anche la campagna #IoStoConChiSciopera
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.