annuncio di lavoro sessista
annuncio di lavoro sessista
Attualità

Annuncio di lavoro sessista affisso sul lungomare di Bari, accusa social allo studio legale

Mixed lgbtqia+: «L’avvocato non sarà un esperto di diritto se crede che questa possa ritenersi un'offerta»

Un "processo social" si è scatenato nei confronti di uno studio legale barese, che avrebbe affisso dei volantini con offerte di lavoro sui candelabri ornamentali del lungomare di Bari, utilizzando però forme discriminatorie e sessiste. Di fatto, lo studio legale in questione cerca una «Segretaria diplomata» che sia «Molto pratica» con il computer e le discipline informatiche.

Fin qui, tutto in regola (eccezion fatta per l'affissione poco ortodossa del volantino, su un lampione ornamentale, e per la categorizzazione di genere a priori nella ricerca di una "segretaria"). Il tono dell'annuncio, però, inclina verso interpretazioni discriminatorie nella parentesi, che invita eventuali «Veline» a non inviare la propria candidatura, e nel post scritto «Se non avete voglia di lavorare non venite».

A puntare il dito contro l'annuncio di lavoro, e a creare il dibattito social sulla questione, è stata per prima l'associazione Mixed lgbtqia+, che in un duro post sui social spiega la discriminazione di genere che il messaggio porterebbe con sé. «L'avvocato Guido Domenico - scrivono dall'associazione - non sarà certo un esperto di diritto del lavoro, se crede davvero che questa possa definirsi un'offerta: un volantino, appicciato verosimilmente in maniera abusiva, senza alcuna indicazione in ordine ad orari e retribuzione che non sia quella parentesi insopportabile (se non avete voglia di lavorare non venite)».

Mixed rincara la dose, scrivendo che l'avvocato in questione «Non sarà nemmeno un esperto di discriminazione di genere sul lavoro, se ha concepito quell'altra parentesi (no veline) che trasuda sessismo da ogni lettera, che ci parla di una selezione delle donne nel mercato del lavoro legata a doppio filo col suo aspetto fisico, e che presume che una 'velina' non possa avere competenze in ambito informatico, malgrado il suo diploma».

In conclusione l'associazione promette che «Quanto al post scriptum aggiunto a penna: faremo un esposto alla polizia municipale. 'Chi strappa questo volantino è una merda', a meno che ci pensi l'autorità competente».
  • lavoro
Altri contenuti a tema
Studio Antonio Arbore: «Siamo alla ricerca di nuovi talenti» Studio Antonio Arbore: «Siamo alla ricerca di nuovi talenti» Nuove opportunità di crescita professionale e guadagno
“Decontribuzione sud” a favore delle imprese, Giovanni Assi si esprime sulla proroga “Decontribuzione sud” a favore delle imprese, Giovanni Assi si esprime sulla proroga La nota a firma del delegato CONFAPI Puglia per Lavoro e Welfare e consulente del lavoro
Protesta degli ex dipendenti Iperblu: «Ridateci il nostro lavoro» Protesta degli ex dipendenti Iperblu: «Ridateci il nostro lavoro» Ieri mattina in sit-in all'interno del centro commerciale, ecco le richieste dei sindacati
“Formazione e lavoro, binomio indissolubile”: lunedì a Barletta torna Hey Sud “Formazione e lavoro, binomio indissolubile”: lunedì a Barletta torna Hey Sud Imprenditori e istituzioni a confronto su occupazione e ruolo delle università
La redazione del Viva Network è alla ricerca di nuovi collaboratori La redazione del Viva Network è alla ricerca di nuovi collaboratori Un’occasione per raccontare il territorio con curiosità e passione
Il valore di un broker di assicurazioni: proteggere il tuo business dai rischi Il valore di un broker di assicurazioni: proteggere il tuo business dai rischi Un approfondimento a cura dello Studio Antonio Arbore Srl
Thun chiude due negozi a Bari, licenziamento per nove persone Thun chiude due negozi a Bari, licenziamento per nove persone Procedura effettuata a livello nazionale, 77 in totale i dipendenti coinvolti
100 operatori sanitari stabilizzati al Policlinico di Bari da dicembre 100 operatori sanitari stabilizzati al Policlinico di Bari da dicembre Completato il piano delle assunzioni autorizzate dalla Regione Puglia
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.