La manifestazione degli studenti a Bari
La manifestazione degli studenti a Bari
Scuola e Lavoro

Dopo le proteste ascoltati gli studenti, a Bari riaprono le aule studio

L'approvazione della proposta prevista per domani. Capienza ridotta di 1/3, si dovrebbe ripartire a luglio

Dopo le diverse proteste degli studenti, culminate ieri con una manifestazione in piazza in cui gli studenti si sono messi all'aperto davanti all'ateneo a studiare con i propri libri, l'università sembra aver deciso per una riapertura delle aule studio.

«Siamo riusciti, noi tutti studenti di Uniba uniti e compatti, ad ottenere la riapertura dei luoghi di studio - scrivono da UP - Università Protagonista - È ancora in corso l'analisi costi benefici e ogni sala necessiterà di una riduzione ad 1/3 dei posti disponibili, a causa dell'emergenza Covid (ad esempio la Biblioteca Centrale di Economia passerà da 80 a 24 posti, quella di Giurisprudenza da 80 a 24, quella di Lettere da 126 a 36, e ancora quella di Medicina da 116 a 34). L'intenzione è di riaprire nella prima settimana di luglio.Il tutto andrà in approvazione al CdA di domani».

«Durante la riunione di oggi del Senato Accademico abbiamo presentato la nostra richiesta di riapertura ragionata di aule studio e biblioteche - sottolinea Link Bari - A seguito della richiesta di discussione che abbiamo presentato e della petizione che abbiamo avviato e che tante e tanti di voi hanno sostenuto, abbiamo ottenuto la riapertura delle biblioteche e degli spazi dedicati allo studio. Si sta valutando la modalità di ingresso e di permanenza all'interno degli spazi e le tempistiche con cui avverrà l'apertura, che dovrebbe arrivare nella prima settimana di luglio. Per far fronte alla riduzione dei posti a sedere, dovuta alle normative sanitarie, abbiamo anche richiesto che questi possano essere recuperati in spazi all'aperto o in altri locali messi a disposizione dal Comune di Bari. Rendere questa città davvero universitaria vuol dire rispondere al bisogno degli studenti e delle studentesse di avere spazi cittadini in cui studiare senza i limiti derivanti dalle proprie condizioni economiche e famigliari, a maggior ragione nel pieno della propria sessione di esami. Questa deve essere ora una priorità di queste amministrazioni universitaria e cittadina».

Foto: Radio Frequenza Libera
  • uniba
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Covid, sono 90 i casi positivi in Puglia.  Scendono a 10mila gli attualmente positivi Covid, sono 90 i casi positivi in Puglia. Scendono a 10mila gli attualmente positivi Registrati 2 nuovi decessi
Covid, 112 nuovi casi in Puglia e 3 decessi Covid, 112 nuovi casi in Puglia e 3 decessi Sono stati 7650 i tamponi analizzati
Covid, in Puglia registrati 169 casi positivi: sono 2 i nuovi decessi Covid, in Puglia registrati 169 casi positivi: sono 2 i nuovi decessi Sessanta i nuovi contagi in provincia di Bari. Processati ottomila tamponi
Covid, registrati 47 nuovi casi in Puglia: sono 2 i nuovi decessi Covid, registrati 47 nuovi casi in Puglia: sono 2 i nuovi decessi Soltanto 8 positivi in provincia di Bari
Covid, sono 73 i nuovi casi positivi in Puglia: nessun decesso Covid, sono 73 i nuovi casi positivi in Puglia: nessun decesso Analizzati quattromila tamponi
Coronavirus, in Puglia 140 nuovi casi e gli attuali positivi scendono a 13.812 Coronavirus, in Puglia 140 nuovi casi e gli attuali positivi scendono a 13.812 Registrati anche altri 3 decessi, di cui 2 in provincia di Bari. Ecco il bollettino completo da scaricare
Puglia in zona bianca, ecco cosa si potrà fare da lunedì 14 giugno Puglia in zona bianca, ecco cosa si potrà fare da lunedì 14 giugno Abolito il coprifuoco, consentita la ristorazione al tavolo anche al chiuso con tavoli da massimo 6 persone
Coronavirus, è ufficiale. Da lunedì la Puglia sarà zona bianca Coronavirus, è ufficiale. Da lunedì la Puglia sarà zona bianca Speranza: «Grande lavoro di squadra che ci sta permettendo di ottenere risultati. Campagna di vaccinazione strumento per chiudere questa situazione»
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.