La protesta al carcere di Bari
La protesta al carcere di Bari
Cronaca

Un anno fa la protesta al carcere di Bari, condanne per i manifestanti

Due persone aderenti al Cobas hanno ricevuto un decreto penale di condanna per 1200 euro

L'8 e il 9 marzo 2020, sotto il carcere di Bari, un gruppo di parenti e amici dei detenuti aveva messo in scena una protesta pacifica contro la limitazione del diritto alle visite da parte dell' amministrazione penitenziaria, per motivi sanitari.

In quei giorni,da nord a sud, ci furono cortei e presidi che chiedevano a gran voce il rispetto dei diritti umani; l'utilizzo di misure detentive alternative al carcere per i condannati di reati lievi, malati e detenuti anziani, con lo scopo di sfollare le strutture; il ristabilirsi di condizioni di detenzione dignitose (se mai possano esserci in un carcere). Molti carcerati organizzarono rivolte duramente represse: 13 morti in tutta Italia.

Anche a Bari ci furono due giorni di manifestazioni e presidi. E in seguito a quelle manifestazioni alcuni dei partecipanti hanno ricevuto un decreto penale di condanna di 1200 euro circa, alcuni ne hanno ricevuti addirittura due.

«Comee sindacato - scrivono in una nota i COBAS - crediamo che, con questi decreti penali, non si vuole solo colpire chi ha manifestato per la dignità dei reclusi e delle recluse, ma si vuole colpire ancora una volta i detenuti. Si tenta di annichilire quel movimento che, dalle pratiche di piazza rivendicative e di denuncia a quelle mutualistiche, ha dato una risposta militante e solidale durante questa emergenza sanitaria alle logiche inique dello Stato, che quasi nulla ha fatto per le migliaia di persone impoverite durante questa pandemia come per chi è detenuto. Quello che sta accadendo in questi giorni evidenza ancora una volta che solo unendoci potremmo rompere quel muro di silenzio che circonda ogni carcere affinché la vita di ogni detenuto vanga come quella di chiunque altro».
  • Carcere
  • manifestazione
  • carcere di bari
Altri contenuti a tema
Carcere di Bari, 30enne detenuto aggredisce tre agenti Carcere di Bari, 30enne detenuto aggredisce tre agenti La denuncia del SiPPe: «Le aggressioni sono in continuo aumento in tutti i penitenziari, questo dato deve fare riflettere molto»
Prevenzione, diagnosi, vaccini e riabilitazione, ecco il programma anti-Covid nel carcere di Bari Prevenzione, diagnosi, vaccini e riabilitazione, ecco il programma anti-Covid nel carcere di Bari Il progetto attuato dalla Medicina penitenziaria della ASL è stato riconosciuto tra i più efficienti e completi a livello nazionale
Mancanza di personale al carcere di Bari, Tateo interroga il ministro Cartabia Mancanza di personale al carcere di Bari, Tateo interroga il ministro Cartabia Tra le richieste presentate quella della edificazione di una nuova struttura penitenziaria
Carenza di personale al carcere di Bari, dopo l'incontro col Provveditore continua lo stato di agitazione Carenza di personale al carcere di Bari, dopo l'incontro col Provveditore continua lo stato di agitazione I sindacati attendono incontro col prefetto e chiedono di poter parlare col sottosegretario Sisto
Carenza di organico nell'istituto penitenziario di Bari, sit-in di protesta Carenza di organico nell'istituto penitenziario di Bari, sit-in di protesta Domani mattina manifestazione davanti al provveditorato regionale in via De Gasperi
Anche Bari scende in piazza per il DDL Zan, appuntamento domani in largo Giannella Anche Bari scende in piazza per il DDL Zan, appuntamento domani in largo Giannella Gli organizzatori ribadiscono: «In Puglia abbiamo bisogno di una legge regionale di contrasto all’omolesbobitransfobia»
No al coprifuoco, Fratelli d'Italia in piazza a Bari No al coprifuoco, Fratelli d'Italia in piazza a Bari Flash mob questa sera alle 21 nel rispetto delle norme anti-Covid
Bari, estetisti e parrucchieri contro le chiusure: «Il nostro lavoro non è un gioco» Bari, estetisti e parrucchieri contro le chiusure: «Il nostro lavoro non è un gioco» Una protesta bianca in atto nella giornata di oggi, su le saracinesche ma niente clienti
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.