arresto per violenza
arresto per violenza
Cronaca

Violenza domestica a Putignano (Bari), lei rifiuta la dialisi per non mostrare i lividi

La brutta storia consumata tra le mura domestiche ha per protagonisti una 40enne invalida e un compagno alcolista

Quarant'anni, invalida, impaurita, raggomitolata in un letto con evidenti segni di percosse.
Gli agenti del commissariato di Putignano hanno eseguito un sopralluogo nell'abitazione di due conviventi, sorprendendo un uomo in stato di agitazione psicomotoria ubriaco e una donna spaventata che rifiutava qualunque forma di aiuto. Noncurante della presenza degli agenti all'interno dell'abitazione, l'uomo totalmente fuori controllo, ha iniziato ad infrangere vetri e suppellettili della casa ed aggredire tutti verbalmente.

Dopo una lunga mediazione da parte degli operatori, entrambi sono stati accompagnati presso gli Uffici del Commissariato dove era già presente personale sanitario del servizio 118; l'uomo, un 53enne, ha continuato a dare in escandescenza anche negli uffici di polizia, fino a cercare di fuggire scagliandosi contro gli Agenti, costretti ad immobilizzarlo permettendo al personale sanitario di tranquillizzare lo scalmanato.
La donna, nonostante gli evidenti segni di percosse, ha negato di subire violenze dal compagno; tuttavia, nel corso delle indagini, si è appurato che da circa quindici giorni la donna si rifiutava di sottoporsi all'indispensabile dialisi della quale necessitava, tanto da rendere necessario un trattamento sanitario obbligatorio presso il nosocomio di Putignano.

Nella struttura, grazie all'ascolto protetto, personale sanitario competente ha cristallizzato un racconto genuino da parte della vittima, che ha confermato le violenze subite. L'attività d'indagine e gli elementi probatori acquisiti dai poliziotti in ordine ai maltrattamenti subiti dalla vittima, ha permesso all'Autorità Giudiziaria procedente, di emettere a carico del 53enne, già condannato per il reato di maltrattamenti in famiglia, la misura cautelare della custodia in carcere, perché ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia con l'aggravante dell'ubriachezza abituale, resistenza a Pubblico Ufficiale e percosse in danno del padre della donna. Gli agenti hanno quindi eseguito il provvedimento e condotto in carcere il violento 53enne.
  • violenza di genere
Altri contenuti a tema
Giornata contro la violenza sulle donne, poco da festeggiare e molto su cui riflettere Giornata contro la violenza sulle donne, poco da festeggiare e molto su cui riflettere Diverse le iniziative in tutte le città della Puglia, ma la situazione non migliora. Necessario agire a livello culturale
Bari, sticker contro la violenza sulle donne nei negozi Bari, sticker contro la violenza sulle donne nei negozi L'iniziativa è dell'assessorato al Welfare, sugli adesivi i numeri utili del Centro Antiviolenza
Una cassetta rossa a Bari per tutte le donne che hanno bisogno di aiuto Una cassetta rossa a Bari per tutte le donne che hanno bisogno di aiuto Installata al sesto piano del tribunale in piazza De Nicola presso la sede dell'Ordine degli avvocati, ecco come funziona
Minaccia la ex con un coltello, divieto di avvicinamento per un 40enne in provincia di Bari Minaccia la ex con un coltello, divieto di avvicinamento per un 40enne in provincia di Bari La polizia è intervenuta in altri due casi simili riguardanti una coppia di ragazzi e un padre violento
Provincia di Bari, picchia la fidanzata in strada. Arrestato Provincia di Bari, picchia la fidanzata in strada. Arrestato L'uomo ha provato a scappare dopo aver rubato alla donna borsa e cellulare
Mola di Bari, minacce e aggressioni alla ex compagna. Arrestato 33enne Mola di Bari, minacce e aggressioni alla ex compagna. Arrestato 33enne L'uomo non si era mai rassegnato alla decisione di lei di interrompere la relazione
Giornata contro la violenza sulle donne, al Petruzzelli una targa dedicata ad Anna Costanzo Giornata contro la violenza sulle donne, al Petruzzelli una targa dedicata ad Anna Costanzo Il gesto del Comune di Bari per onorare la memoria della costumista uccisa dal suo ex fidanzato nella notte tra il 9 e il 10 luglio 2009
Cgil e Comune contro la violenza di genere, a Bari vecchia le panchine si tingono di rosso Cgil e Comune contro la violenza di genere, a Bari vecchia le panchine si tingono di rosso L'iniziativa in largo Chiurlia, nei pressi della sede dell'assessorato al Welfare. Sulle sedute anche i recapiti del centro antiviolenza
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.