mercato via Salvemini
mercato via Salvemini
Associazioni

"Aprite anche i mercati", Confcommercio Bari spiega come

Dopo lo stop prolungato per il Covid anche la federazione dei venditori ambulanti vuole tornare in piazza

Dopo l'annuncio della riapertura di negozi bar, parrucchieri e centri estetici, anche quella dei mercati "appare di importanza strategica sia perché il rischio di trasmissione del contagio in aree aperte è inferiore alle probabilità di contagio in luoghi chiusi, sia perché, se si vogliono evitare gli assembramenti di persone è evidente che riducendo i punti vendita si moltiplica il rischio di concentrare le persone negli unici esercizi commerciali aperti". A chiederlo con una nota è la Fiva Confcommercio Bari e Bat che spiega: "Le associazioni di categoria chiedono la riapertura prima possibile dei mercati e propongono le procedure per le riaperture in sicurezza, garantendo in primis la salute pubblica da coniugarsi con la contestuale necessità di assicurare alle imprese l'operatività necessaria e fondamentale per la loro redditività".

Ma non basta, le associazioni di categoria chiedono inoltre: un contributo regionale ai comuni per l'azzeramento integrale dei tributi locali in materia di occupazione del suolo pubblico e di prelievo sui rifiuti, almeno fino a quando l'emergenza sarà superata;

allungamento dell'orario dei mercati fino alle ore 18; Contributo agli operatori in caso di giornate perse a causa di eventuale ridimensionamenti dei mercati e turnazione; azzeramento delle presenze e delle assenze; fornitura di servizi logistici; ricorso a forme di sostegno nella sorveglianza degli accessi con opportuni protocolli di collaborazione con le associazioni di categoria, con il volontariato e le associazioni delle forze dell'ordine in congedo; sostegno ai lavoratori per le giornate di lavoro che si perdono a causa di

compartecipazione nelle attività di monitoraggio".

Accanto alle richieste Fiva Confocommercio spiega come sarebbe possibile aprire i mercati in sicurezza con un vero e proprio vademecum:

La distanza da banco a banco ottimale dovrebbe essere di non meno di 1,00 ml ma può anche essere inferiore se in corrispondenza del limite del banco si adotta una parete divisoria di altezza non inferiore a 1,50 ovvero un prolungamento della tenda laterale i di copertura in entrambi i lati in materiale plastico che arrivi a terra;

le dotazioni del banco con l'obbligo di protezioni individuali per il venditore, su tutti i banchi e non soltanto su quelli di carattere alimentare, con la disposizione di un contenitore a caduta e sottolavello per il lavaggio delle mani.

Corsie di scorrimento frontale: Non inferiori a 3,5 metri di distanza del fronte banchi (per consentire il rispetto della distanza fra chi fa spesa fra banchi contrapposti). Se il mercato è posto su fila unica è sufficiente una distanza inferiore, non minore di ml.2,50 dal fronte opposto.

divisione dei banchi: è consigliabile l'utilizzo di pareti divisorie in plexiglas per un'altezza non inferiore a 1,00oppure un prolungamento della tenda di copertura laterale in materiale plastico che arrivi a terra (in modo che ciascun banco sia un piccolo negozio a se stante).

spazio vendita frontale: delimitare con scotch o gesso o altro mezzo il posizionamento dei clienti in modo da garantire la distanza interpersonale di due metri. Assicurarsi che la distanza fra venditore e cliente non sia inferiore a 1,5 metri.

Ciascun titolare dell'esercizio si impegnerebbe a:

garantire, qualora l'attività preveda l'accesso a boxes, l'accesso di una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori, quanto all'uso di dispositivi di protezione, pretendere l'uso della mascherina da parte dei consumatori e mettere a disposizione gel igienizzante per le mani, nel caso in cui ai consumatori sia consentito servirsi da soli;

garantire l'applicazione delle misure previste dal Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro.
  • Mercati
Altri contenuti a tema
Bari, per i mercati serali ultima settimana di aperture, ecco il calendario Bari, per i mercati serali ultima settimana di aperture, ecco il calendario Stasera dalle 16 alle 21 le bancarelle saranno in via Portoghese. Unica eccezione di mattina è prevista per Poggiofranco il sabato
Mercati settimanali a Bari, ritorna l'apertura serale Mercati settimanali a Bari, ritorna l'apertura serale L'iniziativa avrà luogo dal 13 al 17 luglio e dal 3 al 7 agosto, unica eccezione il mercato del sabato a Poggiofranco
Gli ambulanti protestano sotto la sede della Regione Puglia: «Troppi mercati ancora chiusi» Gli ambulanti protestano sotto la sede della Regione Puglia: «Troppi mercati ancora chiusi» Gli addetti chiedono la soppressione delle tasse e il riconoscimento di "categoria disagiata". Borracino: «Per noi importante riprendere in sicurezza»
Dal 18 maggio riaprono i mercati di merci varie, c'è il sì della Regione Puglia Dal 18 maggio riaprono i mercati di merci varie, c'è il sì della Regione Puglia Firmata l'ordinanza. Emiliano: «Queste misure devono essere accompagnate da senso di responsabilità»
Apertura mercati in Puglia, associazioni dei Comuni e di categoria firmano documento congiunto Apertura mercati in Puglia, associazioni dei Comuni e di categoria firmano documento congiunto Le indicazioni riguardano la distanza dai banchi, i posteggi, il controllo del flusso, la dotazione dp e la sanificazione degli spazi
Proteste mercati, in cinquecento a Casamassima sotto il Baricentro Proteste mercati, in cinquecento a Casamassima sotto il Baricentro Gala di Casambulanti:"Fateci tornare a lavorare noi siamo all' aperto è meno rischioso"
1 Bari, ecco come riaprirà il mercato di Japigia Bari, ecco come riaprirà il mercato di Japigia Dalla settimana prossima bancarelle di generi alimentari distanziate e controlli della Municipale
Bari, ancora niente mercati in città, tutto fermo sino a dopo Pasqua Bari, ancora niente mercati in città, tutto fermo sino a dopo Pasqua Bloccata anche la vendita di frutta, verdura e pesce giornaliero in via Pitagora al quartiere Japigia
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.