terremoto albania
terremoto albania
Cronaca

Terremoto in Albania, sale il bilancio dei morti. Emiliano: «Niente danni in Puglia»

Nessun annuncio di cancellazione dei traghetti Bari-Durazzo in partenza stasera. La Caritas albanese organizza i centri di raccolta

Continua a salire il bilancio del terribile terremoto che ha fatto tremare l'Albania nella notte. Una scossa di magnitudo 6.4, con epicentro a 10 km in profondità fra Durazzo e Shijak, ha colpito alle 2:54 l'Albania (le 3:54 in Italia), con epicentro vicino a Durazzo. Altre due Scosse di 5.3 e 5.4 si sono succedute sino alle 8 di questa mattina.

Sale il bilancio dei morti, che attualmente le fonti ufficiali albanesi stimano essere 21, con oltre 600 feriti. Stando a quanto riporta Balkan News tra i morti ci sarebbero anche due bambini. 41 persone sono state estratte vive dalle macerie, come fa sapere il premier albanese Edi Rama.

Le due aree più colpite sono Durazzo e Thumana, 28 le persone salvate. Numerosi ancora i dispersi fra detriti e macerie; Durazzo è senza corrente elettrica, diversi palazzi e hotel sono crollati e il governo albanese ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Oltre a Durazzo e Thumane, danni e feriti si contano anche a Kruje, Lezhe, Tirana, Scutari, Lac, Lushnje, Fier.

Il fortissimo terremoto è stato avvertito anche in Puglia nella notte. Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano scrive: «Alle 3.54 avvertita in provincia di Foggia, Bat, Bari, Brindisi, Lecce e Taranto scossa di terremoto. Dalla sala della protezione civile della Regione Puglia non risultano allo stato segnalazioni di danni in Puglia. Vi aggiorno più tardi se emergeranno fatti rilevanti. Ho contattato il sindaco di Tirana Erion Veliaj, stanno verificando i danni».

Nel frattempo alle 8 e alle 8:35 di stamattina sono giunti al porto di Bari due traghetti partiti da Durazzo nella notte. Gli scafi in partenza per lo scalo della città albanese sono previsti alle 22 di questa sera. In particolare sono pronti e disponibili per partire dal porto di Bari 5 mezzi e 2 fuoristrada per un totale di 20 sanitari ed 8 logistici, in attesa di disposizioni da parte del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. La partenza dovrebbe avvenire questa sera con il primo traghetto disponibile per Durazzo per raggiungere anche Elbasan. Ancora non ci sono notizie ufficiali su una possibile cancellazione delle tratte.

Intanto Antonio Leuci, direttore della Caritas Albania, scrive sulla sua pagina Facebook: «Caritas Albania si è attivata subito nel contattare la propria rete delle Caritas diocesane e sta raccogliendo le prime informazioni dalle parrocchie e missioni per andare incontro alle esigenze delle persone colpite ed ai numerosi sfollati che nel corso delle prossime ore non potranno rientrare nelle loro case. Sono stati segnalati danni anche a Chiese ed edifici parrocchiali. Ufficialmente dal ministero degli Interni ci è giunta la informativa che stanno aprendo tre centri di accoglienza e raccolta sfollati a Shijak - Durazzo, tre centri a Tirana, uno a Helms-Kavaje e uno a Lezhe. Il ministero degli Interni ha fatto una richiesta ufficiale a Caritas Albania per il supporto alimentare di queste persone che staranno nei centri. Nel pomeriggio Caritas Albania rilascerà un primo report sull'emergenza».

La protezione civile italiana sul suo Twitter scrive: «In partenza team italiano per aiutare le autorità locali impegnate a rispondere all'emergenza. Il team supporterà la risposta di protezione civile nella ricerca e soccorso, valutazione dei danni e agibilità degli edifici».

Dalla Puglia, intanto, arrivano i primi attestati di solidarietà al popolo albanese: «Dalle prime comunicazioni della protezione civile abbiamo dedotto che si trattasse, purtroppo, di una scossa importante e che avesse causato feriti e danni ingenti - dice Roberto Masciopinto, presidente dell'Ordine degli ingegneri di Bari. Siamo solidali con i nostri fratelli albanesi, molti di loro sono parte integrante della nostra comunità professionale e molti nostri colleghi ed imprese del territorio lavorano in Albania. Inoltre, ci teniamo a rendere noto anche che siamo a disposizione qualora dovesse essere richiesto il nostro aiuto per approfondire quanto avvenuto e collaborare alla gestione dell'emergenza post sisma. In tal senso, abbiamo già allertato i nostri specialisti».
  • Terremoto
Altri contenuti a tema
Terremoto in Albania, Ermal Meta rilancia la raccolta fondi per la ricostruzione Terremoto in Albania, Ermal Meta rilancia la raccolta fondi per la ricostruzione Il famoso cantante vicino alla famiglia Alla, la cui casa è stata distrutta dal violento sisma
Terremoto in Albania, procede il sistema di accoglienza dei volontari della Puglia Terremoto in Albania, procede il sistema di accoglienza dei volontari della Puglia Sono ben 127 le persone della Protezione Civile che stanno aiutando la popolazione all'interno del campo soccorritori nel porto di Durazzo
Paura in Albania, nuova scossa sentita anche in Puglia Paura in Albania, nuova scossa sentita anche in Puglia L'epicentro sarebbe lo stesso del sisma di ieri notte. Intanto continuano i soccorsi
Terremoto in Albania, dalla Puglia arrivano i soccorsi. Emiliano: «Mobilitate 120 persone» Terremoto in Albania, dalla Puglia arrivano i soccorsi. Emiliano: «Mobilitate 120 persone» Il governatore regionale fa il punto: «Entro stasera sarà completato l'allestimento del campo d'emergenza»
La terra trema ancora, terremoto in Grecia sentito a Bari La terra trema ancora, terremoto in Grecia sentito a Bari Questa mattina intorno alle 8 un nuovo sisma di magnitudo 6.0
Sisma in Albania, il giorno dopo lutto nazionale e arrivano gli aiuti dalla Puglia Sisma in Albania, il giorno dopo lutto nazionale e arrivano gli aiuti dalla Puglia Partiti ieri sera dal porto di Bari vigili del fuoco e non solo per aiutare a scavare e prestare soccorso
Terremoto, il dolore degli albanesi a Bari. Elisa: «Distrutte le nostre case» Terremoto, il dolore degli albanesi a Bari. Elisa: «Distrutte le nostre case» Parla una panettiere originaria del Paese delle aquile ma residente in Italia da vent'anni: «I miei parenti stanno bene»
Ermal Meta, un cuore spezzato dal forte terremoto in Albania. Vicina l'Italia e tutta l'Europa Ermal Meta, un cuore spezzato dal forte terremoto in Albania. Vicina l'Italia e tutta l'Europa In molti sui social esprimono solidarietà per il tragico e violento sisma di questa notte a Durazzo
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.