al nido Montessori di Carbonara la sperimentazione del metodo svedese
al nido Montessori di Carbonara la sperimentazione del metodo svedese
Scuola e Lavoro

A Bari parte l'esperimento del "metodo svedese", il nido Montessori è l'apripista

Una pratica di inserimento che vede la presenza dei genitori nei primi giorni di frequenza

In queste settimane, nell'asilo nido Montessori di Carbonara, è in corso una sperimentazione del cosiddetto "metodo svedese", una pratica di inserimento dei piccoli, importata dai Paesi nordeuropei, che prevede la presenza continua del genitore che accompagna e affianca il proprio bambino alla scoperta del nuovo mondo "nido".

In concreto l'inserimento si svolge in tre giorni nel corso dei quali bambino e genitore trascorrono l'intera giornata al nido esplorando insieme l'ambiente, confrontandosi con le educatrici e gli altri bambini, condividendo il momento del pasto, del gioco e delle attività e vivendo così la routine quotidiana. Durante i tre giorni le educatrici hanno modo di osservare le abitudini del bambino, di affiancare il genitore ed entrare in relazione in modo graduale, diventando progressivamente una figura di riferimento. Il quarto giorno, invece, il genitore accompagna il bambino al nido per poi lasciarlo alle cure delle educatrici, restando naturalmente disponibile per ogni evenienza.

Si tratta di una modalità di inserimento che rispetta i tempi dei bambini e tiene conto delle esigenze delle famiglie.

Per gestire al meglio questa sperimentazione, la coordinatrice e le due educatrici del nido Montessori hanno seguito un corso online predisposto dalla piattaforma "Percorsi educativi 0-6" tenuto dalle due pedagogiste che per prime hanno portato il metodo in Italia e che lo attuano dal 2016 nel loro asilo privato di Cesena.

«Si è concluso ieri l'ultimo giorno di sperimentazione dell'inserimento partecipato ed erano tutti felicissimi - commenta l'assessora al ramo Paola Romano: i bambini, che hanno fatto un passaggio graduale dal genitore all'educatore, gli educatori e i genitori, che hanno stretto un legame di fiducia nel tempo condiviso al nido. Valuteremo nel tempo l'impatto di questa esperienza e, se tutti saranno soddisfatti, come mi auguro, proveremo ad estenderla a tutti i nidi della città».
  • Asilo nido
  • Paola Romano
Altri contenuti a tema
Lotta al "digital divide", dal Comune di Bari 78mila euro per l'acquisto di dispositivi informatici Lotta al "digital divide", dal Comune di Bari 78mila euro per l'acquisto di dispositivi informatici Serviranno ad aiutare 151 famiglie con l'abbonamento alla rete internet e la fornitura di Pc e tablet
Notte europea dei ricercatori, a Bari il 30 settembre l'evento a parco Rossani Notte europea dei ricercatori, a Bari il 30 settembre l'evento a parco Rossani La manifestazione andrà avanti dalle 11 a mezzanotte. Presenti UniBa, PoliBa, Lum e Cnr
Oncologia pediatrica, a Bari la fontana di piazza Moro si illumina di color oro Oncologia pediatrica, a Bari la fontana di piazza Moro si illumina di color oro Un messaggio per richiamare l'attenzione sulla resilienza dei piccoli pazienti e dei caregiver
A Bari arriva il "Villaggio dell'unicità", nel weekend a Pane e pomodoro l'evento per l'inclusione A Bari arriva il "Villaggio dell'unicità", nel weekend a Pane e pomodoro l'evento per l'inclusione Una manifestazione organizzata da Csv San Nicola e Puglia zero barriere per promuovere il tema dell'integrazione
"Educare alla lettura", a Bari torna la rassegna dedicata a minori e adulti di tutte le età "Educare alla lettura", a Bari torna la rassegna dedicata a minori e adulti di tutte le età Il festival propone al pubblico e agli addetti ai lavori un programma di eventi dal 9 settembre all’11 novembre
Rincaro costi energia, dal Comune di Bari un secco "no" al ritorno della Dad Rincaro costi energia, dal Comune di Bari un secco "no" al ritorno della Dad L'idea sta circolando per risparmiare sul riscaldamento a scuola. Romano: «L'istruzione ha già pagato troppo»
Torna Wiki loves Puglia, il concorso fotografico per valorizzare le bellezze della regione Torna Wiki loves Puglia, il concorso fotografico per valorizzare le bellezze della regione Le opere migliori andranno ad arricchire l'archivio gratuito dell'enciclopedia online Wikipedia
Centro ludico per la prima infanzia “Melo da Bari”, via alle iscrizioni Centro ludico per la prima infanzia “Melo da Bari”, via alle iscrizioni Accoglierà massimo 25 bambini, di cui 2 con disabilità, domande entro il 20 settembre
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.