Università di Bari
Università di Bari
Scuola e Lavoro

Uniba protagonista al concorso “Sulle vie della parità”, secondo posto per le studentesse LELIA

Il progetto del gruppo formato da Camilla Checchia, Federica de Pascale, Sara Fischetti, Serena Mannarella, Elisabetta Ostuni, Carmela Palma

La giuria del concorso nazionale "Sulle vie della parità" VIII edizione-2020/2021, indetto dall'associazione Toponomastica femminile, ha attribuito il 2° PREMIO Università, per la sezione C3 Percorsi ViWoP, al progetto di Camilla Checchia, Federica de Pascale, Sara Fischetti, Serena Mannarella, Elisabetta Ostuni, Carmela Palma del Dipartimento di Lettere, Lingue e Arti. Italianistica e Culture Comparate dell'Università di Bari.

Il progetto delle studentesse del Corso di Laurea Magistrale in Lingue e Letterature Moderne, coordinato dal prof. Pierpaolo Martino con la collaborazione della dottoranda di ricerca Maria Giulia Laddago dal titolo"V per Virginia! Creare spazio dai margini. Perché il pensiero di Virginia Woolf sulle questioni di genere è ancora attuale" è stato premiato con la seguente motivazione:

"In questo trattato a più voci frutto dell'analisi compiuta presso il Dipartimento Lelia Università degli Studi di Bari Aldo Moro, si mettono in luce, a livello accademico, partendo dall'analisi di diversi scritti woolfiani, i ruoli di genere stabiliti dal patriarcato, penalizzanti per le donne, e si analizzano le vie per il raggiungimento dell'emancipazione femminile, identificandole pincipalmente con lo studio e l'indipendenza economica. Il pensiero della Woolf emerge ancora attualissimo dai brevi saggi che formano il volume ed è valorizzato da illustrazioni creative. Le analisi e il confronto con l'attualità consentono ulteriore sviluppo di riflessione. La Toponomastica femminile diviene in questo progetto il mezzo indicato alle nuove generazioni per raggiungere la parità e superare la differenza tra i generi, attraverso l'intitolazione a Virginia Stephen Woolf del laboratorio di lingue dell'Istituto comprensivo "Balilla – Imbriani" in collaborazione con il Dipartimento Lelia Università degli Studi di Bari Aldo Moro, con il fine di sensibilizzare la scolaresca sul tema della parità di genere, promuovendo riflessioni sulla visibilità delle donne negli spazi pubblici, sull'uso di un linguaggio più inclusivo e sulla promozione di percorsi educativi e didattici volti a contrastare le discriminazioni di genere."

Il progetto "V per Virginia! Creare spazio dai margini. Perché il pensiero di Virginia Woolf sulle questioni di genere è ancora attuale" è composto da: Phyllis and Rosamond. Una questione di genere di Sara Fischetti e Serena Mannarella; La donna e l'arte. Alla ricerca di uno spazio tutto per sé di Elisabetta Ostuni; Abitare il margine di Camilla Checchia; Ruoli di genere: rincorsa all'emancipazione di Carmen Palma e Federica De Pascale.
  • uniba
Altri contenuti a tema
È morto Piero Angela, nel 2018 l'ultima volta in visita a Bari. Decaro: «Un onore per noi» È morto Piero Angela, nel 2018 l'ultima volta in visita a Bari. Decaro: «Un onore per noi» Il famoso divulgatore scientifico si è spento a 93 anni. Era laureato honoris causa in Veterinaria all'UniBa
Pnrr, l'Università di Bari presente con dieci progetti nell'ambito dei partenariati estesi Pnrr, l'Università di Bari presente con dieci progetti nell'ambito dei partenariati estesi Il bando conta su Euro 1,61 miliardi totali, di cui almeno il 40% nelle regioni del Mezzogiorno
Covid, incidenza e fattori di rischio: lo studio dell'Università di Bari pubblicato su “Vaccines” Covid, incidenza e fattori di rischio: lo studio dell'Università di Bari pubblicato su “Vaccines” Esaminato un campione di 60mila operatori sanitari appartenenti a dodici diversi centri europei
Università di Bari, gli studenti protestano contro il blocco delle carriere accademiche Università di Bari, gli studenti protestano contro il blocco delle carriere accademiche Stretta dell'ateneo contro chi è in mora con le tasse. Link: «Misura fortemente discriminatoria e classista»
Università di Bari, firmato il protocollo "Scuole in STE@M" Università di Bari, firmato il protocollo "Scuole in STE@M" Una delle azioni per la realizzazione della strategia regionale per la parità di genere in Puglia
Università di Bari, bando per 22 visiting professor ucraini Università di Bari, bando per 22 visiting professor ucraini Per ognuno viene assegnato un contributo omnicomprensivo lordo minimo pari a 10.000 euro
Università di Bari, si laurea il primo studente rifugiato dall’Afghanistan Università di Bari, si laurea il primo studente rifugiato dall’Afghanistan Komeli ha discusso una tesi in Lingua e traduzione portoghese dal titolo “L’Arte della diversità: tradurre le culture lusofone”
Università di Bari, parte la campagna per le immatricolazioni anno accademico 2022/2023 Università di Bari, parte la campagna per le immatricolazioni anno accademico 2022/2023 Sono 50 le convenzioni con imprese del territorio e multinazionali, tra cui Eni, Leonardo e Pirelli
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.