Una discarica
Una discarica
Cronaca

Altamura, sequestrata dai carabinieri la ex discarica Tra.de.co.

L'area per venti anni ha raccolto i rifiuti di Altamura, Gravina di Puglia, Sant’Eramo in Colle, Cassano delle Murge, Grumo Appula, Toritto e Poggiorsini

Ennesimo strascico giudiziario per la ex discarica Tra.de.co. di Altamura che per vent'anni ha raccolto rifiuti solidi urbani dei comuni del "Bacino BA/4" da Gravina a Santeramo, da Cassano a Grumo, fino a Toritto e Poggiorsini.

Questa mattina i militari del Nucleo Operativo Ecologico dei carabinieri di Bari hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo dell'impianto sito in contrada Le Lamie.

Nel 2007 la provincia di Bari aveva ordinato la cessazione dei conferimenti di rifiuti in discarica e, da quel momento, era stato dato avvio alla procedura di chiusura che prevedeva una serie di adempimenti di messa in sicurezza e gestione del sito, capping, gestione del percolato, sono solo alcune segnalazioni, per evitare conseguenze in danno dell'ambiente e della salute pubblica. Tali procedure non sono state adempiute nei tempi e nei modi previsti, a partire dalla incompleta copertura superficiale della discarica, passando per l'assenza del sistema di raccolta, convogliamento e combustione del cd. biogas (prodotto fisiologicamente dal corpo dei rifiuti) fino all'omessa predisposizione (nonostante le reiterate diffide ad adempiere effettuate nel tempo dalla Provincia) di un piano finanziario della gestione postuma del sito.

Tra.de.co. s.r.l. è stato poi dichiarata fallita dal Tribunale di Bari con sentenza 8 ottobre 2018. Evento questo che ha aggravato la situazione, determinando l'esecuzione da parte della curatela fallimentare di accertamenti per la verifica della situazione ambientale, anche con conferimento di incarico di perizia, e la conseguente restituzione dell'impianto a Tra.de.co. s.r.l.

Già a partire dall'analisi della non esaustiva documentazione relativa alla gestione Tra.de.co. s.r.l. emergeva l'assenza del trattamento del percolato prodotto dal 2015 in avanti. Il sequestro del sito consentirà ulteriori analisi e verifiche. Gli amministratori dell'azienda succedutisi nel tempo sono ritenuti responsabili, in concorso, dei reati di inquinamento ambientale, omessa bonifica, attività di gestione di rifiuti non autorizzata, emissione in atmosfera di biogas proveniente dalla discarica e scarico sul suolo, senza autorizzazione, di acque meteoriche, di dilavamento e prima pioggia rivenienti dalla discarica
  • Carabinieri
  • ambiente
Altri contenuti a tema
Ruba in un supermercato e picchia un commesso, nei guai un 48enne Ruba in un supermercato e picchia un commesso, nei guai un 48enne È successo a Gioia del Colle, l'uomo ha cercato di fuggire. Proseguono le indagini per risalire al "palo"
Spararono ad un uomo in centro a Triggiano, arrestati Spararono ad un uomo in centro a Triggiano, arrestati I due, un 42enne sorvegliato speciale, e un 24enne pregiudicato, avrebbero colpito il 37enne per dissidi relativi allo spaccio sul territorio
Movida ad Altamura, arrestato un altro pusher 19enne Movida ad Altamura, arrestato un altro pusher 19enne Secondo caso in pochi giorni, il giovane aveva con sé cocaina, marijuana e denaro contante
Spaccia in un B&B sotto falso nome, arrestato Spaccia in un B&B sotto falso nome, arrestato L'uomo, un ventinovenne, è stato sorpreso con 50 grammi di hashish già diviso in dosi
Monopoli, nascondeva sei chili di droga nella ruota di scorta. Arrestata 25enne Monopoli, nascondeva sei chili di droga nella ruota di scorta. Arrestata 25enne In manette anche un 32enne. Due denunce e dieci segnalazioni alla Prefettura fra gli assuntori
Terremoto all'Aquila, sequestrati beni per oltre 1 milione ad una ditta tranese Terremoto all'Aquila, sequestrati beni per oltre 1 milione ad una ditta tranese Le indagini condotte dalla Procura di Bari, operazione di Carabinieri
Problema puzza a Monopoli, Stea: «Presto daremo risposte ai cittadini» Problema puzza a Monopoli, Stea: «Presto daremo risposte ai cittadini» Seconda riunione del tavolo tecnico, prossimo appuntamento a marzo. Si passa alla fase 2
Toritto, incendiata l'auto del sindaco Pasquale Regina Toritto, incendiata l'auto del sindaco Pasquale Regina Il fatto nella notte, sul posto l'intervento dei vigili del fuoco. Indagano i carabinieri
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.