Saicaf
Saicaf
Scuola e Lavoro

Saicaf di Bari, primi passi verso la cassa integrazione per 13 lavori

Si è concluso positivamente l'incontro al Ministero del Lavoro. Obiettivo dei sindacati è l'ammortizzatore sociale per 12 mesi

Si è concluso positivamente l'incontro tenutosi oggi pomeriggio negli uffici della direzione generale del Ministero del Lavoro a Roma e relativo all'esame congiunto previsto dall' ex art.24 del D.Lgs n.148/2015 per la richiesta di 12 mesi di cassa integrazione straordinaria a partire dal 1 gennaio 2020 per i 13 lavoratori della Saicaf di Bari, interessati dalla procedura di licenziamento collettivo per la cessata attività della produzione del caffè nello storico stabilimento di via Amendola.
«L'incontro al Ministero del Lavoro si è concluso in maniera positiva – esordisce il Segretario Generale della Uila, Pietro Buongiorno a conclusione del tavolo. Chiarisco che questa parte istruttoria relativa alla Direzione Generale Ammortizzatori Sociali del Ministero del Lavoro va a verificare, nello specifico, se ci siano risorse per attivare gli strumenti a sostegno del reddito».

Adesso si attende l'istruttoria da parte della Direzione generale ammortizzatori sociali per completare l'intero iter per il pagamento diretto da parte dell'INPS.
«Il ricorso alla CIGS per i 13 lavoratori era l'unico strumento per evitare il licenziamento immediato - dichiara il Segretario Generale della Uila – ringraziamo il Presidente della task force regionale Leo Caroli per il grande impegno profuso, auspicando che le politiche attive (congiuntamente al sostegno che riceveranno i lavoratori in questi 12 mesi) siano uno strumento efficace al fine di poter permettere un ricollocamento prima del termine degli ammortizzatori sociali».
  • Sindacati
  • uil
Altri contenuti a tema
Bari, la Befana si festeggia al centro commerciale Bari, la Befana si festeggia al centro commerciale Tutti aperti nonostante la festività cercando di sfruttare i saldi appena iniziati, a Modugno salta lo sciopero
Passaggio da Auchan a Conad, confermato lo sciopero del 23 dicembre in Puglia Passaggio da Auchan a Conad, confermato lo sciopero del 23 dicembre in Puglia Astensione dal lavoro dalle 4 alle 13 pee i lavoratori di Modugno, Casamassima, Mesagne s Tsranto
Centro Convenienza a Bari chiuso, dipendenti a casa e clienti senza merce Centro Convenienza a Bari chiuso, dipendenti a casa e clienti senza merce Ad ottobre l'annuncio dell'azienda, dopo la svendita serrande abbassate. Lavoratori non ancora licenziati
Vertenza Saicaf, tredici lavoratori verso il licenziamento Vertenza Saicaf, tredici lavoratori verso il licenziamento I sindacati: «Avviata procedura per la cassa integrazione straordinaria. Assemblea il 20 dicembre»
Conferenza regionale Uil scuola Puglia, appuntamento a Polignano Conferenza regionale Uil scuola Puglia, appuntamento a Polignano Venerdì 13 dicembre si parla di sicurezza degli ambienti di apprendimento, organici, precariato, formazione e altri temi d'attualità per i docenti
Porto di Bari, sit-in di protesta dei lavoratori dei servizi fiduciari Porto di Bari, sit-in di protesta dei lavoratori dei servizi fiduciari L'agitazione è stata proclamata da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. Sul tavolo l'accordo relativo alla società che gestisce la sicurezza
Passaggio da Auchan a Conad, 6 mila esuberi. Nuovo sciopero Passaggio da Auchan a Conad, 6 mila esuberi. Nuovo sciopero I sindacati annunciano 16 ore di astensione dal lavoro, tra cui l'intera giornata del 23 dicembre
Lavoratori delle pulizie del Maugeri a rischio, sit-in il giorno dell'inaugurazione a Bari Lavoratori delle pulizie del Maugeri a rischio, sit-in il giorno dell'inaugurazione a Bari La società subentrante dell'appalto non garantisce l'occupazione, i sindacati ribadiscono la necessità di un confronto
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.