Tribunale di Bari
Tribunale di Bari
Cronaca

Tribunale di Bari revoca confisca da 10 milioni, beni restituiti alla famiglia Fornelli

Immobili e quote societarie appartenevano allo scomparso Mario Coluccia, vicino al clan criminale

Beni immobili e quote societarie per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro, sequestrati nel 2003 e confiscati nel 2009, sono stati restituiti ai proprietari dopo la revoca stabilita dalla Corte d'appello di Bari del decreto di confisca emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Bari. I beni erano di proprietà di Mario Coluccia, di 58 anni, del quale non si sa più nulla dall'aprile 2003, all'epoca ritenuto vicino al gruppo criminale che fa capo alla famiglia Fornelli.

La sentenza d'appello, che ha capovolto quella di rigetto della revoca della confisca emessa dal Tribunale nel 2022, è diventata definitiva dopo che la Cassazione ha ritenuto inammissibile il ricorso del procuratore generale.

Tra i beni che stanno per essere restituiti alla moglie Nicoletta Fornelli, curatrice dello scomparso Coluccia, vi sono sette appartamenti a Bari in via Amendola e in via Fanelli, sette locali commerciali a Bari e Foggia, tra cui un capannone industriale, due ville nel complesso residenziale di Rosa Marina (in provincia di Brindisi), due palazzine a Casamassima (Bari) e un appartamento a Lecce.

Secondo il ricorso presentato dal legale di Nicoletta Fornelli, l'avvocato Francesco Racanelli, e accolto dai giudici di secondo grado, l'annullamento della misura personale dell'obbligo di soggiorno e della confisca va riconosciuto, dal momento che Coluccia, in quanto scomparso, non ha ha mai ricevuto la notifica di alcun atto e non ha mai potuto difendersi. Pertanto, è stato stabilito che non si può procedere nei confronti di un soggetto che risulta essere inesistente.

L'illegittimità del provvedimento di confisca, quindi, è "ab origine", poiché né il provvedimento di sequestro preventivo del novembre 2003 (emesso sette mesi dopo la scomparsa) né la confisca del novembre 2009 sono stati notificati all'interessato, per il quale è in corso la dichiarazione di morte presunta.

Questo errore logico ha viziato l'intero provvedimento di confisca che è stato ritenuto dai giudici "illegittimo ab origine".
  • tribunale di bari
Altri contenuti a tema
Naufragio Norman Atlantic, tre le condanne emesse dal Tribunale di Bari Naufragio Norman Atlantic, tre le condanne emesse dal Tribunale di Bari Le pene sono state comminate al comandante, al primo ufficiale di macchina e a un membro dell'equipaggio
Aggressione razzista a parco Rossani, condannato a otto anni 20enne Aggressione razzista a parco Rossani, condannato a otto anni 20enne I fatti risalgono al 2022. La vittima, 24enne senegalese, perse un occhio
Gustavo Zagrebelsky a Bari il 5 giugno, il noto costituzionalista ospite al tribunale civile Gustavo Zagrebelsky a Bari il 5 giugno, il noto costituzionalista ospite al tribunale civile Il famoso giurista parteciperà a due eventi nella Sala delle Adunanze del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati
Incidente mortale ad Adelfia nel 2021, a processo il presunto responsabile Incidente mortale ad Adelfia nel 2021, a processo il presunto responsabile Il 45enne di Casamassima dovrà rispondere in tribunale dell'accusa di duplice omicidio stradale
Presunte torture nel carcere di Bari, in dodici vanno a processo Presunte torture nel carcere di Bari, in dodici vanno a processo La vittima sarebbe stato un detenuto con patologie psichiatriche
Scacco alla mafia barese, i nomi dei 22 condannati nel processo Pandora Scacco alla mafia barese, i nomi dei 22 condannati nel processo Pandora In carcere esponenti dei clan Mercante-Diomede e Capriati
Palagiustizia di Bari, domani la consegna di altri sette piani dell'ex Telecom Palagiustizia di Bari, domani la consegna di altri sette piani dell'ex Telecom Alla cerimonia parteciperà anche il viceministro Francesco Paolo Sisto
Fallimento AS Bari, accuse ridimensionate. Chiesto processo per quattro indagati Fallimento AS Bari, accuse ridimensionate. Chiesto processo per quattro indagati Rischiano il giudizio Antonio e Salvatore Matarrese, Claudio Garzelli e Francesco Vinella
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.