medici albania
medici albania
Attualità

Coronavirus, l'Albania manda trenta medici e infermieri in Italia

Lo conferma con un annuncio social il premier Edi Rama. Emiliano: «Gesto concreto e simbolico»

Trenta fra medici e infermieri sono partiti ieri dall'Albania alla volta dell'Italia, per sostenere il nostro Paese nella lotta contro il Coronavirus. Lo ha detto il premier albanese Edi Rama con un messaggio social in albanese e in italiano.

«Un piccolo aiuto per i nostri fratelli e sorelle italiani, che ci hanno adottati quando ne avevamo bisogno - dice Rama. Stiamo combattendo lo stesso nemico, non possiamo tenere le forze di riserva mentre in Italia ci sono ospedali di guerra dove anche concittadini albanesi si stanno curando. Tutti sono rinchiusi nelle loro frontiere, anche paesi ricchissimi hanno voltato le spalle agli altri. Noi non siamo ricchi ma neanche privi di memoria: non possiamo non dimostrare all'Italia che l'Albania non abbandona l'amico in difficoltà. Oggi siamo tutti italiani, l'Italia deve vincere questa guerra e la vincerà, anche per noi, per l'Europa e per il mondo».

«La solidarietà verso l'Italia non ha confini e anche l'Albania oggi ha dimostrato di avere un grande cuore - commenta Luigi Di Maio, ministro degli esteri. A Fiumicino è arrivato un team di 30 medici e infermieri che domani andrà in Lombardia, nel cuore di questa emergenza per supportare i nostri medici, i nostri infermieri e i nostri operatori sociosanitari. Un piccolo rinforzo per sostenere donne e uomini in trincea ormai da settimane. Ringrazio il primo ministro albanese Edi Rama, il governo e tutto il popolo albanese per la vicinanza dimostrata nonostante l'emergenza abbia colpito anche loro. Ai cittadini italiani, a chi sta lavorando e affrontando sul campo questa emergenza dico solo una cosa: non vi lasceremo soli. Mai»

Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, commenta: «Un gesto concreto, il suo, ma anche enormemente simbolico. Nelle sue parole ritrovo tutta la speranza, l'umanità, l'incoraggiamento che ci servono in questo difficile momento».
  • Michele Emiliano
  • Albania
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Mascherine, turni a mensa e distanziamento: così ripartono le scuole a settembre Mascherine, turni a mensa e distanziamento: così ripartono le scuole a settembre Il Ministero dell'Istruzione ha recepito il documento prodotto dal Comitato tecnico scientifico. Gel igienizzanti in più punti dell'istituto
La Regione Puglia cerca mascherine, pubblicato il bando rivolto alle aziende La Regione Puglia cerca mascherine, pubblicato il bando rivolto alle aziende Si tratta di un'indagine di mercato per reperire dispositivi ospedalieri e di comunità
La Puglia riconosce un premio in busta paga ai medici del Covid -19 La Puglia riconosce un premio in busta paga ai medici del Covid -19 Il contributo va da un minimo di 200 euro ad un massimo di 1200 euro lordi in base ai turni effettuati
Coronavirus, nessun nuovo positivo in provincia di Bari Coronavirus, nessun nuovo positivo in provincia di Bari I casi registrati in Puglia oggi sono altri cinque, con un decesso nel brindisino
Mascherine, distanziamento e gel mani: ecco come ci si sposa nei siti comunali di Bari Mascherine, distanziamento e gel mani: ecco come ci si sposa nei siti comunali di Bari L'ente ha pubblicato le linee guida con cui verranno celebrati matrimoni e unioni civili nella fase due del Covid-19
Fase 2, dopo il lockdown tornano sulle strade di Puglia gli autobus Flixbus Fase 2, dopo il lockdown tornano sulle strade di Puglia gli autobus Flixbus A partire dal 3 giugno riprenderanno 14 linee, alcune delle quali riguardano Bari e la nostra Regione. Seguite le linee guida del Governo
Plasmaterapia, negativo il tampone del primo ricevente in Puglia Plasmaterapia, negativo il tampone del primo ricevente in Puglia Il paziente è guarito dopo il trattamento all'ospedale Perrino di Brindisi. Emiliano: «Carica virale molto ridotta»
Anticipo cassa integrazione, c'è l'accordo fra Regione Puglia e Bcc Anticipo cassa integrazione, c'è l'accordo fra Regione Puglia e Bcc Obiettivo facilitare l'accesso alla Cigd subordinandolo esclusivamente alla richiesta dell’azienda
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.