villa artemisia
villa artemisia
Vita di città

Santo Spirito, la villa confiscata alla mafia diventa un presidio sociale

Lunedì l'inaugurazione. Gli spazi costruiti dal boss Antonello Lazzarotto ospiteranno un progetto di co-housing, un bistrot e un bed & breakfast

Villa Artemisia a Santo Spirito è pronta a diventare un posto per tutta la comunità cittadina di Bari, dopo essere stata il quartier generale di affari criminali. «Lunedì con il ministro dell'Interno Lamorgese e il presidente Emiliano inauguriamo la seconda vita di questa villa, che ospiterà un progetto di co-housing per neomaggiorenni fuori famiglia, un bistrot, un bed & breakfast e una serie di spazi aperti dedicati alla cultura», scrive il sindaco di Bari Antonio Decaro.

Villa Artemisia è stata «Il primo e il più grande immobile confiscato a Bari alla criminalità organizzata - continua Decaro. Da questa villa, Antonello Lazzarotto gestiva i suoi traffici con la 'ndrangheta calabrese e tesseva rapporti con le famiglie storiche di mafia locale. Dopo la confisca la Villa è stata affidata alla Cooperativa CAPS che con un lungo e faticoso lavoro di riqualificazione finalmente la restituisce alla comunità».

Adesso villa Artemisia è pronta a diventare luogo per «Un'esperienza di accoglienza, formazione, lavoro, cultura e turismo che sarà gestita da operatori specializzati del settore e dagli stessi giovani ospiti che potranno così sperimentare l'autonomia e l'integrazione - conclude Decaro. Un modello di welfare comunitario che conferma le straordinarie opportunità che custodisce il riuso sociale dei beni confiscati».
  • Antonio Decaro
  • Santo Spirito
Altri contenuti a tema
Festa della Repubblica, Decaro a Roma con Mattarella: «L'Italia saprà mettersi alle spalle la crisi» Festa della Repubblica, Decaro a Roma con Mattarella: «L'Italia saprà mettersi alle spalle la crisi» Il sindaco di Bari e presidente Anci insieme alle alte cariche dello Stato ha partecipato alla cerimonia solenne all'Altare della patria
Bari non dimentica, un albero di tiglio per le vittime del Covid-19 Bari non dimentica, un albero di tiglio per le vittime del Covid-19 Accolto l'appello dei cittadini, la pianta sarà anche a ricordo di chi ha lottato contro la pandemia
Coronavirus, a Bari restano 56 i contagiati. Decaro: «Movida? Con i locali aperti è normale» Coronavirus, a Bari restano 56 i contagiati. Decaro: «Movida? Con i locali aperti è normale» Il sindaco interviene a Domenica In: «Abbiamo avuto problemi negli ultimi due venerdì, in questa città col caldo si va verso il mare»
Il Comune di Bari ringrazia i volontari dell'emergenza Covid, Decaro: «Ho promesso una festa» Il Comune di Bari ringrazia i volontari dell'emergenza Covid, Decaro: «Ho promesso una festa» Il sindaco e l'assessore Bottalico rivolgono un pensiero a chi ha aiutato le persone in difficoltà: «Sono stati gambe e cuore della città»
A Bari tornano le unioni civili con invitati, Decaro scherza: «Vi potete baciare, a distanza» A Bari tornano le unioni civili con invitati, Decaro scherza: «Vi potete baciare, a distanza» Stamattina il primo rito, officiato dal sindaco, dopo l'annullamento del lockdown per la pandemia da Covid-19
Il Governo promette altri tre miliardi ai comuni, Decaro: «Ora vogliamo i fatti» Il Governo promette altri tre miliardi ai comuni, Decaro: «Ora vogliamo i fatti» Il premier Conte e il ministro Boccia in videoconferenza con dodici sindaci metropolitani. Il presidente Anci: «Presentati cinque punti fondamentali»
Bari, arriva la nuova illuminazione al Villaggio Trieste. Decaro: «Ora strade e giardini» Bari, arriva la nuova illuminazione al Villaggio Trieste. Decaro: «Ora strade e giardini» Ieri sera l'accensione delle lampade installate di recente. Il sindaco: «Impegno preso 14 mesi fa»
Lavori in dirittura d'arrivo per piazza Redentore, Decaro: «Spazio completamente pedonale» Lavori in dirittura d'arrivo per piazza Redentore, Decaro: «Spazio completamente pedonale» Il sindaco: «Completata la pavimentazione, mancano dolo panchine e area giochi per bambini. Nella ex manifattura ci sarà il Cnr»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.