Due anni di Bari Social Book
Due anni di Bari Social Book
Eventi e cultura

A Bari il premio nazionale "Città che legge". In arrivo 80mila euro

Riconoscimento per il progetto "Bari social book", che si conferma vincitore per il secondo anno consecutivo

Bari città della lettura: a dirlo è il Cepell - Centro per il libro e la lettura del Mibact in collaborazione con NapoliCittaLibro, che ha premiato il Comune di Bari il premio "Città che legge 2018" per il progetto "Bari social book: luoghi sociali per leggere". Si tratta del secondo riconoscimento ottenuto dal Cepell, dopo quello dello scorso anno; a ritirare il premio l'assessore al Welfare Francesca Bottalico questa mattina a Napoli.

Il premio, dell'importo di 80mila euro, consentirà di ampliare gli orari di apertura dei 14 spazi sociali allestiti presso diverse realtà pubbliche e private in tutta la città, di sostenere la nuova edizione del festival del libro sociale e di comunità e, infine, di dar vita alla prima biblioteca itinerante per mare a bordo di una barca di 13 metri confiscata ai trafficanti.

«Bari Social Book - ricordano dal Comune - coinvolge enti e istituzioni pubbliche e private, biblioteche, librerie, scuole, associazioni, soggetti non profit, strutture e servizi del welfare cittadino rivolti a minori e adulti, giovani e anziani, con l'obiettivo di costruire una città più solidale e attenta ai bisogni di tutte e tutti, rilanciando l'importanza della lettura come elemento di crescita personale e riscatto sociale, consapevolezza dei diritti di cittadinanza e promozione delle pari opportunità, leve per il cambiamento sociale e la crescita complessiva della comunità e del territorio. Alla rete, promossa dall'assessorato al Welfare e dall'ufficio del Garante dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza della Regione Puglia, aderiscono oltre 80 realtà pubbliche e private. Bari Social Book intende implementare una politica organica di sostegno all'educazione alla lettura, favorendo la crescita del benessere individuale e di comunità, facilitando la partecipazione e il protagonismo delle categorie più fragili e vulnerabili, attivando e valorizzando presidi di lettura popolare allestiti in luoghi di cura, socialità e accoglienza già strutturati e organizzati, come pure in spazi informali di comunità quali piazze, giardini e strade dei quartieri, anche in forma itinerante».

Da maggio 2016 Bari Social Book conta:

· 100 adulti e adolescenti coinvolti nei percorsi formativi per la gestione degli spazi sociali per leggere
· più di 5000 libri donati da cittadini/e
· 10.000 cittadini adulti e bambini coinvolti nel corso delle manifestazioni organizzate
· 4 grandi eventi / progetti cittadini di animazione alla lettura
· 14 spazi sociali per leggere inaugurati in città
· 2 edizioni del Festival del Libro sociale e di comunità.
  • Francesca Bottalico
  • Bari Social Book
Altri contenuti a tema
"Comunità amica della demenza", nel municipio II il progetto di Alzheimer Bari "Comunità amica della demenza", nel municipio II il progetto di Alzheimer Bari Presentati i primi risultati. Bottalico: «Obiettivo lenire il disagio degli utenti che hanno difficoltà a relazionarsi con l'ambiente»
Integrazione delle comunità rom, sinti e caminanti: si discute il nuovo piano d'azione. Bari fra le città coinvolte Integrazione delle comunità rom, sinti e caminanti: si discute il nuovo piano d'azione. Bari fra le città coinvolte Stamattina il primo incontro organizzativo. Bottalico: «Definito un cronoprogramma degli interventi che avvieremo nei prossimi mesi»
Teatro sociale e laboratori di inclusione, al via due progetti finanziati dal cinque per mille Teatro sociale e laboratori di inclusione, al via due progetti finanziati dal cinque per mille Bottalico: «Programma educativo gratuito e aperto a tutti. Settanta tra adulti e minori coinvolti»
San Girolamo, la villa confiscata alla mafia si trasforma in un ambulatorio solidale San Girolamo, la villa confiscata alla mafia si trasforma in un ambulatorio solidale Questa mattina partiti i lavori di conversione della struttura destinata al consorzio Beata Chiara. Lacoppola: «Amministrazione non rinuncia alla sua presenza istituzionale»
San Girolamo, apre il centro diurno Chiccolino 2.0 per il recupero dei giovani a rischio devianza San Girolamo, apre il centro diurno Chiccolino 2.0 per il recupero dei giovani a rischio devianza La struttura sorge in un bene confiscato alla mafia. Decaro: «Qui si insegna ai ragazzi a guardare al proprio futuro»
La danza come percorso di benessere per giovani e adulti, al via il progetto "Social tango" La danza come percorso di benessere per giovani e adulti, al via il progetto "Social tango" Appuntamento domenica 8 settembre nel giardino Michele Campione con l’evento di presentazione
Emergenza caldo, il bilancio degli interventi effettuati a Bari da giugno ad agosto Emergenza caldo, il bilancio degli interventi effettuati a Bari da giugno ad agosto Numerosi accessi ai centri d'accoglienza e nelle strutture "on the road". Bottalico: «Raggiunti anche i casi più difficili»
Al via "estate per tutti", un soggiorno socio-riabilitativo per 34 cittadini di Bari con disabilità Al via "estate per tutti", un soggiorno socio-riabilitativo per 34 cittadini di Bari con disabilità Bottalico: «Impegno a favore delle persone più fragili prosegue e si intensifica in un periodo dove la solitudine si sente di più»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.