giuseppe conte
giuseppe conte
Attualità

Coronavirus, Conte: «Chiuse attività non indispensabili in tutta Italia»

Il premier: «Aperti supermercati, alimentari e farmacie. Il momento più difficile dal secondo dopoguerra»

«Abbiamo deciso di chiudere in tutta Italia ogni attività non necessaria, cruciale e indispensabile per beni e servizi essenziali». Lo ha annunciato pochi minuti fa il premier Giuseppe Conte, parlando del nuovo decreto varato dall'esecutivo per provare a fermare la diffusione del Coronavirus. «Abbiamo lavorato con i sindacati per stilare una lista: resteranno aperti supermercati, negozi di generi alimentiari e prima necessità. Non abbiamo previsto restrizioni sui giorni di apertura, mantenete la calma perché non c'è ragione di creare code che in questo momento sono ingiustificabili. Resteranno aperti farmacie e parafarmacie, banche, poste e servizi assicurativi e finanziari. Garantiremo i trasporti e le attività connesse a quelle essenziali. Per il resto, consentiremo solo il lavoro smart e le attività produttive più rilevanti».

«Rallentiamo il motore produttivo del paese, ma non lo fermiamo - procede Conte. Una decisione che ci predispone ad affrontare la fase più acuta del contagio, per contenere la diffusione dell'epidemia. L'emergenza sanitaria sta diventando anche economica, ma il governo interverrà con misure straordinarie per alzare la testa e ripartire quanto prima. La nostra comunità deve stringersi come una catena a protezione della vita. Stiamo rinunciando alle abitudini più care, ma non al coraggio e alla speranza nel futuro».

Poi il presidente del Consiglio analizza la situazione attuale: «Stiamo affrontando la crisi più difficile dal secondo dopoguerra. Ogni giorno arrivano immagini e notizie ci feriscono, ci lasciano in segno nella memoria. Queste morti per noi, per i nostri valori, non sono semplici numeri, ma storie di famiglie che perdono i propri cari. Dobbiamo continuare a rispettare le regole con pazienza e severità, non abbiamo alternative. Dobbiamo resistere, solo così riusciremo a tutelare noi stessi e gli altri. Un sacrificio modesto rispetto a quello che accade negli ospedali, dove c'è chi rischia molto di più. Penso a medici e infermieri, ma anche agli operatori delle forze dell'ordine e della protezione civile, nonché a quelli dell'informazione. Uomini e donne che compiono ogni giorno un atto di responsabilità e amore nei confronti della nazione».
  • Coronavirus
  • Giuseppe Conte
Altri contenuti a tema
Coronavirus, Decaro abbandona la conferenza col Governo: «Subito 5 miliardi per i Comuni» Coronavirus, Decaro abbandona la conferenza col Governo: «Subito 5 miliardi per i Comuni» Il sindaco di Bari e presidente Anci: «Non possiamo aspettare oltre, servono risorse per garantire servizi ai cittadini»
Cannillo e Pomarico domani ospiti in diretta sul network Viva Cannillo e Pomarico domani ospiti in diretta sul network Viva Approfondimento sulla ripartenza dopo il Coronavirus: orizzonti, progetti, speranze
Emergenza Coronavirus, tre aziende donano pane e buoni spesa al Comune di Bari Emergenza Coronavirus, tre aziende donano pane e buoni spesa al Comune di Bari Decaro: «Cittadini, associazioni e imprese si stanno mostrando attenti e generosi in questa emergenza»
Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta ma attivo il servizio a domicilio Negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta ma attivo il servizio a domicilio Firmata l'ordinanza del sindaco di Bari. Possibile richiedere la spesa a casa tramite prenotazione telefonica
Covid - 19 bilancio nella norma in Puglia, dieci i decessi Covid - 19 bilancio nella norma in Puglia, dieci i decessi Sono 120 i nuovi casi 27 nel Barese. Iniziano a crescere anche i guariti ora sono 177
Bari, ancora casi postivi al Covid -19 nelle residenze per anziani, tredici a San Girolamo Bari, ancora casi postivi al Covid -19 nelle residenze per anziani, tredici a San Girolamo Nella casa di cura Villa Giovanna si stanno effettuando i tamponi a tappeto tra i cento ospiti
Coronavirus, Bari Multiservizi dona uova di Pasqua alla Casa dei bambini Coronavirus, Bari Multiservizi dona uova di Pasqua alla Casa dei bambini Bottalico: «La nostra città si sta stringendo per affrontare unita queste difficoltà»
Bari, organizzano festa di compleanno nonostante il decreto. Scattano le multe Bari, organizzano festa di compleanno nonostante il decreto. Scattano le multe Il fatto nella giornata di ieri al Libertà. Decaro: «In questo momento non c'è cosa più stupida»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.