angela de rosa
angela de rosa
Cronaca

Giovane mamma morta dopo una caduta, Procura di Bari chiede il processo per il compagno

Il fatto risale a inizio 2018 nel rione Catino. La ragazza, 21 anni, sfondò il vetro di un portone che le recise l'arteria femorale

Possibile svolta nelle indagini sulla morte della giovane mamma Angela De Rosa, di appena 21 anni, avvenuta a inizio gennaio 2018 nel rione Catino. La Procura della Repubblica di Bari ha chiesto il rinvio a giudizi per il 23enne barese Ivan Bufano, compagno della vittima all'epoca dei fatti, con l'accusa di omicidio preterintenzionale. La ragazza morì a seguito di una caduta: la giovane sfondò il vetro di un portone, che le recise l'arteria femorale.

L'udienza preliminare è fissata per il 10 gennaio 2020. Secondo quando ricostruito dai carabinieri, coordinati dal pm Bruna Manganelli, prima dell'incidente mortale la giovane mamma stava litigando con il compagno in auto, dove Bufano - secondo quanto riportato agli atti - l'avrebbe ripetutamente picchiata con pugni e gomitate la ragazza. Il violento il litigio si sarebbe poi trasferito nel portone di casa dei genitori di lui, a Catino, dove Bufano l'avrebbe trattenuta per un braccio, impedendole di muoversi. La vittima, cercando di liberarsi dalla stretta, sarebbe andata a sbattere contro il vetro del portone d'ingresso, infrangendolo e ferendosi gravemente. La giovane mamma morì alcune ore dopo al Policlinico di Bari.

Agli atti dell'indagine gli inquirenti hanno allegato le immagini dei video registrati dalle telecamere all'esterno del portone, incrociate per la ricostruzione dei fatti sviluppata dagli investigatori con i rilievi e con l'esito dell'autopsia.
  • Carabinieri
  • Omicidio
  • Procura di Bari
Altri contenuti a tema
Assaltarono portavalori partito da Bari sulla 16 bis. Uno dei responsabili incastrato dal Dna Assaltarono portavalori partito da Bari sulla 16 bis. Uno dei responsabili incastrato dal Dna Il fatto nel febbraio dei 2016. I carabinieri di Cerignola hanno arrestato un pregiudicato 41enne di Andria
Allarme bomba in piazza Moro, transennata la zona Allarme bomba in piazza Moro, transennata la zona Un borsone sospetto ha messo in allerta carabinieri, polizia locale e vigili del fuoco accorsi sul posto
Quasi 500 quadri falsi di Nino Caffè sequestrati, nei guai in 23 Quasi 500 quadri falsi di Nino Caffè sequestrati, nei guai in 23 Tra di loro il curatore dell'archivio del maestro, ritenuto responsabile di commissionare le opere e autenticarle
Tentano di rapinare una tabaccheria e un supermercato, arrestati due giovani di Bari Tentano di rapinare una tabaccheria e un supermercato, arrestati due giovani di Bari I fatti risalgono al 19 settembre scorso e hanno avuto luogo a Palo del Colle e Grumo Appula, si cerca un terzo uomo
Si accusò di omicidio per coprire la figlia, chiesta condanna a 20 anni Si accusò di omicidio per coprire la figlia, chiesta condanna a 20 anni I fatti risalgono al 2018 quando venne ucciso il pregiudicato 49enne Pierpaolo Perez, presunto amante della donna e di sua madre
Sorpreso con due pistole nascoste nel gabbiotto, arrestato vigilante Sorpreso con due pistole nascoste nel gabbiotto, arrestato vigilante L'uomo, un 45enne già noto alle forze dell'ordine, è stato sottoposto agli arresti domiciliari
Lotta alla mafia a Bari, arresti e perquisizioni ai capi del clan Parisi-Palermiti-Milella Lotta alla mafia a Bari, arresti e perquisizioni ai capi del clan Parisi-Palermiti-Milella Da stamattina in corso un'operazione dei carabinieri in città, accuse traffico di stupefacenti e detenzione di un arsenale
Casamassima, badante infedele "ripulisce" la casa di un'anziana. Arrestata Casamassima, badante infedele "ripulisce" la casa di un'anziana. Arrestata La donna, 50enne del luogo, avrebbe rubato e rivenduto a un compro oro monili per 150mila euro
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.