Stadio San Nicola. <span>Foto Gianluca Battista</span>
Stadio San Nicola. Foto Gianluca Battista
Attualità

Lo stadio San Nicola di Bari si rifarà il look

Il progetto di ristrutturazione è stato approvato dal Consiglio comunale

Lo stadio San Nicola di Bari si rifà il look.
A sancire la decisione è stato il Consiglio comunale di lunedì 29 novembre, che ha approvato il progetto di ristrutturazione per complessivi 11 milioni di euro. La Giunta guidata da Antonio Decaro aveva intercettato fondi del credito sportivo e l'ottobre scorso aveva a sua volta approvato il duplice passaggio che porterà l'impianto di Strada Torrebella a nuova vita. Soddisfazione è stata espressa nelle scorse ore in primis dal presidente dell'assemblea, Michelangelo Cavone, e poi da diversi componenti della maggioranza a Palazzo di Città.

UN PROGETTO AMBIZIOSO
Andando più nel particolare, secondo le delibere dell'esecutivo cittadino, saranno sostituiti i seggiolini della Curva Nord e della Curva Sud per un costo complessivo vicino ai 3 milioni di euro. Nella primavera-estate del 2020 erano già state cambiate le sedute delle Tribune Ovest Superiore ed Est nella sua totalità, nonché del Settori Ospiti, con misurazione della spalliera idonea ai nuovi standard voluti dalla Lega Calcio, ed erano stati riparati i terminali in cemento armato ammalorati dal tempo.
A quel progetto di manutenzione immediata, fondamentale in vista di una possibile promozione dei galletti in serie B, se ne è aggiunto un altro, ben più ambizioso, ma non per questo meno necessario. Si tratta della sostituzione della copertura risalente al 1990, progettata dall'archistar Renzo Piano, e di cui resta ben poca traccia oggi (solo in Tribuna Ovest centrale), dopo che la scarsa manutenzione imputabile alle precedenti amministrazioni e le intemperie ne hanno decretato la fine.
Il progetto è figlio di uno studio di fattibilità, ratificato dalla Giunta comunale lo scorso 7 ottobre, e prevede la sostituzione di 52 petali complessivi, di cui la metà grandi ed altrettanti di raccordo tra "gli spicchi" dell'astronave barese. I 9,9 milioni di costi iniziali saranno ammortizzati grazie al credito sportivo e sarà ammodernato l'impianto di illuminazione, ormai anch'esso vetusto, nonché i tabelloni elettronici, spenti da anni. Di certo, entro l'inizio della prossima stagione sportiva saranno cambiati tutti i seggiolini delle due curve, secondo quanto si è appreso dall'esecutivo nelle scorse settimane.

IL POPOLO BIANCOROSSO SI SCALDA
Le buone prestazioni della squadra in campo e questo nuovo progetto, finalmente passato in Consiglio comunale, hanno ulteriormente ringalluzzito la tifoseria biancorossa, che da tante stagioni attende di tornare a godersi le partite di calcio in una "casa" più accogliente. Le problematiche maggiori lamentate dagli sportivi baresi afferiscono alla pioggia che ormai bagna tutti i settori dello stadio San Nicola, esclusi due petali della Tribuna Stampa, ed alla scarsa sicurezza dell'impianto viste le numerose infiltrazioni di acqua che hanno di fatto scardinato col tempo il cemento armato, con le anime in ferro visibili in diverse aree. La scorsa estate erano state apportate, da parte dell'Assessorato guidato da Pietro Petruzzelli, ulteriori migliorie anche nella Curva Nord, il settore più frequentato durante le gare casalinghe del Bari (materiale antiscivolo sulle scale interne ed esterne, era stata stuccata la parte esterna dei petali e ripristinati alcuni passamano divelti).
Il restyling del San Nicola potrebbe interessare particolarmente la società dei De Laurentiis, i quali non vorrebbero lasciare Bari nel 2024 come da nuovo regolamento federale (questione ancora apertissima) e vorrebbero, secondo i bene informati, tuffarsi in un progetto più ampio che interessi non solo la struttura ma tutta l'area di Strada Torrebella.
Di certo c'è che quell'impianto, nelle condizioni in cui si trova attualmente, non può sopravvivere a lungo.

UN PO' DI STORIA
Lo stadio San Nicola è stato progettato dall'architetto Renzo Piano e la sua costruzione è risalente alla fine degli anni Ottanta del secolo scorso. Fu realizzato in vista dei Campionati del Mondo di calcio che l'Italia ospitò nel 1990 in 12 differenti città. L'intitolazione al Santo Patrono di Bari è datata 28 aprile 1990, mentre la prima partita venne disputata il 3 giugno di quell'anno tra i padroni di casa ed il Milan neo-campione d'Europa. In quella occasione i galletti s'imposero per 2-0. Il nome dello stadio fu scelto dopo un sondaggio lanciato da La Gazzetta del Mezzogiorno ed ebbe il 37,4% delle preferenze, pari a 43.000 voti, battendo le altre quattro opzioni (Mediterraneo, Azzurro, degli Ulivi e del Levante). Dal 13 al 26 giugno 1997 Bari ospitò i XIII Giochi del Mediterraneo, dei quali il San Nicola fu l'impianto principale: ospitò la cerimonia inaugurale, tutte le gare di atletica leggera, alcune gare per disabili e la finale di calcio tra le nazionali Under 23 di Italia e Turchia (vinta dagli azzurri 5-1).
In questi 31 anni di vita, l'impianto ha ospitato diverse partite della nazionale italiana (compresa la finale per il terzo ed il quarto posto del Campionato del Mondo contro l'Inghilterra del 1990), una finale di Coppa dei Campioni nel 1991, quella tra Stella Rossa Belgrado ed Olympique Marsiglia ed è la casa del Bari da oltre 30 anni.
Lo stadio dispone complessivamente di 28 cancelli d'ingresso numerati, 15 dei quali muniti di tornelli elettronici in ottemperanza al decreto Pisanu (entrati in funzione dal 31/10/2007) e di scanner facciali (installati nell'agosto 2016). L'ingresso numero 7, collocato in Curva Nord, è collegato ad una rampa per permettere l'accesso alla struttura ai portatori di handicap, mentre i varchi 8 e 22 (situati al centro delle due curve) sono dedicati al transito di automezzi. Sul retro della Tribuna Ovest sono presenti due torri per gli ascensori che collegano la tribuna stampa alla sala stampa e agli uffici interni alla struttura. Ogni settore è dotato di bar e servizi igienici dedicati (riammodernati di recente) nonché di vie d'uscita indipendenti. Dal 23 ottobre 2019 parte degli uffici della Tribuna Ovest ospita uno store ufficiale della SSC Bari, accessibile dall'ingresso 1.
Per ciò che riguarda la capienza, esso è il quarto stadio italiano dopo il "Meazza" di Milano, l'Olimpico di Roma ed il San Paolo di Napoli ed il 33° in Europa. Si tratta inevitabilmente dello stadio più grande della Puglia. Può contenere complessivamente 58.250 spettatori così suddivisi: 15.555 in Curva Nord, 14.301 in Curva Sud (ad oggi chiusa per scelta societaria), 14.023 in Tribuna Est e 12.951 in Tribuna Ovest. Il settore ospiti consta di 1290 posti disponibili nella sola parte superiore.


  • Stadio San Nicola
Altri contenuti a tema
Stadio San Nicola di Bari, Petruzzelli annuncia: «Torna alla sua bellezza» Stadio San Nicola di Bari, Petruzzelli annuncia: «Torna alla sua bellezza» Completata la gara per i lavori di ristrutturazione dell'impianto di strada Torrebella
Bari, è polemica sulla sostituzione dei petali del San Nicola Bari, è polemica sulla sostituzione dei petali del San Nicola «Il sindaco faccia causa a Renzo Piano per aver progettato uno stadio che prevede simili costi di ripristino»
Stadio San Nicola a Bari, ecco come saranno sostituiti i petali di copertura Stadio San Nicola a Bari, ecco come saranno sostituiti i petali di copertura Previsto l'impiego di teli in materiale plastico del tipo Ptfe composti da membrane traslucide
Bari-Fidelis Andria, tornano i tifosi allo stadio. Ma gli ultras dicono no Bari-Fidelis Andria, tornano i tifosi allo stadio. Ma gli ultras dicono no Tutte le info utili per prendere i biglietti, necessario il green pass
Completamento seggiolini al San Nicola, Petruzzelli: «Con il Bari in C non è priorità» Completamento seggiolini al San Nicola, Petruzzelli: «Con il Bari in C non è priorità» L'assessore allo Sport: «Per questa stagione estiva in città faremo qualche giardino o un asilo in più»
Tribuna stampa del San Nicola, dopo la pioggia il Comune di Bari corre ai ripari: pronti 48 posti in più Tribuna stampa del San Nicola, dopo la pioggia il Comune di Bari corre ai ripari: pronti 48 posti in più L'acqua e l’interdizione della parte superiore per criticità strutturali hanno creato non pochi problemi ai cronisti e alle loro strumentazioni
Bari-Catania a porte chiuse, previsto rimborso automatico Bari-Catania a porte chiuse, previsto rimborso automatico Chi aveva comprato il biglietto non dovrà fare alcuna richiesta
Nuovo Dpcm, da domani stadi chiusi. Bari-Catania senza pubblico Nuovo Dpcm, da domani stadi chiusi. Bari-Catania senza pubblico Il decreto entrerà in vigore dal 26 ottobre, giorno previsto per il posticipo al San Nicola
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.