Irma Melini
Irma Melini
Politica

Irma Melini attacca dopo gli insulti: «Si rinunci alla segretezza del voto»

La richiesta della consigliera indirizzata ai 23 presenti al consiglio comunale in modo da arrivare al responsabile

Elezioni Regionali 2020
Non si ferma la consigliera Melini dopo le accuse sessiste nei suoi confronti. È determinata ad ottenere giustizia, e ha conoscere il volto e il nome di chi ha deciso l'altro giorno in consiglio comunale di offendere lei come donna in primis, ma anche l'istituzione rappresentata. Un gesto, quel biglietto anonimo durante una votazione, che non può e non deve essere lasciato impunito. E dopo avere incassato la solidarietà di moltissimi membri della politica barese e pugliese, tra cui molti uomini come il sindaco Antonio Decaro e il presidente della Regione Michele Emiliano, va all'attacco.

«Oggi pomeriggio – ha dichiarato la consigliera – dopo avere acquisito la scheda nulla che contiene la diffamazione aggravata in mio danno, depositerò la querela e nei prossimi giorni chiederò ai colleghi di sottoporsi spontaneamente a perizia calligrafica, presso la mia stanza in Comune alla presenza di un consulente esperto».

Inoltre, Irma Melini ha inviato formalmente una domanda al presidente del consiglio comunale, Pasquale Di Rella, al sindaco, Antonio Decaro e al segretario generale, Donato Susca, con la quale richiede, formalmente, la rinuncia unanime dei 23 consiglieri presenti al diritto alla segretezza, in modo da accertare nel modo più rapido possibile la responsabilità dell'accaduto.

A questo punto non resta che aspettare la decisione delle 23 persone presenti in aula durante il voto, e capire se davvero chi ha avuto il coraggio di offendere, abbia anche il coraggio di ammettere di averlo fatto e, magari, chiedere scusa non solo alla Melini, ma a tutte le donne offese e alla politica stessa.
  • Consiglio comunale
  • irma melini
  • violenza di genere
Altri contenuti a tema
Cassa prestanza, il Comune di Bari chiede l'intervento del Parlamento Cassa prestanza, il Comune di Bari chiede l'intervento del Parlamento A Palazzo di città il vertice fra le forze politiche cittadine e gli esponenti pugliesi del Legislativo nazionale
Picchia la moglie davanti ai due figli, arrestato 20enne al Libertà Picchia la moglie davanti ai due figli, arrestato 20enne al Libertà L'uomo è stati rintracciato dalla polizia in via Dante. Per la donna frattura del setto nasale
Bari, la rotatoria di via Caposcardicchio al San Paolo si farà: il consiglio comunale approva Bari, la rotatoria di via Caposcardicchio al San Paolo si farà: il consiglio comunale approva Schingaro: «Dopo anni di attesa avremo un intervento per regolare il traffico e un'area giochi per bambini»
Nuovo regolamento Tari e agevolazioni Tosap, il consiglio comunale dice sì Nuovo regolamento Tari e agevolazioni Tosap, il consiglio comunale dice sì Copertura sarà assicurata dal civico bilancio attraverso i fondi da individuarsi nell’ambito degli stanziamenti del Governo
Dieci anni fa moriva Chiara Brandonisio, vittima di femminicidio Dieci anni fa moriva Chiara Brandonisio, vittima di femminicidio Fu uccisa a Ceglie del Campo, in un giardino che adesso potrebbe portare il suo nome
Il Comune di Bari aderisce all'associazione culturale "Vie francigene" Il Comune di Bari aderisce all'associazione culturale "Vie francigene" Il percorso collegherà Roma a Gerusalemme. Pierucci: «Strada che fa parte della nostra storia»
Boccata d'ossigeno per i commercianti a Bari, sospesa la Tosap durante il lockdown Boccata d'ossigeno per i commercianti a Bari, sospesa la Tosap durante il lockdown L'approvazione della delibera avvenuta ieri durante il Consiglio Comunale, Palone: «Un aiuto che avevamo promesso»
Comune di Bari, regolamento nuova Imu: scadenza 30 settembre per chi è in difficoltà economica Comune di Bari, regolamento nuova Imu: scadenza 30 settembre per chi è in difficoltà economica Il consiglio ha approvato all'unanimità. L'emendamento adottato per le famiglie più colpite dalla crisi sanitaria e dal lockdown
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.