Abbaticchio
Abbaticchio
Scuola e Lavoro

Estate e scuole chiuse in Puglia. Abbaticchio: «Occasione per ri/progettare il nuovo anno»

Il Garante dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza rivolge un appello al governo della Regione

Una lunga lettera dal Garante dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza della Regione Puglia, Ludovico Abbaticchio al governo della Regione Puglia per invitare a riflettere sulla scuola e iniziare ora a ri/progettare il prossimo anno scolastico in questi mesi di chiusura. Di seguito il testo completo:

«Se c'è una cosa che la pandemia ci ha insegnato è la necessità di agire per tempo e con una adeguata programmazione. Ritengo quindi che ora, con la chiusura delle scuole, sia il momento utile per una riflessione sul tema della tutela del diritto alla salute delle persone di minore età ed in particolare sul tema della medicina scolastica. La pandemia ha svelato carenze istituzionali ed operative sulla assistenza sanitaria territoriale soprattutto nei confronti delle persone di minore età. Una equipe socio-sanitaria interdisciplinare in ambito scolastico presente costantemente all'interno della scuola potrebbe essere una esperienza utile e capace di sviluppare programmi di formazione ed informazione per alunni/e, docenti e genitori. Invito, pertanto il Governo regionale, il mondo della scuola e i Sindaci ad adottare misure idonee affinché' si ripensi ai servizi di medicina scolastica adeguandosi a quanto previsto dall'art.14, comma 1 l. e, della legge del 23/12/78, n.833, (Istituzione del servizio sanitario nazionale) in materia di igiene e medicina scolastica. Rimarco l'importanza degli interventi a tutela del benessere e dello sviluppo psico-fisico delle alunne e degli alunni attraverso dei semplici interventi:
• La revisione del d.lgs 502/92 per promuovere i servizi di medicina negli ambiti territoriali.
• La promozione di un coordinamento tra settore socio-sanitario e scolastico, che negli ultimi tempi ha manifestato uno sterile scollamento.
I servizi socio- sanitari rinnovati, anche alla luce del PNRR, troverebbero realizzazione più efficace, intervenendo su aspetti di primaria importanza quali quelli igienico-sanitari, nutrizionali, legati alla refezione scolastica, al sostegno psicologico per le persone di minore età, all'educazione alla salute all'affettività, alla sessualità e al contrasto alle dipendenze patologiche. Una medicina scolastica rinnovata consentirebbe di creare figure di raccordo tra famiglie e medicina del territorio, in grado di dare risposte efficaci alle esigenze di benessere della comunità scolastica, garantendo interventi di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce delle patologie in età evolutiva, interventi di assistenza e di monitoraggio delle condizioni di salute degli studenti. Rendiamo la criticità vissuta con la pandemia in una opportunità per ripensare e migliorare le politiche socio-sanitarie partendo dai luoghi quotidiani di vita delle persone di minore età
».
  • Scuola
  • minori
Altri contenuti a tema
Puglia, approvato piano regionale per il diritto allo studio: 9 milioni di euro per garantire servizi essenziali Puglia, approvato piano regionale per il diritto allo studio: 9 milioni di euro per garantire servizi essenziali Contributi anche per il servizio mensa e il trasporto scolastico
Chiusura scuola "Del Prete", via allo sgombero delle aule Chiusura scuola "Del Prete", via allo sgombero delle aule Protestano i comitati che lottano per mantenerla aperta: Salviamola, prima che sia troppo tardi
Rientro a scuola, in Puglia non vaccinati 6.809 insegnanti e 235.521 ragazzi Rientro a scuola, in Puglia non vaccinati 6.809 insegnanti e 235.521 ragazzi Il sottosegretario Sasso: «Green pass non ipotizzabile», Amati: «Così dobbiamo aprire le scuole?»
Buoni servizi per i minori in Puglia, ecco come fare domanda Buoni servizi per i minori in Puglia, ecco come fare domanda Possibile presentare istanza fino al prossimo 3 agosto, Barone: "Avviso frutto del confronto con gli operatori"
Rientro in classe in Puglia, Leo: «Garantiti autobus in caso di ingressi scaglionati» Rientro in classe in Puglia, Leo: «Garantiti autobus in caso di ingressi scaglionati» L'assessore è intervenuto durante il il Tavolo Permanente Regionale per l’avvio dell’anno scolastico
Puglia, tavolo per l'avvio delle lezioni. ANP: "Ritorno in classe al 100% ma occorrono regole chiare" Puglia, tavolo per l'avvio delle lezioni. ANP: "Ritorno in classe al 100% ma occorrono regole chiare" L'associazione nazionale presidi: "No alla scelta delle famiglie, sì alle regole fissate dalle scuole con il rispetto dell'obbligo di frequenza per il contingente che sarà scelto per la presenza"
Scuola Del Prete, primario: «Fermare il trasloco delle classi» Scuola Del Prete, primario: «Fermare il trasloco delle classi» Animata assemblea nel pomeriggio di ieri, presente il consigliere Bronzini "attaccato" da genitori e cittadini
Scuola in Puglia, i danni della DaD: calo degli apprendimenti e dispersione scolastica Scuola in Puglia, i danni della DaD: calo degli apprendimenti e dispersione scolastica È quanto emerge dal rapporto INVALSI 2021, gravi le lacune dei ragazzi del quinto anno delle superiori
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.