Altamura foto
Altamura foto
Cronaca

Ruba soldi al titolare, arrestato dopo inseguimento tra le vie di Altamura

I carabinieri erano intervenuti nel caseificio dopo una chiamata al 112 del proprietario dell'attività

Rocambolesco inseguimento ad Altamura (Bari) nelle vie del centro del paese tra i carabinieri ed un dipendente di un caseificio del luogo, il quale, poco prima dell'intervento dei militari, si era impossessato di una piccola somma di denaro custodita in azienda.

Il tutto è partito da una telefonata al 112 con la quale il titolare di un rinomato caseificio ha richiesto l'intervento di una pattuglia per verificare se una somma di denaro custodita negli uffici dell'azienda fosse stata asportata poco prima da uno dei suoi dipendenti, nei confronti del quale egli, già da tempo, nutriva dei sospetti. All'arrivo della pattuglia ed alla vista dei militari, il dipendente ha lasciato immediatamente le sue mansioni e, dopo aver guadagnato l'uscita dell'azienda, ha iniziato la fuga a piedi per le vie del centro. I tre militari intervenuti si sono subito posti al suo inseguimento, tra lo stupore dei passanti.

Ad un certo punto il 29enne è stato raggiunto da un militare che ha tentato di bloccarlo ma, nel tentativo di divincolarsi, il fuggitivo lo ha fatto finire a terra, procurandogli lievi lesioni, dopodiché è stato definitivamente bloccato dagli altri due militari sopraggiunti sul posto. Per il giovane 29enne, del luogo, sono scattate le manette, dopo aver accertato che si era effettivamente impossessato della somma di 30 euro custoditi nell'ufficio dell'azienda, già restituiti al titolare.

Quest'ultimo ha denunciato che in passato aveva già riscontrato altri ammanchi di contante, in relazione ai quali sono in corso indagini da parte dei carabinieri della locale Stazione. Nel frattempo il dipendente infedele è stato posto agli arresti domiciliari.
  • Arresto
  • Furto
Altri contenuti a tema
Monopoli, assenteismo in ospedale coinvolti medici, infermieri e ausiliari. I nomi Monopoli, assenteismo in ospedale coinvolti medici, infermieri e ausiliari. I nomi Sono tutti accusati a vario titolo di truffa aggravata in danno della ASL Bari, di false attestazioni o certificazioni, di falsità ideologica in atto pubblico
Smaltimento illecito di rifiuti in Lama San Giorgio a Bari, 4 arresti Smaltimento illecito di rifiuti in Lama San Giorgio a Bari, 4 arresti Dopo tre mesi di indagini finisce nei guai anche un'azienda di commercio di metalli ferrosi di Modugno
Ruba Rolex ad un automobilista, arrestato 31enne Ruba Rolex ad un automobilista, arrestato 31enne Il fatto lo scorso aprile, l'uomo insieme ad un complice aveva avvicinato la vittima ad un semaforo e lo aveva aggredito
Ruba lo zaino a due turisti a Pane e Pomodoro, denunciato 25enne Ruba lo zaino a due turisti a Pane e Pomodoro, denunciato 25enne L'uomo aveva approfittato del fatto che i giovani si stessero facendo il bagno, pronto l'intervento della polizia locale
Rubano abbigliamento e carburante, denunciati due giovani a Bari Rubano abbigliamento e carburante, denunciati due giovani a Bari Un 24enne ha cercato di far sua una maglietta con una borsa schermata, mentre un 18enne è stato sorpreso a rubare benzina da una moto
Poggiofranco, con arnesi da scasso rubano biciclette da un cortile. Due arresti Poggiofranco, con arnesi da scasso rubano biciclette da un cortile. Due arresti I due, originari del Libertà, sono stati scoperti grazie a una segnalazione al 112
Banda della Bmw, si costituisce il sesto uomo Banda della Bmw, si costituisce il sesto uomo Il 41enne era sfuggito alla cattura alcuni giorni fa tentando anche di investire i carabinieri
Scippi nei bus Amtab, tre arresti a Bari Scippi nei bus Amtab, tre arresti a Bari Ricercato un quarto complice ancora non identificato, in un'occasione avevano rubato il portafoglio ad una turista
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.