Ospedale
Ospedale
Attualità

Fondi Pnrr per la sanità in Puglia. La denuncia di Usppi: «Manca il personale»

A Bari arriva un ospedale di Comunità, ma anche undici tac, 2 risonanze, 8 sistemi radiologici, 2 angiografi e 10 ecomatografi

La sanità pugliese si rinnova grazie ai fondi del Pnrr. Arrivano infatti 650 milioni di euro che porteranno a una serie di rivoluzioni, daranno linfa nuova all'intero settore e soprattutto mirano a riorganizzare la rete ospedaliera, puntando non solo sulla digitalizzazione, anche delle competenze del personale medico, ma soprattutto sulla cosiddetta sanità di prossimità.

Verranno realizzate 121 case della salute, 36 ospedali di comunità e acquistate 273 grandi macchine, tra cui Tac, risonanze, acceleratori lineari, angiografi, mammografi, Pec-tac e ecotomografi.

Arriveranno anche una serie di grandi macchinari: ad esempio per l'Asl di Bari sono previste undici tac, 2 risonanze, 8 sistemi radiologici, 2 angiografi e 10 ecomatografi. Investimenti importanti anche per il policlinico del capoluogo di Regione e per quello di Foggia, così come una serie di macchinari saranno destinati all'Irccs De Bellis e all'Irccs Giovanni Paolo II. Per quanto riguarda, invece, gli Ospedali di Comunità saranno istituiti quelli di Bari, Taranto, Foggia e Andria, che andranno ad aggiungersi a 5 nuovi non ancora resi noti e a quelli di Rutigliano, Bitonto, Ruvo di Puglia, Noci, Grumo Appula, Minervino Murge, Trani, Torremaggiore, Sannicandro, Monte s. Angelo, Vieste, Accadia, Massafra, Grottaglie, San Pietro Vernotico, Ceglie Messapica, Cisternino, Fasano, Mesagne, Brindisi, San Pancrazio Salentino, Latiano, Campi Salentina, Nardò, Poggiardo, Maglie e Gagliano del Capo.

Entro la fine di maggio sarà firmato il contratto con il Ministero della salute per dare il via al programma di investimenti. Dagli ospedali di comunità alle case della salute, sarà una vera e propria rivoluzione, destinata a cambiare completamente l'approccio dei pazienti con la rete ospedaliera pugliese.

Ma non è tutto oro quello che luccica, e sono diverse le preoccupazioni del settore. «L'Usppi Puglia - sottolineano dal sindacato - pone all'attenzione dell'assessore Palese, il problema legato alla carenza di personale, tema che è stato posto anche in Conferenza Stato-Regioni. Il rischio è che il numero di quanti tra medici, infermieri, tecnici, assistenti sanitari, terapisti e Oss andranno in pensione entro il 2026 sarà maggiore di quanti verranno assunti, creando così un grosso problema».
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Ruspe in azione, addio allo scheletro della casa di cura "Santa Lucia" Ruspe in azione, addio allo scheletro della casa di cura "Santa Lucia" La struttura mai nata davvero svettava in via Fanelli da più di vent'anni, al suo posto 200 appartamenti
Stabilizzare i precari della Asl Bari, l'appello del sindacato Usppi Stabilizzare i precari della Asl Bari, l'appello del sindacato Usppi Necessario: «Evitare una “etacombe sociale” ed evitare disservizi nella Asl pugliesi»
Dai fiori alle pillole e cartine: così la Cannabis terapeutica   viene trasformata nel Laboratorio Galenico di Altamura Dai fiori alle pillole e cartine: così la Cannabis terapeutica viene trasformata nel Laboratorio Galenico di Altamura La nuova frontiera e i suoi molteplici impieghi: dal dolore cronico al supporto o sostituzione di terapie tradizionali inefficaci
Una nuova speranza per il piccolo Paolo, oggi prima somministrazione di Zolgensma Una nuova speranza per il piccolo Paolo, oggi prima somministrazione di Zolgensma La storia del bimbo affetto da Sma di tipo 1 fu l'attrito che portò alle dimissioni di Lopalco, la soddisfazione della famiglia
1 Prevenzione tumore al seno, allo studio Pansini un mammografo di ultima generazione Prevenzione tumore al seno, allo studio Pansini un mammografo di ultima generazione Consente uno studio 3D della ghiandola mammaria. Dott. Pansini: «Diagnosi precoce ed efficace per una patologia in crescita»
Parodontite: fattori di rischio e rimedi Parodontite: fattori di rischio e rimedi Un approfondimento sul tema
Medici non vaccinati, l'ordine di Bari ne sospende 23 Medici non vaccinati, l'ordine di Bari ne sospende 23 Arriva l'esito delle prime verifiche
Le malattie infiammatorie croniche intestinali: novità scientifiche e terapeutiche Le malattie infiammatorie croniche intestinali: novità scientifiche e terapeutiche L’evento medico è organizzato dal prof. Francesco William Guglielmi
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.