ospedale di venere JPG
ospedale di venere JPG
Cronaca

Medico strangolato al pronto soccorso del Di Venere, lo salvano i colleghi

L'uomo, bitontino, è stato aggredito da un paziente psichiatrico. Pochi giorni fa la denuncia del primario

Un altro grave caso aggressione ai danni dei medici: stavolta all'ospedale Di Venere di Bari-Carbonara, dove un dottore del pronto soccorso, di origine bitontina, ha subito un tentativo di strangolamento da parte di un paziente psichiatrico. Il fatto nel pomeriggio di mercoledì: il medico era in servizio al pronto soccorso quando in triage è giunto un paziente in evidente stato di alterazione, in arrivo dal centro di salute mentale della vicina Triggiano, dove aveva dato i primi gravi segni di squilibrio. La situazione è fin da subito degenerata: il paziente è riuscito a eludere la sorveglianza del personale sanitario lanciandosi al collo del medico, che ha provato a strangolare e prendere a calci. Solo con l'aiuto di altri medici l'uomo è riuscito a sottrarsi all'aggressione. Con difficoltà il personale dell'ospedale è poi riuscito a tenere il paziente bloccato sulla barella, fino all'arrivo dei Carabinieri. Nonostante la violenza dell'aggressione il medico non ha subito gravi danni; le sue ferite sono state giudicate guaribili in 15 giorni.

L'aggressione giunge a poco più di un mese dalla denuncia del primario del pronto soccorso del Di Venere, Carlo Marzo, che è anche segretario nazionale USPPI Medici. Di Marzo aveva puntato il dito contro «La assoluta inadeguatezza della assistenza psichiatrica come prevista dalle leggi vigenti, con gravissimi disagi sia per i pazienti che per le famiglie, che sono abbandonati dalla sanità pubblica e pesino nella acuzie, scompensi e trattamenti sanitari obbligatori, sono abbandonati nei pronto soccorso senza psichiatri disponibili e costretti a frequenti trasferimenti, anche fuori regione».
  • aggressione
  • Di Venere
Altri contenuti a tema
Picchia la convivente per strada, identificato grazie a un video social Picchia la convivente per strada, identificato grazie a un video social La donna, rintracciata dalla polizia, non ha voluto denunciare il 45enne, che è stato deferito all'autorità giudiziaria in base al Codice Rosso
Putignano, le vietano di entrare in ambulatorio con la nuora prende a schiaffi il medico Putignano, le vietano di entrare in ambulatorio con la nuora prende a schiaffi il medico L'accaduto nel pronto soccorso, il dottore si è poi sentito male. Anelli: «Episodi ancora più drammatici in un momento come questo»
Picchiarono una coetanea nel centro di Bari, identificate due minorenni Picchiarono una coetanea nel centro di Bari, identificate due minorenni I fatti a dicembre scorso. La scena venne ripresa con lo smartphone e il video diventò virare sui social
Aggredito da ragazzini sul bus, autista Amtab finisce in ospedale Aggredito da ragazzini sul bus, autista Amtab finisce in ospedale Succede sulla linea 19 a San Pio, sul fatto indagano i carabinieri. L'uomo è stato portato al nosocomio del San Paolo
Spararono ad un uomo in centro a Triggiano, arrestati Spararono ad un uomo in centro a Triggiano, arrestati I due, un 42enne sorvegliato speciale, e un 24enne pregiudicato, avrebbero colpito il 37enne per dissidi relativi allo spaccio sul territorio
Aggressione al comandante dei vigili di Capurso, arrestati due allevatori Aggressione al comandante dei vigili di Capurso, arrestati due allevatori Alla base della violenza due contravvenzioni elevate a loro carico per aver fatto transitare gli animali in città
Bari, un microscopio robotizzato e il 5G per diagnosticare meglio i tumori Bari, un microscopio robotizzato e il 5G per diagnosticare meglio i tumori L'apparecchiatura è in dotazione all’Unità Operativa di Patologia Clinica dell’Ospedale “Di Venere”, possibile comunicare in tempo reale con l'oncologico
Ospedale Di Venere, l'associazione Bimbintin dona un lettino per la rianimazione neonatale Ospedale Di Venere, l'associazione Bimbintin dona un lettino per la rianimazione neonatale L’iniziativa realizzata nell'ambito dell'iniziativa "Apulia to Nordkapp: 4000 km for ourkids" abbinata a una raccolta fondi
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.