Asl Bari ad Altamura
Asl Bari ad Altamura
Attualità

Violenza sulle donne, Asl Bari aderisce all'(H)-Open Week di Fondazione Onda

Una serie di eventi nei diversi distretti previsti la prossima settimana, ecco dove e quali sono

Contrastare la violenza sulle donne e offrire servizi e strumenti di sostegno e aiuto. Quattro Ospedali e diversi consultori familiari della ASL Bari, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, hanno aderito alla seconda edizione dell'(H)-Open Week di Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, che si terrà dal 21 al 26 novembre. L'obiettivo dell'iniziativa è di supportare coloro che sono vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il muro del silenzio.

Gli oltre 170 ospedali del network Bollini Rosa e centri antiviolenza aderenti all'iniziativa offriranno gratuitamente alla popolazione femminile consulenze, visite, colloqui, info point, e materiale informativo. Questa iniziativa si inserisce all'interno della campagna di comunicazione e sensibilizzazione "La violenza ha molti volti: nessuna maschera per combatterla", ideata da Fondazione Onda con Nicla Vassallo nel corso del 2021 al fine di incoraggiare una presa in carico concreta di questo dramma da parte di Istituzioni, donne, uomini, media e società civile.

Dal 21 al 25 novembre 2022 (ore 9-12), l'Ospedale San Paolo di Bari sarà impegnato in una attività di sensibilizzazione attraverso la distribuzione nelle sale d'attesa del presidio di materiale informativo contenente informazioni utili per la lotta alla violenza di genere e di questionari di autovalutazione sulla capacità di gestione della rabbia e su esperienze di violenza subita, agita o assistita. Nelle stesse giornate (ore 9-10, 2° piano Ala Est), la psicologa Carmen Zelano offrirà consulenze gratuite per tutte le donne vittime di violenza, fisica, psicologica, verbale, stalking e tratta (prenotazioni allo 080 5843551).

Il prossimo 22 novembre (ore 11-18) è in programma, presso il Presidio ospedaliero di Monopoli, l'inaugurazione dello Sportello "Ascolto Donna" con un info-point attivo nell'ambulatorio di Ostetricia e Ginecologia. Lo Sportello nasce con l'obiettivo di creare uno spazio accogliente dedicato alle donne ricoverate e alle donne lavoratrici dello stesso ospedale che si trovano in una situazione di grave disagio, che sono vittime di violenza o vivono un momento di difficoltà temporaneo. Il punto di ascolto sarà gestito dall'assistente sociale Mariachiara Priolo, in collaborazione con l'équipe della U.O.C. di Ostetricia e Ginecologia, e sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 14.00.

L'Ospedale Umberto I di Corato, per il 22 novembre (ore 9:30 - 13:30, nella hall del 1° Piano U.O.C. Ostetricia e Ginecologia), ha organizzato un incontro per illustrare il Percorso per le donne che subiscono violenza, dal titolo "Dal triage ospedaliero all'accompagnamento verso i servizi sul territorio". In agenda diversi interventi: "Soccorso e assistenza socio-sanitaria alle donne vittime di violenza-Linee guida nazionali per le Aziende sanitarie e le Aziende ospedaliere" (dott.ssa Angela Tedeschi, assistente sociale); presentazione del Centro Antiviolenza (CAV) convenzionato con l'Ambito Territoriale di Corato (dott.ssa Antonia Filannino, assistente sociale Osservatorio "Giulia Rossella" Centro Antiviolenza); "La violenza di genere: conoscere per prevenire e sostenere le vittime" (dott.ssa Patrizia Lomuscio, psicologa criminologa, presidente Associazione "Riscoprirsi"); "Il percorso della rete antiviolenza locale a sostegno delle vittime" (dott.ssa Angelamaria D'Amato, responsabile Equipe Multidisciplinare Integrata Ambito Territoriale di Corato).

Sempre il 22 novembre (ore 10-14), ma nella hall d'ingresso dell'Ospedale della Murgia di Altamura, è prevista la proiezione di video e immagini riguardanti donne vittime di violenza, un modo per invitare alla riflessione su un tema così delicato degenti, visitatori e operatori sanitari.

Dal 21 al 25 novembre, infine, il personale psico-socio-sanitario dei Consultori familiari di Altamura, Gravina e Santeramo (Distretto Socio Sanitario 4) sarà disponibile dalle ore 8:30 alle 14 per consulenze e colloqui in presenza e a distanza, con l'obiettivo di incoraggiare e sostenere le donne vittime di violenza avvicinandole alla rete dei servizi della ASL Bari.

Per maggiori informazioni sull'(H)-Open Week clicca qui

Per maggiori informazioni sulla campagna "La violenza ha molti volti: nessuna maschera per combatterla" clicca qui
  • Asl Bari
Altri contenuti a tema
La ASL di Bari cerca nuovo direttore sanitario La ASL di Bari cerca nuovo direttore sanitario Pubblicata una manifestazione di interesse aperta ai medici idonei di tutte le regioni italiane
Stabilizzazioni alla ASL Bari, oggi le firme dei primi cento contratti Stabilizzazioni alla ASL Bari, oggi le firme dei primi cento contratti Nella giornata di avvio hanno firmato assistenti sanitari, infermieri, educatori, fisioterapisti e assistenti amministrativi tra i 533 assunti a tempo indeterminato
Caschi refrigeranti per le donne in chemioterapia: 22 nuovi dispositivi contro la caduta dei capelli Caschi refrigeranti per le donne in chemioterapia: 22 nuovi dispositivi contro la caduta dei capelli La ASL di Bari, capofila del progetto, ha dato il via alla procedura di gara per raddoppiare la dotazione dei centri oncologici regionali
Tutti i dati reali su mammografie e interruzioni di gravidanza:  la ASL Bari risponde a notizie e parodie Tutti i dati reali su mammografie e interruzioni di gravidanza: la ASL Bari risponde a notizie e parodie Sanguedolce: «Giusto precisare per dare merito al lavoro quotidiano degli operatori sanitari»
Asl Bari, crescono le quote rosa: il 55% degli incarichi dirigenziali va alle donne Asl Bari, crescono le quote rosa: il 55% degli incarichi dirigenziali va alle donne Raddoppia anche la rappresentanza femminile nelle commissioni di concorso: dal 15 al 42%
Asl Bari, si dimette il direttore sanitario Sivo Asl Bari, si dimette il direttore sanitario Sivo "Torno a mettere a disposizione la mia professionalità sul campo"
Vulvodinia, all'ospedale San Paolo di Bari il primo ambulatorio dedicato in Italia Vulvodinia, all'ospedale San Paolo di Bari il primo ambulatorio dedicato in Italia Alla presentazione anche Chiara Natale, paziente attivista del Comitato neuropatia del pudendo
Asl Bari, arriva il premio Covid per 7500 dipendenti Asl Bari, arriva il premio Covid per 7500 dipendenti Il riconoscimento economico per il personale avente diritto sarà corrisposto il 20 dicembre
© 2001-2023 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.