L'arresto di Eugenio Palermiti
L'arresto di Eugenio Palermiti
Cronaca

Arrestato a Bari lo storico boss di Japigia: in carcere Eugenio Palermiti

Ai vertici dell'omonimo clan, fu mandante, nel 2013, di un agguato armato nei confronti di Teodoro Greco

È caduto pure l'ultimo boss, a Japigia, dopo Savino Parisi, detenuto dal 2016. Questa mattina, infatti, con l'arresto di Eugenio Palermiti, il quartiere si è risvegliato senza più padroni (anche suo figlio e erede designato, Giovanni, è in carcere dove sta scontando la condanna all'ergastolo per l'omicidio di Walter Rafaschieri).

Il boss, 69 anni, libero, ma sottoposto alla sorveglianza speciale, è tornato in cella: «U 'Nonn», infatti, secondo il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bari, Giuseppe De Salvatore, è considerato il mandante di un agguato avvenuto nel rione Japigia nel novembre 2013, nei confronti di Teodoro Greco, incensurato dipendente di una ditta del posto di distribuzione di giornali. La vittima fu colpita alle gambe da due colpi di arma da fuoco che gli procurarono diverse fratture.

L'uomo, ben inserito nel tessuto sociale cittadino, in ragione del ruolo di responsabilità rivestito in un'agenzia giornalistica di distribuzione di quotidiani e periodici aveva concesso favori al boss, ma poi aveva deciso di smettere. Per questo («Non lo stava più facendo mangiare», le parole del collaboratore Domenico Milella), Palermiti avrebbe incarico Milella e Filippo Mineccia di «sparargli alle gambe appena lo avesse trovato , pure con un colpo solo, soltanto per farlo spaventare».

Per gli inquirenti, il movente dell'aggressione era «indurre la vittima a chiedere proprio a lui aiuto e protezione per l'agguato subìto». Il 69enne è anche accusato di atti persecutori e violenza privata, aggravati dal metodo mafioso, commessi tra 2021 e 2022 nei confronti di tre aspiranti collaboratori di giustizia e dei familiari.
  • mafia
Altri contenuti a tema
Gasparri: «Dopo arresti si valuti lo scioglimento del Comune di Bari» Gasparri: «Dopo arresti si valuti lo scioglimento del Comune di Bari» Il capogruppo di Forza Italia lo ha dichiarato al termine della riunione del centrodestra sulle amministrative
Mancanza di un vertice, tensione e conflitti. Ecco il quadro della criminalità a Bari Mancanza di un vertice, tensione e conflitti. Ecco il quadro della criminalità a Bari La situazione è quella che emerge dal secondo report semestrale della Dia relativo al 2022
Quattro clan si dividono Bari, ma la situazione è in continua evoluzione Quattro clan si dividono Bari, ma la situazione è in continua evoluzione La relazione semestrale della Dia traccia un quadro niente affatto edificante, con possibili novità legate a scarcerazioni e pentimenti
Scacco alla mafia barese, i nomi dei 22 condannati nel processo Pandora Scacco alla mafia barese, i nomi dei 22 condannati nel processo Pandora In carcere esponenti dei clan Mercante-Diomede e Capriati
Savino Parisi resta in carcere, deve scontare una pena cumulativa di 12 anni Savino Parisi resta in carcere, deve scontare una pena cumulativa di 12 anni Si è reso necessario aggiornare quanto deve restare in prigione a seguito delle numerose e concorrenti sentenze di condanna
L'ombra della mafia su Valenzano, così il clan comandava il consiglio comunale L'ombra della mafia su Valenzano, così il clan comandava il consiglio comunale Il sodalizio tra la consigliera Francesca Ferri, il compagno Filippo Dentamaro e il boss Salvatore Buscemi per avere in mano la città
Guerra di mafia a Bari, 5 arresti per tentato omicidio Guerra di mafia a Bari, 5 arresti per tentato omicidio Lo scorso 19 marzo si sarebbero resi responsabili dell'aggressione ad un 24enne del gruppo rivale
Aggrediscono in gruppo 35enne del clan rivale al San Paolo, arrestati. Tra di loro un minore Aggrediscono in gruppo 35enne del clan rivale al San Paolo, arrestati. Tra di loro un minore Stando all'accusa avrebbero colpito l'uomo al volto, anche con un tirapugni, per poi sparargli alla gamba destra
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.