Protocollo riqualificazione centrale del latte
Protocollo riqualificazione centrale del latte
Enti locali

Un poliambulatorio nella ex centrale del latte, firmato il protocollo Comune-Asl Bari

Una riqualificazione da 5 milioni di euro con fondi Fesr europei. Decaro: «Cup unico con il Policlinico»

Un presidio sanitario di prossimità all'interno di un immobile di proprietà comunale. Questa mattina la firma del protocollo fra Comune di Bari e Asl Bari per la riqualificazione dell'ex centrale del latte in via Orazio Flacco, a pochi metri di distanza dal Policlinico di Bari. Un intervento che si aggirerà fra i 5 e i 6 milioni di euro che investirà la Asl dopo aver intercettato dalla Regione i fondi Fesr europei. Una volta presentato il progetto esecutivo, si potrà partire con i lavori di restyling.«Sarà una sorta di "policlinico territoriale", dove ci saranno dodici ambulatori con altrettante branche specialistiche», spiega il sindaco di Bari Antonio Decaro, firmatario del protocollo insieme al direttore di Asl Bari Antonio Sanguedolce. Un'importante novità sarà il «Cup unico grazie alla sinergia fra Asl e Policlinico in modo da offrire un servizio di prenotazione unitario fra le due strutture».

Un sistema che punta a offrire ai cittadini una sanità più veloce e diretta, alleggerendo il carico dei presidi di pronto soccorso ospedalieri. «È importante avere gli ospedali, e in questa città l'offerta fra pubblico e privato convenzionato tende e migliorare sempre, ma la cosa più importante sono i servizi sul territorio. Stiamo cercando di implementarli grazie alla collaborazione con Asl e Policlinico», prosegue Decaro.

Un'esperienza che è già stata sperimentata positivamente in alcune zone cittadine, come nel caso del «Poliambulatorio di Japigia - spiega il sindaco. Stiamo cercando di realizzare le "case della salute", centri polifunzionali territoriali sulla scorta di una buona pratica che i medici di base portano avanti al San Paolo, consorziandosi e portando avanti un'offerta sanitaria più ampia nel corso della giornata».

Soddisfatto anche il commento di Sanguedolce: «La riqualificazione della centrale del latte darà un ulteriore polo territoriale alla città di Bari. Avevamo chiesto al sindaco di trovare una sede adeguata proprio in quella zona, che la Asl ristrutturerà andando a colmare il vuoto di servizi territoriali nell'area. Abbiamo sviluppato con il Policlinico di Bari una serie di azioni in sinergia come l'unificazione del Cup che partirà sicuramente prima del restyling della centrale del latte. Seguiranno altri protocolli con l'azienda ospedaliera per tenere unite le fila dei percorsi di cura e della presa in carico del cittadino».
  • Antonio Decaro
  • Comune di Bari
  • Asl Bari
Altri contenuti a tema
Controlli del Ministero al Comune di Bari, restano in piedi 9 osservazioni Controlli del Ministero al Comune di Bari, restano in piedi 9 osservazioni La situazione più rilevante riguarda il calcolo delle progressioni economiche orizzontali e delle retribuzioni di anzianità fino al 2012 per oltre 5 milioni di euro
Bari ricorda la strage di via D'Amelio, intitolato un giardino a Emanuela Loi Bari ricorda la strage di via D'Amelio, intitolato un giardino a Emanuela Loi Dopo due anni e mezzo all'agente della scorta di Paolo Borsellino viene intitolata un'area verde nei pressi del parco 2 giugno
Cantiere ex mercato del pesce, Decaro: «Primo piano aperto in autunno» Cantiere ex mercato del pesce, Decaro: «Primo piano aperto in autunno» Il sindaco: «Qui una casa per gli artisti e il terrazzo più bello della città. La banchina antica sarà parte dell'esposizione permanente»
Beccato a bruciare rifiuti tossici in un terreno a Carbonara, denunciato Beccato a bruciare rifiuti tossici in un terreno a Carbonara, denunciato L'intervento di Polizia locale e Vigili del fuoco grazie alla segnalazione dei Rangers. Decaro: «Pare che l'uomo fosse abituato a questa pratica barbara»
Sosta e autobus a portata di click, a Bari arriva la app Muvt Sosta e autobus a portata di click, a Bari arriva la app Muvt L'Amtab ha presentato insieme al sindaco Decaro la novità disponibile da oggi, da settembre arriva invece la card per pass ZTL e ZSR e abbonamenti
Sversamenti di liquami nel mare di Bari, niente bagni a Torre Quetta Sversamenti di liquami nel mare di Bari, niente bagni a Torre Quetta Firmata l'ordinanza sul lungomare Di Cagno Abbrescia dopo le analisi di Arpa. Decaro: «Problema delle fogne non può essere rimandato»
Gemellaggio tra Bari e San José, firmato l'accordo Gemellaggio tra Bari e San José, firmato l'accordo Il documento mira a sviluppare rapporti di collaborazione tra le due città sul fronte delle politiche ambientali, culturali e del turismo sostenibile.
Bari, omicidio Fazio 18 anni dopo Bari, omicidio Fazio 18 anni dopo Oggi la commemorazione con la famiglia e le autorità
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.