universita di bari
universita di bari
Scuola e Lavoro

Sanità preventiva digitale, l'Università di Bari nel progetto "Dare"

Il nostro ateneo contribuisce con 21 ricercatori di 7 diverse aree disciplinari

Dare (DigitAl lifelong pRevEntion) è un progetto di ampio respiro finanziato dal piano nazionale per gli investimenti complementari al Pnrr del Ministero dell'Università e della Ricerca. L'Università degli Studi di Bari Aldo Moro contribuisce al progetto con 21 ricercatori di 7 diverse aree disciplinari. Il referente Uniba del progetto Dare è il prof. Filippo Lanubile, direttore del dipartimento di Informatica.

Il Progetto è volto a creare e sviluppare una comunità di conoscenza, connessa e distribuita, che favorisca l'affermarsi di modelli e soluzioni per la sorveglianza, la prevenzione, la promozione della salute e la sicurezza sanitaria, nella popolazione generale e in popolazioni speciali, quali lavoratori, minori, donne in gravidanza e pazienti cronici, che beneficino al meglio delle potenzialità offerte dalle tecnologie digitali, contribuendo a colmare le disparità sociali e territoriali nell'offerta di servizi integrati socio-sanitari.

Al progetto partecipano 250 ricercatori provenienti da università, ospedali, aziende sanitarie e altre organizzazioni. L'iniziativa produrrà conoscenze e soluzioni multidisciplinari necessarie per affermare l'Italia come Paese leader nella prevenzione digitale.

Il progetto è stato menzionato della presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Palermo, di fronte al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al ministro dell'Università Anna Maria Bernini: «È ora di investire in voi giovani. Uno dei vostri progetti mi sta particolarmente a cuore. State puntando molto sulla sanità, con il primo Centro italiano di ricerca sulla "digital health prevention". E' un'ottima notizia non solo per i giovani e i futuri medici, ma per tutti».

https://www.linkedin.com/company/dare-foundation-digital-lifelong-prevention/
  • uniba
Altri contenuti a tema
Università di Bari, il corso in Medicina veterinaria accreditato in sede europea Università di Bari, il corso in Medicina veterinaria accreditato in sede europea Il prestigioso riconoscimento internazionale arriva dopo una settimana di sopralluoghi e audizioni
Università di Bari, al via la nuova edizione del master sulla prevenzione del terrorismo Università di Bari, al via la nuova edizione del master sulla prevenzione del terrorismo Si tratterà di politiche per l'integrazione interreligiosa e interculturale e per la deradicalizzazione
"Non sono io quella sedia", all'Università di Bari la mostra sul tema della povertà "Non sono io quella sedia", all'Università di Bari la mostra sul tema della povertà Un'esposizione fotografica a cura del centro polifunzionale comunale “Area 51”
Corridoi universitari, arrivati i primi 51 studenti rifugiati. Studieranno anche a Bari Corridoi universitari, arrivati i primi 51 studenti rifugiati. Studieranno anche a Bari Sono destinatari di borse di studio grazie alla quinta edizione del progetto UNICORE – University Corridors for Refugees
Università di Bari, dottorato honoris causa in studi di genere a Judith Butler Università di Bari, dottorato honoris causa in studi di genere a Judith Butler La filosofa americana è la fondatrice della disciplina. La cerimonia il 16 ottobre
"Bari città per le donne", all'Università l'evento di presentazione "Bari città per le donne", all'Università l'evento di presentazione Appuntamento mercoledì 11 ottobre nell'Aula Balab del Centro Polifunzionale Studenti
Università di Bari, firmato accordo con Beijing Union University per un nuovo corso di laurea Università di Bari, firmato accordo con Beijing Union University per un nuovo corso di laurea L'intesa internazionale tra i due atenei punta a formare laureati esperti nel campo delle Biotecnologie
Università di Bari, accolti i primi 300 studenti stranieri in Erasmus Università di Bari, accolti i primi 300 studenti stranieri in Erasmus Saranno in totale oltre 450 quelli che quest'anno frequenteranno il nostro ateneo
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.