Carabinieri Bari
Carabinieri Bari
Cronaca

Bari Vecchia, intensificati i controlli dei Carabinieri dopo l'omicidio Capriati

I militari hanno sequestrato denaro contante per riciclaggio e arrestato tre giovani fra i 19 e i 24 anni

A Bari vecchia vige una rigida divisione dei compiti. C'è chi nasconde la droga, chi la sorveglia, chi la trasporta e si occupa delle vendite e della raccolta dei soldi. Il grande bazar dello spaccio di droga allestito nel borgo antico, sotto l'egida e il controllo del clan mafioso Capriati, poggia su una rigida divisione dei compiti.

Nel contesto delle attività di controllo del territorio, disposte dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Bari ed intensificate dopo l'omicidio di Raffaele Capriati avvenuto a Pasquetta, i militari della Stazione di Bari San Nicola, a maggio, hanno operato più volte nel borgo antico per contrastare le attività di spaccio di droga svolte dai clan, procedendo in totale a tre arresti, ad una denuncia ed al sequestro di 249 grammi fra cocaina, hashish e marijuana e la somma di 5.165 euro.

Nel corso di un controllo del territorio cittadino, un 19enne del posto, già noto alle forze di polizia per i suoi precedenti penali e sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, è stato sorpreso, mentre trasportava 4.370 euro in contanti, ritenuti «provento della illecita attività di spaccio di droga» e sottoposti a sequestro. Il giovane è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Bari per riciclaggio di denaro. Ma c'è di più.

Un altro 19enne, sempre del posto, è stato invece sorpreso in flagranza di reato con alcune dosi di droga (38 grammi di cocaina, 67 di hashish e 56 di marijuana) e la somma di 265 euro ritenuta «provento dell'illecita attività». Arrestato in flagranza con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, dopo la direttissima nella sede del Tribunale di Bari, è stato condannato alla pena, da scontare agli arresti domiciliari, di 2 anni di reclusione e di 2mila euro di multa.

Un 24enne e un 19enne baresi, infine, sono finiti anche loro in manette perché, nel corso di un altro controllo del territorio barese operato dagli uomini dell'Arma, sono stati trovati in possesso di numerose dosi di droga (21 grammi di cocaina, 52 di hashish e 15 di marijuana) e della somma di 530 euro ritenuta «provento dell'illecita attività». I giovani, noti alle forze di polizia, durante il giudizio direttissimo, sono stati condannati a 1 anno e 4 mesi di carcere e 2mila euro di multa.

Quello dei venditori di droga, al soldo del clan Capriati, è un esercito. La criminalità che nel borgo antico muove le fila del mercato della droga funziona come un ufficio di collocamento. Crea reddito illegale e nel contempo si ritaglia ulteriori fette di mercato, sollecitando i bisogni e assecondando le voglie della clientela.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Operazione anticaporalato, in azione i Carabinieri in provincia di Bari Operazione anticaporalato, in azione i Carabinieri in provincia di Bari In carcere un uomo e una donna: la manodopera operava nei comuni di Cassano Murge, Turi, Acquaviva Delle Fonti e Rutigliano
210° anniversario della fondazione dell'arma dei Carabinieri: limitazioni al traffico 210° anniversario della fondazione dell'arma dei Carabinieri: limitazioni al traffico Le variazioni sono state disposte dalla Polizia Locale per consentire lo svolgere delle celebrazioni
Guerra di mafia nel 2018, omicidio Andolfi: condanne definitive per 7 arrestati Guerra di mafia nel 2018, omicidio Andolfi: condanne definitive per 7 arrestati I reati avvennero a Carrassi, riconducibili al contrasto tra i clan Palermiti-Anemolo, egemoni nel quartiere, e Capriati
Traffico illecito di pezzi di ricambio di auto, quattro arresti Traffico illecito di pezzi di ricambio di auto, quattro arresti Si tratta di cittadini fasanesi di un'età compresa tra i 25 e i 51 anni
Carabinieri salvano gattino intrappolato nella fogna Carabinieri salvano gattino intrappolato nella fogna La segnalazione giunta ai militari da alcuni cittadini di Poggiorsini
Quartiere San Paolo, i Carabinieri scoprono un deposito di sostanze stupefacenti Quartiere San Paolo, i Carabinieri scoprono un deposito di sostanze stupefacenti Arrestato un 24enne
Centinaia di reperti archeologici nell’abitazione di due pensionati di Bari Centinaia di reperti archeologici nell’abitazione di due pensionati di Bari La scoperta dei carabinieri
Intitolata al maresciallo Vincenzo Ranieri la stazione dei Carabinieri a Santo Spirito Intitolata al maresciallo Vincenzo Ranieri la stazione dei Carabinieri a Santo Spirito La cerimonia si è svolta questa mattina
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.